• 0
sognatore

Mister Tarocco -Ovvero, I Software Delle Roulette Online Sono Taroccati?-

Question

spesso ci imbattiamo nello stesso dilemma, tarocco or not tarocco?

chi la pensa in un modo, chi in un'altro, ma allora i software delle roulette online sono taroccati?

inseriamo qui le motivazioni che ci spingono a dire "si sono taroccati, no, non sono taroccati, così non contaminiamo le varie discussioni sulla roulette, o su qualsiasi altro gioco online.

Inizio io.

il mio punto di vista è sempre lo stesso, penso che un software, quindi parliamo di algoritmi -se mi sbaglio mi corrigerete :angelo: - cozza con il random,

un gioco che è soggetto a un coin-in e a un pay-out, deve per forza di cose lavorare entro certi parametri, poi c'è un indice di volatilità- particolare di cui mai si parla, forse perchè sconosciuto- che fa si che il software in questione, sfori in pay-out la percentuale impostata, successivamente, e ovviamente, recupererà l'eccesso di uscite.

Non credo che il software abbia bisogno della mano umana, si adegua da solo, generando comunque delle sortite che, tutto sommato, a visionarle sembrano più che casuali e normali, ovviamente queste sortite saranno tanto sfavorevoli, quanto favorevoli al giocatore, ma seguireanno sempre i parametri impostati da chi gestisce il software.

con la mia prossima affermazione, credo, troverò chi mi sostiene.

se si vuol vincere a una roulette online o comunque darle del filo da torcere, rimane solo una cosa da fare, giocare migliaia di colpi consecutivamente, alternando vari sistemi, o giocandoli insieme, in questa maniera accade che, giocando molti colpi, passeremo da serie negative a serie positive -possiamo incontrare la positiva o la negativa subito, in maniera indifferente- e nello stesso tempo, non daremo l'opportunità al software di meglio comprendere il nostro modo di giocare, e quindi di adeguarsi al nostro gioco, alla faccia dell'eventuale tarocco.

Augh, ho detto! :old:

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

79 answers to this question

  • 0

La questione del payout potrebbe forse riguardare le slot ( uso il condizionale per prudenza, ignorando quasi tutto di tale mondo ); ma non mi riesce di capire perché dovrebbe potersi riferire alla ruolette. Qui, il vantaggio del banco, e quindi lo svantaggio del giocatore, sono sono fattori noti. Dovessi mai gestite un casinò, la prima e fondamentale cosa della quale mi accerterei sarebbe che il software usato per generare serie ramdom faccia ciò per cui l'ho pagato. Mi basta questo, che sia onesto! Come ho più volte sostenuto, supportato sempre dalla consulenza e maggior conoscenza di fatti e dettagli che di questo specifico tema ha Emgus, il casinò vince per il solo fatto di esistere. Rubare, truffare con software truccati ( mi riferiesco sempre alla roulette), sarebbe contrario al proprio interesse.

Per le slot, non so; ma anche qui, credo vi siano dei software tarati per assicurare sempre e comunque, nel medio termine, una percentuale di utile al casinò; e credo anche che tale percentuale sia e debba essere dichiarata nella condizioni di contratto.

Se ho detto cose sbagliate, ringrazio in anticipo chi mi corrigerà :angelo: .

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

La questione del payout potrebbe forse riguardare le slot ( uso il condizionale per prudenza, ignorando quasi tutto di tale mondo ); ma non mi riesce di capire perché dovrebbe potersi riferire alla ruolette. Qui, il vantaggio del banco, e quindi lo svantaggio del giocatore, sono sono fattori noti. Dovessi mai gestite un casinò, la prima e fondamentale cosa della quale mi accerterei sarebbe che il software usato per generare serie ramdom faccia ciò per cui l'ho pagato. Mi basta questo, che sia onesto! Come ho più volte sostenuto, supportato sempre dalla consulenza e maggior conoscenza di fatti e dettagli che di questo specifico tema ha Emgus, il casinò vince per il solo fatto di esistere. Rubare, truffare con software truccati ( mi riferiesco sempre alla roulette), sarebbe contrario al proprio interesse.

Per le slot, non so; ma anche qui, credo vi siano dei software tarati per assicurare sempre e comunque, nel medio termine, una percentuale di utile al casinò; e credo anche che tale percentuale sia e debba essere dichiarata nella condizioni di contratto.

Se ho detto cose sbagliate, ringrazio in anticipo chi mi corrigerà :angelo: .

