"storiella" Nascita Di Un Giocatore


Recommended Posts

Ho sempre voluto iniziare un libro con questa frase, ridimensiono il sogno e inizio questo blog.

"La vita è come una roulette il 97,297297% sarà un altalena tra rosso e nero, ma saremo pronti tutte le volte che inevitabilmente la pallina ondeggierá, saltellerá e si fermerá proprio li sullo "0""

Giocatore si nasce non si diventa, nel DNA c'è già scritto!

Ricordo quando avevo poco più di 6 anni giocavo spesso con mio fratello maggiore, a tutto quello che giocano i bambini, bambole,legò e macchinine. Non ho una buona memoria lo ammetto, ma ricordo ancora quando papà dopo un viaggio alla estero ci regalò le mini 4wd, tutti i bambini dovrebbero averne provata, una sono fantastiche!!!

Mio fratello ha tre anni in più di me, è forte, è bello, è alto ed è il mio supereroe.

Una mattina mi alzo e vado come sempre verso la cucina, ma una 500lire tra i cuscini del divano ruba tutta la mia attenzione, come la vista del tesoro per il più fortunato dei pirati. " francescooooo! " sento chiamare a gran voce, è mia madre, mi ha beccato, non avrò il mio tesoro, mi sento braccato.... "la colazione è pronta!!!" tiro un sospiro di sollievo rispondo che stavo cercando il gameboy sul divano e con un rapido gesto metto la monetina nella piccola tasca dei miei pantaloncini corti. Avete presente quella seconda tasca piccolissima nella tasca destra dei jeans, quella è la mia preferita, un po come i calzini per gli spacciatori, il ferretto del reggiseno per le grosse signorotte del sud, perché anche se non è cosi, l' idea è che nessuno sa che quella tasca esiste e soprattutto chi ci metterebbe mai qualcosa, è troppo piccola!

Tutti dovrebbero giocare una volta nella vita al tetris del vecchio gameboy. Quello che può essere usato per sventare un aggressione stile mattone sulla testa. Al tempo la Sony non aveva ancora scoperto i microprocessori, era cosi grande che quando ero piccolo ho sempre pensato che quei mattoncini fossero dentro e se pur papa voleva convincermi del contrario, è stato magico crederlo per un po'.

Ho 500lire sono ricco, nessuno alla mia età è così ricco, il massimo che ho visto era Tommaso a scuola con 100lire, il

Nonno gliele aveva date per le caramelle, ne riuscì a prendere 11 all oratorio perché ricordo che durante la acquisto, pregò il barista di metterne una in più tanto da sfinirlo e ottenerlo.

Tommaso è una persona che per sfinimento riuscirebbe a convincere il sole a uscire in un giorno di pioggia. Forse è a quelli come lui che dobbiamo l' arcobaleno.

Io ho 500lire sono ricchissimo sono 50 caramelle e con qualche lamentela stile tommaso potrei tranquillamente arrivare a 52/53. Cavolo ma se ne avessi 1000 sarebbero tantissime potrei arrivare a tantissime caramelle o iniziare a credere in qualcosa di ancora piu buono.

Da sei anni in poi ho sempre ragionato cosí, quando mio nonno a 15 anni mi diede 5000lire il conto era pressoché invariato, 3 pizzette e due coca cola.

OK! Ho 500lire ma voglio tenerle, sono troppe 50 caramelle ma sono troppo poche per qualcosa di più "buono"

Torno a casa da scuola e si va al parchetto sotto casa, ma oggi non ho tanta voglia di correre con i miei amici, sono un po' imbronciato, voglio trovare un sistema, qualcosa che mi permetta di

investire questi soldi in qualcosa. Sono grande per credere come Pinocchio che piantandoli possano crescere, anche perché ho visto il cartone e di certo non permetto al gatto e la volpe di prendersi il mio tesoro, sono troppo piccolo per trovare qualcosa che mi faccia guadagnare qualcosa o far aumentare il mio capitale.

Sono in camera con mio fratello e lí con la sua mini 4wd, prendo la mia e iniziamo a preparare una pista per far correre i nostri bolidi. La pista è quasi pronta, ma devo andare in bagno. Mentre mi tolgo il pantaloncino sento un tintinnio... la mia moneta scivola dal pantalone e si appoggia dopo un paio di giri, proprio sotto il lavandino. In quel momento ho un unico pensiero che mi salta nella mente, la monetina e li, la guardo.

Qualche sera prima papà aveva detto alla mamma durante la cena che scommetteva che anche questo mese mamma avrebbe speso di più del budget consigliato da papà. E che se cosi non fosse stato avrebbe pagato la cena nel ristorante che piaceva tanto alla mamma. Non andavamo quasi mai a cena fuori per questo motivo, ma ricordo che quel mese alla fine ci andammo proprio per quello

Wow una scommessa! Non capivo bene mamma cosa doveva fare per vincere ma sentivo sempre papà dire che spendeva molti soldi. Però lei aveva vinto una cena con tutti noi. Quindi una scommessa vinta è una cosa bella.

Sto guardando la monetina... SCOMMESSA!!! è quello che ci vuole! Sapevo di poter vincere, non era una rarità, spesso vincevo nelle gare con quelle macchinine.

probabilmente la Snai mi avrebbe dato favorito a 1,60 quindi tutto sommato giocando 500lire contro mio fratello ero pagato a 2 diciamo un ottima quota... ma forse non da giocarsi tutto il bankroll.

