Satori

Iscritto Power
  • Numero messaggi

    2012
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    107

Satori ha vinto l'ultimo giorno in 29 Settembre 2018

Satori ha il contenuto che piace di più!

Reputazione comunità

280 Excellent

2 che ti seguono

Che riguarda Satori

  • Rango
    Baro Onnipotente

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    milano
  • Interests
    Dum loquimur fugerit invida
    aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Preatoni e Fusaro ... un pezzo d'alta comicità! Un confronto-scontro tra mondi incommensurabili: il cummenda "pratico", guascone e burbanzoso (per citare proprio Fusaro), e un filosofo ionosferico come Fusaro. Ci ho riso di gusto. Come sempre e puntualmente, veniamo subito puniti da un pezzo del rumentizio Marattin, tronfio e persino barocco nella sua prosopopea, e sempre più umano. Allego il "manifesto" (per un'economia umanistica) del grande Valerio Malvezzi. Ogni parola di commento risulta superflua, grandioso è il meno. Da 1,51,50 http://www.youtube.com/watch?v=crkYmC6jM8I e http://www.malvezzieuropei.it/lettera-aperta-per-una-economia-umanistica/
  2. Satori

    Io Sono Una Bestia

    La pillola di cui si tratta nel video esiste già da decenni, è a colori.
  3. Satori

    Io Sono Una Bestia

    In effetti, è piuttosto insolito che delle persone (italiane), dopo una giornata di lavoro, trovino interesse ad impiegare il proprio tempo ascoltando argomenti di questo genere. Infatti, la regola vuole che gli italiani investano tempo e interesse per Sanremo, il pallone, o le lacrime defilippiane. La natura di questa novità (eziologicamente) potrebbe essere ravvisarsi nella sindrome populista. Strano morbo.
  4. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Chi volesse approfondire, e capire quanto angusta è la sua concezione dell'amore, può espandere se stesso a questo link: http://www.fanpage.it/prete-80enne-si-dimette-e-si-sposa-col-suo-toyboy-di-25-anni-sono-piu-felice-che-mai/
  5. Satori

    Io Sono Una Bestia

    http://www.youtube.com/watch?v=GoTFpspmbv4 Vaccini!!! Mi sarebbe utile e mi farebbe piacere un commento degli amici 5S su questo video, e sulla posizione dell ministro (o ministressa) Grillo. Taccio la mia opinione, salvo non mi venga richiesta.
  6. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Femmine e maschi ... eh... Polarità diverse di una medesima specie. Chi si batte per l'uguaglianza, o per la supremazia di uno dei due termini o generi è ottenebrato fino alla cecità. Sarebbe come pensare che, in un magnete, il polo positivo sia uguale al negativo, oppure che uno dei due sia migliore dell'altro. Cecità e stupidità, nel nostro caso, coincidono. ------------------------------------ Sul Franco delle Comore, è corretto riconoscere a Tonino quanto gli spetta. ------------------------------------------- http://www.youtube.com/watch?v=Lgz6jxlm5Sg Qui, Fusaro stacca tutti di netto, soprattutto l'inutile signora bionda, un po' gli tiene testa Becchi. Il video dura parecchio, ma è davvero interessante. Raccomando particolarmente l'intervento di Fusaro poco dopo il 120° minuto. Veramente lucido e profondo. Perché quest'uomo si dichiari marxista ed hegeliano, per me è un mistero.
  7. Satori

    Io Sono Una Bestia

    http://www.youtube.com/watch?v=cCS_ga728tU La lucidità di questa donna dà conforto. Il fatto che queste notizie, queste abbaglianti verità, non trovano una ribalta in prima serata, porta via quel conforto. Guardate il video, ecco cosa stanno facendo ai nostri figli, e chi lo sta facendo!
  8. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Grazie, J-J, la foto non è questa, il tizio, infatti, non è un bambino, però rende l'idea.
  9. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Volevo caricare la foto di un bambino burkinese, che si cala in uno stretto cunuicolo per estrarre oro. Il governo francese e un ristretto numero di multinazionali (gravitanti attorno alla Francia) non si fanno scrupolo ad usare un esercito di bambini schiavi per minimizzare costi e massimizzare i profitti. Ma Marrattin, Gruber, e tutta l'elite puzzalnaso nostrana e gallica negano tale ed altre abbaglianti evidenze. Devono davvero sperare che tutto quanto finisca con la morte, e che la loro miseria perisca con loro medesimi. Diversamente, dovranno vedersela con lo zolfo. Dicevo, la foto in questione è troppo "pesante" per essere caricata, allego il link. Per chi volesse rifarsi gli occhi, la foto è l'ultima a destra, nella sesta fila. Sono tanto umani, loro! (E a chi non si adegua, processo). http://www.google.com/search?q=burkina+faso+l%27oro+dei+poveri&client=firefox-b&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjfk7W21ZDgAhUNZFAKHeD-AsoQ_AUIDygC&biw=1280&bih=805
  10. Satori