Dear Satori , per le slot è chiaro che il soft è tarato non per le uscite ma per il payout , per la roulette non essendoci un payout ribadisco quello sempre da me asserito : basta la tassa sullo zero, non è necessario " taroccare ", andate sulle sale multiplayer e vedete quanta gente punta a " muzzo " ( come dice il nostro jack ) , ma veramente qualcuno pensa che ci sia bisogno di taroccare ?, ho visto gente entrare con 1000 euro e giocando a " muzzo " uscire dopo max 15 minuti con 150 euro, che senso avrebbe avere dei problemi con eventuali controlli quando esiste una massa di poll.... pardon di giocatori " eternamente perdenti "

felicità

Edited by emgus

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

mi dispiace contraddirti emgus, ma secondo me, nelle roulette online c'è un payout tale e quale alle slot, ma non è un taroccamento, è solo un mezzo per far si che questa non sfori, quindi può essere benissimo un payout tarato sul 97,3%.

forse non si sa che le roulette meccaniche o elettroniche, presenti ormai nella maggior parte dei casino offline e nelle varie sale disseminate in tutta italia, in realtà non si chiamano roulette elettronica o meccanica, ma si chiamano macchine a vincita programmata, grstite da un software, il quale farà si che rispettino sempre un determinato payout, e questa è una realtà, sennò come farebbero a pagare la rete, lo stato e tutto il resto, con solo il 2,7% quando hanno necessariamente bisogno di un 25%? -questo non vale per i casino offline, ma ci marciano di sicuro anche loro-.

per le online come ho detto sopra, non è tanto aumentare le entrate,ma gestire in maniera quasi perfetta quel 2,7%, in buona sostanza non ti dovrebbero fregare, ma se entri in gioco in un momento in cui la roulette online deve recuperare un tot, siamo sicuri che ti farà giocare con un 2,7% di vantaggio al banco, o aumenterà la percentuale e conseguenzialmente la possibilità di farti perdere?

ora direte, ma quando mai una roulette deve recuperare, se chiedete a qualcuno che lavoro con le roulette nei casino offline, se capita mai che una roulette vada in perdita, vi sentirete rispondere che è la normalità durante un giorno di lavoro che accada, tanto ci sono le altre che recuperano per quel tavolo, cosa voglio dire con questo?

semplicemente che gli online evitano che anche una sola delle loro roulette possa andare in perdita, e questo possono farlo solo impostando un payout, cosa normalissima da fare in un gioco a software.

Edited by sognatore

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

mi dispiace contraddirti emgus, ma secondo me, nelle roulette online c'è un payout tale e quale alle slot, ma non è un taroccamento, è solo un mezzo per far si che questa non sfori, quindi può essere benissimo un payout tarato sul 97,3%.

forse non si sa che le roulette meccaniche o elettroniche, presenti ormai nella maggior parte dei casino offline e nelle varie sale disseminate in tutta italia, in realtà non si chiamano roulette elettronica o meccanica, ma si chiamano macchine a vincita programmata, grstite da un software, il quale farà si che rispettino sempre un determinato payout, e questa è una realtà, sennò come farebbero a pagare la rete, lo stato e tutto il resto, con solo il 2,7% quando hanno necessariamente bisogno di un 25%? -questo non vale per i casino offline, ma ci marciano di sicuro anche loro-.

per le online come ho detto sopra, non è tanto aumentare le entrate,ma gestire in maniera quasi perfetta quel 2,7%, in buona sostanza non ti dovrebbero fregare, ma se entri in gioco in un momento in cui la roulette online deve recuperare un tot, siamo sicuri che ti farà giocare con un 2,7% di vantaggio al banco, o aumenterà la percentuale e conseguenzialmente la possibilità di farti perdere?

ora direte, ma quando mai una roulette deve recuperare, se chiedete a qualcuno che lavoro con le roulette nei casino offline, se capita mai che una roulette vada in perdita, vi sentirete rispondere che è la normalità durante un giorno di lavoro che accada, tanto ci sono le altre che recuperano per quel tavolo, cosa voglio dire con questo?

semplicemente che gli online evitano che anche una sola delle loro roulette possa andare in perdita, e questo possono farlo solo impostando un payout, cosa normalissima da fare in un gioco a software.

Dear Sognatore , ammesso e non concesso che si " tarocchi " il software per le slot e le rouelette gestite da soft , mi spieghi tecnicamente come " taroccano " quelle meccaniche?

felicità

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

mi dispiace contraddirti emgus, ma secondo me, nelle roulette online c'è un payout tale e quale alle slot, ma non è un taroccamento, è solo un mezzo per far si che questa non sfori, quindi può essere benissimo un payout tarato sul 97,3%.

forse non si sa che le roulette meccaniche o elettroniche, presenti ormai nella maggior parte dei casino offline e nelle varie sale disseminate in tutta italia, in realtà non si chiamano roulette elettronica o meccanica, ma si chiamano macchine a vincita programmata, grstite da un software, il quale farà si che rispettino sempre un determinato payout, e questa è una realtà, sennò come farebbero a pagare la rete, lo stato e tutto il resto, con solo il 2,7% quando hanno necessariamente bisogno di un 25%? -questo non vale per i casino offline, ma ci marciano di sicuro anche loro-.