Ok mi chino verso la monetina, la raccolgo senza neanche metterla al sicuro, torno da mio fratello e con aria orgogliosa e da adulto fiero... " se hai coraggio scommetti che la tua macchinina è più forte della mia"

Il percorso era molto bello, mio fratello era super creativo e riusciva a fare sempre delle piste incredibili, io ho sempre chiesto troppo alla mia mini 4wd spesso i salti che creavo io le macchinine non riuscivano se non a mala pena a salire la rampa di lancio per poi scivolare all indietro...

1000lire nel piatto, più che nel piatto erano in mezzo alla pista, vetture pronte, pubblico in disibilio, VIAAAAAAA!!!!!

Partenza lenta per la mia, entrata ruota a ruota nel primo curvone, purtroppo traiettoria esterna, seconda curva stretta in preparazione alla scicane che ricorda molto le arrabbiate di Mugello e via per la ultima curva... traiettoria interna questa volta per la mia che entra in rettilineo 3/4 cm più avanti... niente spunto finale, niente sorpese e niente scia... SIIIIIIIII

avevo vinto la mia scommessa, la mia prima scommessa, ricordo questo avvenimento con gioia e dolore... ho sentito l adrenalina pervadermi il corpo, la prima sudata fredda, il tremolio delle mani... da qui inizia tutta la mia storia da giocatore.

Sicuramente è stata la scommessa piu bella della mia vita sia per la quota 2.00 nonostante fossi favorito, sia per la grande emozione di aver raddoppiato il mio bottino e non meno importante aver battuto il fratello maggiore, per chi come me ha fratelli capirá subito cosa si prova...

Capii su subito che non sarebbe stata l ultima volta ma che era l inzio, direi oggi della fine...

Sono quasi sicuro che la maggior parte dei giocatori inizi la sua carriera da vincente... questo secondo me è quasi matematico.

La prima volta che portai la mia ragazza al casinò cambiò 50 e li perse in meno di 5 minuti alla roulettte... disse " non giocherò mai più a nessun gioco d'azzardo e meno che mai alla roulette" io risposi "amore capita e poi è normale non sai giocare" lei un po' risentita " ah adesso vuoi dirmi che c'è un metodo per giocare? Io questi 50 euro li ho guadagnati in un giorno intero di lavoro e qui li ho persi in 5 minuti. Se c'è un metodo non lo voglio neanche sapere"

Dentro la mia testa era tutto un muoversi di idee e risposte... i vari sistemi che mi avevano fatto vincere alla roulette. Pensavo al criterio di kelly, alle puntate a massa pari, alla martigale, lo zero e i vicini, la ricerca dello zero, ma l'unica cosa che risposi fu " hai ragione amore sono stato un po' presuntuoso e soprattutto, si gioca per divertirsi non c'è nessun metodo per vincere, qua vince sempre e solo il banco" lei "ah ecco ora si!! possiamo andare"

Ovviamente potete immaginare che insieme non siamo mai più tornati in un casino, anzi non ne ha proprio mai più voluto sentirne parlare

Wow 1000lire ero ricco, ricchissimo ero il bambino più ricco di Pieve Emanuele, cosi si chiama il paese in cui sono nato. Una cittadella in provincia di milano, tanti palazzoni brutti e alti, e qualche parco dove ci si divertiva con gli amici.

La mia carriera da giocatore inizia qui...

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Io giusto perché è notte fonda o mattina presto fate voi, per adesso vi dico solo questo a 8 anni giocavo a poker e la posta erano i fumetti nello specifico i topolino, ricordo che ne avevo scatole piene... aimè dove è finito quel lato B non lo so proprio , forse in qualche scatola anche lui e oltre al danno la beffa, un giorno le scatole sono andate perdute quindi anche volendo mi è impossibile recuperare il suddetto B e fù cosi' che da allora le scatole mi girano e basta......

Link to post
Share on other sites

Bellissimo racconto Dotciccio, in molte cose mi sono ritrovato (fratelli a parte che non ho). Mio padre quando ero piccolo mi regalò la scatola con il gioco della roulette, pannetto verde cerato, fiches, e soprattutto il rastrello del banco per prendere le fiches (lo tenevo sempre io quando giocavo con gli amici del palazzo), ma non ci siamo mai giocati niente. I giornalini li vendevamo sui muretti del cortile e ci divertivamo un sacco. Le macchinine poi neanche a parlarne, che sfide lungo la discesa dei garage. Bei tempi.

Mio padre giocava al totocalcio tutte le settimane e non vinceva mai. Non vi dico la sua faccia quando io invece che non giocavo mai feci 12 con due colonne giocando a "muzzo".

Attacco questa paginetta di un vecchio D.Dog, la battuta di groucho mi ha fatto "morire" dal ridere :D

post-7196-0-00117000-1406449664_thumb.jp

Edited by bmare
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Battuta sempre attuale! Ahahahah sono contento che sia piaciuta la storia... Non sono il massimo a scrivere, però ogni tanto metto giù due righe... Appena riesco ne posto un altra magari creiamo un piccolo blog con ognuno le sue storielle... Almeno tra leggerle e scriverle riusciamo a non giocare e risparmiare qualche moneta

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...