    Io Sono Una Bestia

    La sola mia sola certezza assoluta (almeno tra quelle linguisticamente esprimibili) riguarda la mia ignoranza. So, appunto con certezza assoluta, che il poco che so è incomparabile con tutto ciò che non so. E so anche che, anche vivessi 100 volte il tempo di Matusalemme - tale è incomparabile quel rapporto - le cose di poco cambierebbero. Questo, per dire che fino a una decina di anni fa, pochissimo sapevo di economia e finanza. Una decina di anni fa, appunto, mi imbattei in un libro di Marco Della Luna; fu una specie di folgorazione, e da allora non ho smesso di studiare questa materia. Da qui, non ho problemi a dichiarare che solo da pochi anni so del CFA. Evidentemente, qualcuno sapeva, soprattutto in ambito accademico e giornalistico. Costoro hanno taciuto. Taciuto su un crimine, che, oltre alla sozzura politica, configura gli estremi del reato di genocidio. Per cui, costoro accademici e giornalisti sono complici di tale genocidio. "Il mulino del Cielo macina piano, ma macina fino", è uno dei miei preverbi preferiti. Costoro pagheranno, in questo mondo o nell'altro!
  11. Satori

    Io Sono Una Bestia

    @Tonino, politicamente discutendo, neppure da parte mia(quasi) nulla da obiettare. La sola riserva , che non è dunque una vera obiezione, riguarda l'attuale posizione di Bagnai e Borghi. Sforzandomi di mettermi nei loro panni, credo di poter dire che difficilmente avrei agito in modo diverso. Non puoi metterti su un ring con peso massimo, e pensare di poter vincere. La prigione UE è stata costruita con meticolosa perizia. I banditi che la custodiscono hanno detto esplicitamente che, ad alzare troppo la testa, avrebbero fatto trovare i bancomat vuoti. Atto criminale già messo in essere in Grecia. Non sappiamo cosa hanno escogitato B&B, se qualcosa hanno in cantiere, certo non lo vanno a raccontare alla Gruber. Sempre politicamente, non posso non ritrovarmi nelle parole di J-J (ultimamente succede spesso); Per prima cosa, vale il "Cicero pro domo sua", e la regola che, letteralmente, il prossimo è chi sta vicino. Personalmente, comunque, non posso che trovare ripugnante ciò che l'europeo ha fatto e seguita a fare al "povero negro". Certe cose, salvo che in certe restrettissime cerchie, era impossibile saperle fino a non molto tempo fa. Oggi non è più così; e, per quanto le pene e le inguistizie patite dal mio prossimo mi tocchino più direttamente, mi indignano e non mi lasciano indifferente anche quelle del mio remoto. Ogni frustata subita da un debole e da un innocente brucia anche la mia pelle. Per questo sto qui a scrivere. P.s. Ieri sera ho finito di vedere la serie TV "Il miracolo", tratta da un romanzo di Niccolò Ammaniti, e dallo stesso adattata per la TV. Ebbene, senza dubbio (almeno per lo stardard italiano), opera di livello superiore, salvo il "fiatone" che alcuni attori italiani si portano dietro (per simulare stress e concitazione) come tristo retaggio delle varie accademie. Ne parlo per indicarla come eccelso esempio di manipolazione mentale collettiva di massa, ovviamente, in favore della cultura dominate. Chi avesse voglia di vederla, ma solo se addestrato a riconoscerne le tecniche, me ne darà atto.
  12. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Ecco una, tra altre importanti ragioni*, che rende impossibile un paragone tra i regimi monetari su menzionati, e quello imposto dalla Francia ad oltre una dozzina di Paesi africani. Dal 1945 al 1973 i Paesi sottoposti a regime CFA erano costretti a versare alla Banca di Francia il 100% degli utili, nelle varie divise straniere, ricavati dall’esportazione di materie prime. A questo punto, lo stesso soggetto operava una conversione di tali divise (soprattutto Dollari), al tasso da questo insidacabilmente stabilito, e dava in cambio ai Paesi suddetti tante banconote fresche di tipografia, il famigerato Franco coloniale, utilizzabile solo all’interno di tale area, ed impossibile da convertire in altre valute! Insomma, incassava denaro vero, e dava in cambio carta straccia. Dal 1973 al 2005, il pizzo del 100% scende al 65%, mentre dal 2005 ad oggi, appena il 50%. In ogni caso, l’ABC dell’economia rende evidente e definitivo che un regime di cambi fissi (quello subito dal CFA), anche con aggancio indiretto (quelli del post di Tonino), non può che favorire le economie più forti (che non significa affatto le più solide, vedi la presente recessione tedesca, che, il giorno non lontano che scoppierà Deutsche Bank, trascinerà l’intero globo nella più grande catastrofe finanziaria della Storia), le quali, fin tanto che la pacchia dura, scarnificano fino all’osso quelle più deboli, che non possono proteggersi con la svalutazione della propria moneta (che non posseggono). P.s.1* Altre ce ne sono, e adesso sono di pubblico dominio. P.s.2 In ogni caso, almeno per me, la sola domanda che abbia peso è: quanto affermato da Di Maio e Di Battista, e da tempo divulgato da Konarè, è vero o è falso? Se è vero, e lo è, ogni argomento contrario finisce nel cestino delle ”straw man fallacies”. P.s.3 Messora non può avere alcun interesse a parlare dello status monetario della Danimarca o della Bulgaria, giacché, in primis, le rispettive economie non sono neppure lontanamente comparabili a quelle dei paesi africani CFA; in secundis, la BCE non opera sui Paesi citati nel post neppure la minima parte del controllo politico che, al contrario, la Francia ha sui suoi sudditi africani. Anche se, fermo l'argomento precedente, un regime di cambi fissi spolpa comunque i Paesi economicamente più deboli. Cambia solo la tempistica.
  13. Satori