per le online come ho detto sopra, non è tanto aumentare le entrate,ma gestire in maniera quasi perfetta quel 2,7%, in buona sostanza non ti dovrebbero fregare, ma se entri in gioco in un momento in cui la roulette online deve recuperare un tot, siamo sicuri che ti farà giocare con un 2,7% di vantaggio al banco, o aumenterà la percentuale e conseguenzialmente la possibilità di farti perdere?

ora direte, ma quando mai una roulette deve recuperare, se chiedete a qualcuno che lavoro con le roulette nei casino offline, se capita mai che una roulette vada in perdita, vi sentirete rispondere che è la normalità durante un giorno di lavoro che accada, tanto ci sono le altre che recuperano per quel tavolo, cosa voglio dire con questo?

semplicemente che gli online evitano che anche una sola delle loro roulette possa andare in perdita, e questo possono farlo solo impostando un payout, cosa normalissima da fare in un gioco a software.

Queste affermazioni -mi riferisco alla roulette - mi lasciano davvero molto perplesso, e spiego le ragioni di questa perplessità:

1°; se così fosse, ossia se il software fosse tarato sul payout ( anziché sulla nuda e cruda randomizzazione), sarebbe una caso eclatante e deflagrante di truffa planetaria; probabilmente la più grande della storia conosciuta. Infatti, quello che dichiarano i casinò nel loro contratto col cliente non prevede alcun payout; ma solo ed esclusivamente la correttezza della funzione random.

2°; il 2,7%, di per sé non vuol dire nulla. Il 2,7% assume significato solo in rapporto al volume di gioco. Insomma, il 2,7% su 10.000 euro è una quisquilia, lo stesso 2,7% su 1.000.000 di euro fanno 27.000 euro. E parliamo di appena 1.000.000 di euro!! Altro che coprire i costi di gestione!

Come ho asserito in altre discussioni, chiunque ha diritto - pieno e sacrosanto - alla proprie opinioni; tuttavia, affermazioni che comportano ipotesi di truffa collettiva ( nel senso di condivisa e perpetrata da tutti i casinò on line), vanno suffragate da fatti ( fatti, non opinioni) certi, documentati, e accertabili da parte di chiunque. Una cosa, infatti è certa: se i casinò on line - mi riferisco ancora alla roulette - sono tarati sul payout e non sul random, si rendono colpevoli del reato di truffa. Non ci sono santi.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Mi sfugge qualcosa Sognatore:

che gli online evitano che anche una sola delle loro roulette possa andare in perdita

Che le roulette possano andare in perdita mi sembra normale altrimenti nessuno potrebbe mai portare a testimonianza di aver vinto anche solo un euro nella vita.

E mi sembra normale anche che se in un certo momento io mi trovo in attivo (quante volte abbiamo raddoppiato la cassa?) vuol dire che il payout non è stato del 97% ma del 200% o se vogliamo chiamarlo vantaggio del banco, non è stato del 2,3% ma molto di meno, sicuramente negativo.

Proprio per questo se si continua a giocare si osserverà alla lunga un bilanciamento delle cose, cioè incontreremo una fase in cui il vantaggio del banco dovrà essere più del 2,7%.. certe volte, quando non indovini neanche un numero il vantaggio del banco è del 100%!

Così io alla fine andrò a bilanciare perdite e vincite uscendo con i miei bei 97 euro vinti su 100 giocati, ma cosa succede se un'altra persona con lo stesso metodo mio entra in gioco in quel secondo momento? che si imbatte in un payout dello zero%..

E questo avviene nei casino terrestri.

Che differenza c'è con un software?

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Per concludere: è solo il puntato che fà gli utili in un casinò, ci vogliono milioni di euro di puntato, se il puntato raggiunge una certa cifra non c'è bisogno di nessun aggiustamento, se il casinò non ha un numero sufficente di giocatori, non ci sono tarocchi che tengano, parlo con cognizioni di causa avendo avuto diverse riunioni con le varie software house specializzate e proprietari di casinò online, perchè rischiare una licenza quando l'utile è già nella matematica del gioco ? Quello che incide in maniera pesante è il marketing , marketing che deve essere spinto per attirare clientela e fare il puntato sufficente, una buona fetta dei ricavi è riversanto nella pubblicità.

felicità

Edited by emgus

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

emgus, spiegami tu come può una roulette meccanica o elettronica, di quelle che si trovano nelle sale vlt e in altri posti, a far si che il gestore paghi fino al 75% degli incassi, per così poter avere quel margine del 25%, che gli servirà per pagare la rete, lo stato con le sue tasse e trarne un utile per se.

il sistema per pilotare una roulette elettronica/meccanica è semplicissimo, poi eventualmente lo spiego.

io rimango del parere che un payout esista anche nelle roulette online, ,a rimane la mia opinione, infatti io ho scritto " mi dispiace emgus, ma secondo me", appunto, secondo me, quindi una mia personalissima opinione, nulla di più,

il concetto di random cozza terribilmente con l'algoritmo. la casualità non può andare daccordo con l'algoritmo, ma io sono ignorante in questa materia e in tante altre, per cui chi la sa spiegare meglio o comunque smentirmi, ben venga.

io non credo che un casino che tara la roulette online sul payout e non sul random, sia necessariamente truffaldino, del resto una video-roulette, online o offline che sia, pur sempre una slot rimane sostanzialmente, o pensate ancora che sia come una vera roulette?

è solo una questione di effetto visivo per il giocatore, potrebbe benissimo far vedere una stringa di numerini, che poi sono quelli che generano il numero uscito per la roulette e la combinazione, per le slot e i videopoker, ma non ci sarebbe gusto per il giocatore, nel vedere una serie di numerini, anche l'occhio vuole la sua parte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Sulla questione dell'effetto visivo, Sognatore, hai ovviamente ragione. Il punto, il nocciolo duro della questione, non concerne aspetti secondari come questo; ma è quello essenziale che ho prospettato prima: nel contratto col giocatore non si parla di payout ( con riferimento alla roultette), ma solo - chiaramente ed esclusivamente - di garanzie sulla perfetta randomizzazione del software. Non si scappa: la presenza di una qualsiasi routine che andasse ad interferire con l'algoritmo random, sarebbe una truffa tonda tonda. Una taratura sul payout esclude la randomizzazione.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

In molte delle roulette online da noi proposte questa percentuale (payout) oscilla dal 95 al 97%.

Possiamo dunque affermare che il payout di una roulette in un casinò online è molto più alta rispetto alle slotmachines (videopoker) dei bar tradizionali, quindi per il giocatore di roulette è molto più conveniente giocare in rete.

Perchè il payout della roulette online è maggiore?

Perchè nei casinò virtuali vengono ammortizzati tutti i costi di gestione di una normale casa da gioco, come le spese per le macchine e i tavoli da gioco, gli stipendi dei croupier e del personale addetto ai tavoli e la luce, il riscaldamento e l'affitto del locale dove avviene il gambling.

parlare di roulette autorizzata aams vuol dire parlare di gioco sicuro e onesto, ma anche e soprattutto di payout molto elevati (98% alla roulette online elettronica).

Importantissima è la percentuale o payout che i casino on line sono in grado di offrire, in alcuni casi sfiora il 90% del giocato rendendo di fatto il gioco sul web molto conveniente. L'estrazione dei numeri magici viene fatta in modo trasparente grazie a software automatici che sono rigorosamente controllati. L'aams stessa per dare la licenza effettua severi controlli continuati revocandola in caso di irregolarità, dunque conviene giocare in casino legali e italiani.

I payout teorico deriva dalle regole del gioco

I payout dei vari giochi sono dettati principalmente dalle regole di questi. I calcoli statistici della roulette, per esempio, mostrano che il margine della casa per la roulette francese ammonta al 2,70%, mentre per quella americana è del 5,26%. Accanto a questi dati statisticamente calcolati su infinitee sessioni di gioco, ci possono essere lievi flessioni visto che ogni giro della ruota è un evento separato e unico e le sessioni di gioco mensili non sono infinite. Le oscillazioni dei payout rimangono comunque entro valori che non differiscono molto da quelli nominali di 2,70% o 5,26%.

Payout effettivo

Per questo motivo, esaminando le tabelle dei payout dei vari casino online legali AAMS, ogni mese mostra risultati diversi. Se consultate il sito di TitanBet Casino, potete vedere che sono state pubblicate 2 pagine: una (payout.html) con i dati dei payout teoretici calcolati statisticamente, e l’altra con i dati effettivi delle vincite per ogni mese nella maggior parte dei giochi.

L’esempio più interessante e lampante è quello della Roulette Pro Premium online: teoricamente il payout è del 97.30% visto che il margine della casa teoretico è del 2,70%. Di fatto dopo i primi mesi in cui il payout è stato leggermente più basso (96%, 97%, 97% e 96,9%) in novembre è stato registrato un valore di 100,8%! Questo significa che quel mese non solo i giocatori hanno vinto più della media statistica, ma che addirittura TitanBet Casino si è trovato in perdita per quanto riguarda questa tipologia di gioco.

forse tutto questo non dice nulla, o forse dice tutto, con l'ultimo articolo, si dimostra che nonostante un payout impostato dal casino, questi può anche andare in perdita- indice di volatilità-, quindi pare che il payout esiste sulle roulette online, ma serve semplicemente a far si che queste rispettino -quasi sempre- il vantaggio del banco.

nel caso di titanbet, nei primi mesi non ha erogato un totale di 1,13% di vincite e poi successivamente ha sforato del 2,15%, sicuramente se si andranno a vedere le tabelle del payout dei mesi successivi, quella differenza di 1,12% di vincite erogate in più a novembre, sarà sicuramente rientrata, con buona pace dei giocatori che hanno giocato successivamente e con i ringraziamenti di quelli che hanno giocato a novembre.