    Io Sono Una Bestia

    http://www.youtube.com/watch?v=tPxibqBfKZg Non faccio commnenti, l'umano si commenta da solo. Semmai, il video rimanda al mistero dell'iniquità. Mi piacerebbe tantissimo un bel prima serata tra questo umano e Mohammed Konarè, ad armi pari, e non la solità umanata tre (o quattro contro uno).
  14. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Confesso di non ricordare questa posizione di Marx, che, per quanto sovviene, su questo punto fu carente; ma potrei sbagliare. Sarei comunque grato a chi mi desse lumi con riferimenti precisi. "Il capitale" è per me una lontanissima lettura. Nel video che segue, ritroviamo un grande Konarè, onore a lui. E anche a Di Maio e Di Battista, che hanno violato questo orribile tabù; questo genocidio a cielo aperto, possibile per la complicità dei soliti umani e dei lacché dei media, che tacciono ... tacciono ... e quando parlano mentono. http://www.youtube.com/watch?v=SSbAB-zo65c Spero che gli africani si riprerndano il loro Paese, e mandino finalmente fuori a calci nel cosiddetto tutti gli schiavisti che la calpestano e la derubanbo Spero, quindi, anche, che Konarè sia buon profeta, e che una vera rivoluzione parta presto, e i liberi dai parassiti usurai che ci tengono la suola delle loro scarpe sulla faccia. Divulgate. P.S. In ogni caso, Claudio Messora è uno dei pochissimi, veri, giornalisti in circolazione. Spero sia consapevole del pericolo che corre.
  15. Satori

    Io Sono Una Bestia

    Avere il nemico in casa, alla lunga, fa crollare la casa. M5S (quale M5S, poi, visto che di anime contrastanti ne contiene tante?) dovrebbe finalmente chiarire la posizione su pochi argomenti cruciali: UE, Euro, immigrazione clandestina, sovranità e non solo monetaria. Una nazione e una popolazione possono sopravvivere solo se la domanda interna è nella misura maggiore possibile soddisfatta dalla produzione interna. Il che significa radicalmente l'appararto economico e produttivo e soprattutto la mentalità. Ossia il contrario esatto della globalizzazione neo liberista. Su questi punti non è dato conoscere la posizione di M5S; il suo nume fondatore (assieme al figlio dell'altro nome defunto) sembrano delirare, i capi visibili vivono di piccolo cabotaggio. Francamemte, e senza alcuna polemica, è impossibile capire cosa M5S voglia fare nelle e con le vere questioni che contano. Non è cosa buona.