Edited by sognatore

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

io non credo che un casino che tara la roulette online sul payout e non sul random, sia necessariamente truffaldino, del resto una video-roulette, online o offline che sia, pur sempre una slot rimane sostanzialmente, o pensate ancora che sia come una vera roulette?

Concordo in pieno su quanto scritto da Sognatore finora e aggiungo che probabilmente il casino online più visitato (e su cui vengono fatte più puntate) è quello che assicura payout maggiori, forse non è un caso che Titanbet sia il primo aams (e quello che mi dà più soddisfazioni in termini di payout, non di random..).

Certo se il casinò nel contratto indicasse la taratura sul payout anzichè sul random sarebbe più onesto, o no?

.

nel caso di titanbet, nei primi mesi non ha erogato un totale di 1,13% di vincite e poi successivamente ha sforato del 2,15%, sicuramente se si andranno a vedere le tabelle del payout dei mesi successivi, quella differenza di 1,12% di vincite erogate in più a novembre, sarà sicuramente rientrata, con buona pace dei giocatori che hanno giocato successivamente e con i ringraziamenti di quelli che hanno giocato a novembre.

La domanda che mi sorge spontanea è: se il payout di novembre è stato maggiore a scapito di quelli di dicembre, il software quando a dicembre deve decidere quale giocatore punire come lo sceglie? non ditemi random, se deve recuperare delle perdite seguirà un qualche criterio logico, quale? secondo me prenderà in considerazione tre fattori: il saldo, le puntate e la lunghezza delle sessioni di gioco. Forse basta tenere il saldo basso e fare brevi sessioni per saltare il turno.. :P

Edited by bmare

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Mi sono reso conto che questo nostro discorso potrebbe continuare, senza arrivare a una soluzione, fino alla consumazione dei secoli, se non abbiamo cura di definire con la massima precisione cosa si intende per payout, e cosa si intende per percentuale di pagamento legata a un "n" vantaggio matematico del banco sul giocatore. Il termine “payout”, per cominciare, nasce negli ambiti dell’economia e della Scienza delle Finanze. In tali ambiti, “payout” definisce una quantità, frutto di un rapporto tra i dividendi distribuiti agli azionisti, o ai soci, e gli utili maturati dall’impresa.

Da quando i casinò on line si sono presentati sul mercato come imprese, questo termine ha assunto un significato diverso da quello originale. Non solo; come vedremo, il nuovo significato, non essendo precisamente definito, si presta a usi diversi e contraddittori. Generalmente, da qui in poi mi riferirò esclusivamente ai casinò on line, per lo stesso termine, payout, è usato per definire due cose del tutto antitetiche; nel primo significato indica la percentuale che il casinò restituisce ai giocatori (A). Ma è anche usato per definire la percentuale che il casinò trattiene per sé sul giocato ( B). Ma la maggior confusione sorge nel momento in cui si confonde la percentuale di pagamento preimpostata ( a priori ), con quella erogata dal vantaggio matematico che il banco ha sul giocatore ( a posteriori ). Il primo caso è quello delle slot; il secondo è quello della roulette. Mi spiego meglio, e in modo definitivo: un casinò potrebbe decidere, e nulla glielo vieterebbe, di tarare il software delle sue slot in modo tale che il giocatore vinca sempre. Se uno vuole regalare i suoi soldi è libero o no di farlo? Ma nessuno potrà mai fare la stessa cosa con la roulette! Neppure lì Altissimo in persona potrà mai far sì che 36 diventi maggiore di 37. Sta qui, solo qui, esclusivamente qui il nocciolo della questione.

Veniamo al caso Titanbet. Per un mese o due il rapporto tra i dividendi distribuiti agli azionisti, o ai soci, e gli utili maturati dall’impresa è stato negativo? E allora? Molti anni fa ebbi modo di conoscere il direttore del Casinò di San Vincent; un uomo che era una vera sagoma, e che sembrava appena uscito da un noir francese anni ’50. Se non ricordo male, si chiamava Revel. Fra le altre cose, aneddoti impagabili, mi disse che, nella sua decennale carriera, aveva visto più volte andare in passivo il casinò, persino per mesi consecutivi. Mi spiego che con l’aggio del 2,7%, questa era un’oscillazione del tutto normale, e che i conti si facevano sempre a fine anno.

Quindi, per tornare al nostro discorso, è assolutamente fondamentale non confondere gli utili incamerati dalle slot ( a giochi simili) con quelli della roulette. Nel primo caso, il gestore può impostare il payout che vuole; può persino tarare il software in modo da restituire solo il 10%, purché,lo dichiari in contratto; allo stesso modo potrebbe decidere di restituire il 300%, e fare beneficenza; affari suoi. La stessa cosa, tuttavia, un gestore non potrà mai fare con la roulette, salvo truccarla. Alla roulette si può parlare di payout solo ed esclusivamente nel senso finanziario del termine ( a posteriori ), giacché si sa che nel medio termine la roulette dovrà restituire al gestore il 2,7%.

Se questo è chiaro, e mi sono speso perché lo sia, preimpostare il ritorno economico alla roulette, non solo sarebbe insensato; ma, qualora lo fosse, sarebbe con ogni evidenza truffaldino.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Fra le altre cose, aneddoti impagabili, mi disse che, nella sua decennale carriera, aveva visto più volte andare in passivo il casinò, persino per mesi consecutivi.

Mesi consecutivi? e perchè non anni consecutivi?

Quello che il casinò (online o meno a questo punto non fa differenza) perde con la roulette lo deve recuperare con gli altri giochi (tipo slot) se avesse che so 10 mesi su 12 in passivo, o no?

Quindi sia santificata la roulette e le sue magiche virtù, amen! :angelo:

Edited by bmare

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Quoto in toto Satori. Secondo me accostare il gioco sulle slot alla roulette e i relativi playout non ha alcun senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Il vantaggio del banco è teorico e, fino a che ci saranno 37 numeri e un pieno pagherà 36 volte la posta, sarà inevitabilmente 2,7%.

Il payout (il "pagato") può oscillare e deve farlo se di onestà si parla.

Io stesso mi sono riferito spesso al "payout" della roulette intendendo quest'ultimo caso.. ovviamente nel lungo periodo i due valori tendono ad accostarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

invece ha un senso eccome, non vi volete rendere conto dell'iinegabile fatto che una slot è gestita da un software, che un videopoker è gestito da un software, che una roulette online è gestita da un software.

il termine coin-in nei casino indica le entrate sulla singola macchina elettronica- entrate, non volume di gioco-

il termine payout nei casino indica le uscite sulla singola macchina.

che poi il termine sia stato preso dall'economia poco cambia, nel senso che in gergo nei casino significa solo ritorno in vincite al cliente.

revel o chi per lui ti ha detto una baggianata caro satori, il casino di saint vincent non è mai andato in passivo nemmeno per una settimana negli anni d'oro, non fosse altro che il numero di giocatori presenti nelle sale ogni giorno, era talmente elevato che era cosa praticamente impossibile, cosa ben diversa oggi, è più facile che accada, semplicemente perchè- ed è già accaduto- se si presenta un forte giocatore a una roulette e vince mezzo milione di euro, in giornata- e dico giornata- difficilmente il casino recupera con la scarsissima quantità di clienti presenti, e chi te lo dice vive a 50 metri da questo casino e lo frequenta dal 91, e conosce molto bene la sua storia.

con un software puoi tranquillamente fare in modo che escano sempre i numeri giocati da un giocatore x, e alla stessa maniera il contrario, ora non dico che questo accada, semplicemente che il software prende le contromisure, nel momento in cui va sotto con il payout, per cercare di attestarsi a quel 2,7% che è il vantaggio del banco, quindi, ma sempre dal mio punto di vista, potremmo incappare tranquillamente in quel momento in cui recupera e allo stesso modo in quel momento in cui va anche sotto con la percentuale impostata del payout, ed ecco perchè, ma sempre dal mio punto di vista, il miglior modo di attaccare le online è giocare un elevato numero di boule's e con sistemi diversi, giocati insieme o uno dopo l'altro in base alle proprie strategie e numeri di colpi impostati, ma magari è solo la mia teoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

A.s.

( Mi sono accorto di alcuni refusi nel mio ultimo post; non sapendo come correggerli, me ne scuso con chi mi legge; con la tastiera sono un avventizio. Anticipo le scuse per errori futuri).

Caro bmare, due cose: 1°, non pretendo di avere alcuna autorità sui fatti; pertanto puoi essere certamente libero di non credere a " mi disse che, nella sua decennale carriera, aveva visto più volte andare in passivo il casinò, persino per mesi consecutivi". Allora prova a chiedere a chiunque abbia, come chi ti scrive, una pratica di gioco d'azzardo almeno trentennale. Sicuramente ti confermerà quell'affernazione. Tuttavia, in assenza di riscontri con altri utenti, bastano elementari nozioni di matematica statistica per comprovare l'affermazione da me riportata. All'interno di una grande massa numerica, ove una delle parti abbia sull'altra un vantaggio del 2,7%, sono assolutamente normali periodi di sofferenza da parte di chi detiene quel vantaggio. Se neghi questo, devo necessariamente dedurre che non disponi di quelle elementari nozioni ( di matematica statistica); a questo puoi certamente rimediare; o con lo studio o con l'esperienza.

2°; " Quindi sia santificata la roulette e le sue magiche virtù, amen! :angelo: " questa frase mi risulta incomprensibile. Qui si tratta di artimetica, non di cause di canonizzazione di santi. Ho fatto un discorso, argomentandolo, analiticamente, punto per punto. Ripeto, argomentandolo punto per punto; che utilità ha rispondere con delle battute? Non sei d'accordo coi miei assunti? Benissimo: entra nel merito, indica la fallacia dei miei argomenti. Se mi correggerai, ti rimarrò in debito.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

no satori, mi spiace contraddirti, ma periodi di sofferenza il casino di saint vincent non ne ha mai avuti, la dove qualche tavolo andava in perdita, gli altri 35 recuperavano in giornata e creavano l'utile, altra cosa è oggi, i tavoli sono giusto 4/6 nelle giornate nornali e se ci sono grosse vincite allora vanno in sofferenza per quel giorno, o magari anche per qualcuno in più, ma niente più di questo, per certo quel direttore disse una cavolata.

non vorrei essere presuntuoso con questa mia affermazione, per cui mi informerò con qualcuno degli addetti ai lavori che è dentro da oltre venti anni, e che mi dice sicuramente la verità, ovviamente se mi dicesse che ci sono stati dei casi, lo scriverò senza problemi, ma come ho detto a me non risulta.

Edited by sognatore

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

no satori, mi spiace contraddirti, ma periodi di sofferenza il casino di saint vincent non ne ha mai avuti, la dove qualche tavolo andava in perdita, gli altri 35 recuperavano in giornata e creavano l'utile, altra cosa è oggi, i tavoli sono giusto 4/6 nelle giornate nornali e se ci sono grosse vincite allora vanno in sofferenza per quel giorno, o magari anche per qualcuno in più, ma niente più di questo, per certo quel direttore disse una cavolata.

non vorrei essere presuntuoso con questa mia affermazione, per cui mi informerò con qualcuno degli addetti ai lavori che è dentro da oltre venti anni, e che mi dice sicuramente la verità, ovviamente se mi dicesse che ci sono stati dei casi, lo scriverò senza problemi, ma come ho detto a me non risulta.

Non mi spiace essere contraddetto, e ancor meno mi spiace essere corretto; anzi, bisogna sempre ringraziare chi ci fa il favore di liberarci dai nostri errori, se errori davvero sono.

Visto che hai conoscenze a San Vincent, vorrei approfittare per chiederti un favore: chiedere se il nome di quel caposala ( o direttore, non ricordo di preciso) era Revel, o almeno qualcosa del genere; parliamo di oltre trenta anni fa.

Detto questo, nel nostro caso siamo fortunati; qualsiasi cosa avrà a risponderti il tuo referente di San Vincent (ed io dubito davvero che quel Revel mi abbia raccontato una bugia), per una volta siamo lo stesso in grado di risolvere la nostra questione in modo definitivo. Come? Io non ho mai vantato conoscenze e pratica di matematica che non fossero elementari; e per le cose che non posso suffragare con prove e dimostrazioni, non pretendo l'ultima parola.Ma, e sta qui la fortuna, disponiamo nel sito di amici cui in ambito matematico dobbiamo riconoscere autorità. In passato mi sono rivolto a Kal El un paio di volte, El per questioni del genere; entrambe le volte ha suiffragato con dimostrazioni le mie tesi. Sono convinto che anche stavolta mi darà ragione; dovessi aver torto, non avrò difficolta ad ammetterlo pubblicamente, a ringraziare tutti coloro, te compreso, che avranno contribuito a correggere questo mio (eventuale) errore. Qualora kal El non dovesse leggerci, andrà bene chiunque, parlardo di matematica, sappia davvero che è di metematica che sta parlado. Mi sembra una soluzione equa per tutti. Va bene? Procediamo così?

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

si, assolutamente, io ti dico che da quello che conosco ed ho sentito, mi permetto di affermare quanto ho scritto nel precedente post, poi ovviamente posso sbagliarmi, ed è per questo che proverò a chiedere a qualcuno di mia fiducia, il quale saprà rispondere sicuramente in maniera corretta.

La stessa persona potrà rispondermi sul revel, è un ex capotavolo delle francesi in pensione, quindi se parliamo di trent'anni fa, lo avrà conosciuto di sicuro -magari scopro che è lui, visto che io lo chiamo per nome, ma non so il cognome :hahaha: -

perdonami se ti faccio un appunto, se c'è un posto dove regna sovrana l'ipocrisia e le bugie, quello è un casino, i migliori ipocriti e bugiardi al mondo pare siano tutti impiegati nei casino offline :verso: , ma non facciamo di tutta l'erba un fascio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Quindi, per tornare al nostro discorso, è assolutamente fondamentale non confondere gli utili incamerati dalle slot ( a giochi simili) con quelli della roulette. Nel primo caso, il gestore può impostare il payout che vuole; può persino tarare il software in modo da restituire solo il 10%, purché,lo dichiari in contratto; allo stesso modo potrebbe decidere di restituire il 300%, e fare beneficenza; affari suoi. La stessa cosa, tuttavia, un gestore non potrà mai fare con la roulette, salvo truccarla. Alla roulette si può parlare di payout solo ed esclusivamente nel senso finanziario del termine ( a posteriori ), giacché si sa che nel medio termine la roulette dovrà restituire al gestore il 2,7%.

Se questo è chiaro, e mi sono speso perché lo sia, preimpostare il ritorno economico alla roulette, non solo sarebbe insensato; ma, qualora lo fosse, sarebbe con ogni evidenza truffaldino.

Concordo, dovrebbe essere così in un mondo ideale. Ma i volponi (avidi gestori di casinò) in questo settore a mio parere abbondano.

All'interno di una grande massa numerica, ove una delle parti abbia sull'altra un vantaggio del 2,7%, sono assolutamente normali periodi di sofferenza da parte di chi detiene quel vantaggio. Se neghi questo, devo necessariamente dedurre che non disponi di quelle elementari nozioni ( di matematica statistica); a questo puoi certamente rimediare; o con lo studio o con l'esperienza.

Non l'ho mai negato. Dubito solo del fatto che i casinò online (offline non me ne intendo, lo ammetto) adottino una gestione specchiata e irreprensibile in materia di payout (per le slot e anche per le roulette) e ho dei dubbi sull'effettiva lunghezza dei periodi di sofferenza e sulle modalità di recupero (il medio termine su cui si evidenzia la sofferenza relativa al gioco della roulette è di per sè un periodo di tempo vago che può essere di mesi ma anche di qualche anno) e potrebbe spingere il casinò in crisi a taroccare i software ogni tanto (non solo le slot). Tanto chi se ne accorge? l'aams? il giocatore senz'altro..

2°; " Quindi sia santificata la roulette e le sue magiche virtù, amen! :angelo: " questa frase mi risulta incomprensibile.

Hai preso male il senso della battuta che in realtà concordava con i tuoi assunti, se la slot è tarabile per restituire solo un 10% e la rulla no (ma vai a sapere cosa fanno nella stanza dei battoni..) allora quest'ultima resta uno dei migliori giochi in cui tentare strategie di ogni sorta.

Edited by bmare

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

@bmare,

"Hai preso male il senso della battuta che in realtà concordava con i tuoi assunti", non c'era nulla di "spigoloso" in quella mia frase; non l'ho presa né bene né male; semplicemente, non ho capito cosa intendevi. Ora, alla luce del tuo chiarimento, credo tu volessi fare una battuta che io non ho colto. Nulla di male, in questo genere di comunicazione si perde tantissima informazione, e qualche volta gli equivoci sono possibili.

-----------

Quanto al tema dei taroccamenti, vedo che non si riesce a venirne a capo. Ho detto numerose volte la mia, e tutte le volte mi tocca ribadire che il termine "goliardico" taroccamento vuol dire precisamente truffa; e quindi, i sostenitori della teoria del complotto dovrebbero coerentemente adottare il termine truffa.

---------------

La questione della temporanea passività di cassa dei casinò non è oggetto di dibattito tra opinioni; ma un tema di precisa pertinenza della matematica statistica. Sarà un matematico a dare la risposta definitiva. Per mio conto, qualsiasi sistema binario casuale, nel quale una delle due parti ha sull'altra un vantaggio del 2,7%, deve necessiamente vedere periodi di sofferenza della parte % avvantaggiata. In attesa di una soluzione matematica, sono pronto ad accettare scommesse; magari solo un caffè.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

La questione della temporanea passività di cassa dei casinò non è oggetto di dibattito tra opinioni; ma un tema di precisa pertinenza della matematica statistica. Sarà un matematico a dare la risposta definitiva. Per mio conto, qualsiasi sistema binario casuale, nel quale una delle due parti ha sull'altra un vantaggio del 2,7%, deve necessiamente vedere periodi di sofferenza della parte % avvantaggiata. In attesa di una soluzione matematica, sono pronto ad accettare scommesse; magari solo un caffè.

Il matematico può dirci anche quanto posso essere lunghi questi periodi di sofferenza? perchè è lì secondo me il nocciolo della questione. Se la temporaneità della sofferenza non supera i 2-3 mesi allora il software aggiustato in maniera truffaldina non dovrebbe servire ma se il matematico ci dice che la sofferenza potrebbe essere oltre il semestre (o oltre l'anno addirittura) allora ho vinto il caffè? :wnk:

Edited by bmare

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Sono certo che la matematica indicherà come variabili la quantità di massa posta in gioco ad ogni partita, e la frequenza relativa delle partite stesse; insomma, con riferiemento alla roulette, il volume di gioco in una data quantità di tempo. Tanto più questo sarà alto, quanto minore sarà la sofferenza e il suo peso; ma questa ci sarà sempre. La ragione di ciò è di carattere logico, oltre che matematico: la certezza del vantaggio matematico viene conseguita a seguito di un congruo numero di partite/capitale. Quantificare l'aggettivo "congruo" è precisamente il compito del matematico.

Edited by Satori

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

non sono truccate secondo me, ma il vantaggio del banco alla lunga le fa vincere. In un numero enorme di giri è logico che prima o poi escono serie anomale, lo dice la statistica

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now