• Recent Event Reviews

Casinò Aams Pronti A Partire Dal 18 Luglio 2011


aioh71

Recommended Posts

ex-dipendenti di un altro

Tonino con quello che costano le licence ams € 350.000 per 5 anni non credo che ci siano molti ex dipendenti che si mettono in proprio , diciamo che ci sono investitori digiuni del settore che si affidano a dei DILETTANTI ( forse ex impiegati di sott'ordine di casinò online ) per le consulenze , se permetti nel settore posso dire la mia essendoci dentro in maniera non marginale da 2 anni ( gas può confermare ) , non è possibile partire in questo modo , posso capirlo se non fossero esistiti i casinò online allora vai a tentoni, ma non è concepibile che con 2000 casinò online da prendere come studio fare degli errori come quelli descritti , messaggio di poco fà su williams hill

metto la pw entro nel casino, cerco di entrare nei giochi e mi dice nick o pw errata , contatto via chat ( già grazie che ci fosse non come Sisal od altri ) e mi dicono dopo 20 minuti di attesa che appare quel messaggio perché i giochi sano disponibili solo dalle 8 alle 20, mettere il messaggio " giochi non disponibili " costava troppo ? solito softwerista cassaintegrato?

sono queste amenità che ti lasciano capire la scarsa professionalità, non puoi perdere un'ora per la superficialità , ha visto il soft di iziplay ? parlo della ruolette , la cosa più dilettantistica che abbia mai visto ecc ecc

felicità

Edited by emgus
Link to comment
Share on other sites

Guest kratos

troppo bello si purtroppo :wnk: ..ma qualcuno è riuscito a capire quanto è il pt del bonus del 50%?così..per curiosità..io non ci gioco comunque..però a me sembrano molto più trasparenti i termini di molti casinò non-aams...e questi payout?c è da fidarsi? :ciao:

la verità è che purtroppo con il tempo avranno la meglio..perché noi che abbiamo visto l epoca d oro,con bonus convenienti..che sappiamo cosa significa una buona promozione di benvenuto,noi possiamo capire..ma chi verrà dopo purtroppo si ritroverà a giocare in questi casinò,con la presa in giro del gioco sicuro..ma io stavo sicurissimo pure prima..mi hanno sempre pagato e offerto bonus incassabili di alto livello..di cosa mai dovrei essere più sicuro?

Link to comment
Share on other sites

Tonino con quello che costano le licence ams € 350.000 per 5 anni non credo che ci siano molti ex dipendenti che si mettono in proprio

No, io parlavo dei .com e nemmeno tanto rinomati soprattutto in area centramerica dove la licenza è solo un optional. E comunque anche per le grosse licenze non è escluso che chi si mette in proprio lo fa perché trova qualche finanziatore danaroso magari legato al narcotraffico e via dicendo.

Insomma quando parlavo di ex-dipendenti non mi riferivo certo al Fantozzi di turno che lavora nel sottoscala del megacasinò Bet365. Parlavo di un team di managers che decide di aprire un proprio casinò/book chiaramente con gli appoggi giusti.

Sui problemi organizzativi riguardanti i neo-casinò italiani:

appunto per evitare inevitabili esaurimenti nervosi da "lavori in corso" non sarebbe meglio per noi dimenticarsi degli aams per un paio di mesi? lo abbiamo fatto per anni, aspettiamo ancora un po' prima di entrare dalla porta principale, hai visto mai che ci accoglieranno stendendo il tappeto rosso! :ciao:

Link to comment
Share on other sites

In effetti l'apertura è stata costellata di una serie di errori e di carenze davvero enormi.

Il fatto è che questo bagno di sangue era stato ampiamente previsto il che vuol dire che gli operatori non sono stati messi nelle condizioni di poter testare i prodotti in modo efficace.

D'accordo con Tonino, lasciamo un po' di tempo ai nuovi arrivati di adattarsi sapendo che la colpa non è tutta loro.

Link to comment
Share on other sites

il problema secondo me non si pone perche' quando versiamo con carta di credito nei casino,in particolare microgaming e playtech,sull'estratto conto non compare il nome di nessun casino ma AQUAPAY,WEBDOLLAR ed altro.

queste sono societa' finaziarie a cui si appoggiano i casino e sicuramente non sono tenute a fornire informazioni all'AAMS in quanto non si trovano sotto la giurisdizione italiana.

Ma cosa credono i politici italiani(o megli quei ladri)che l'Italia e' il grande fratello del mondo?Siamo un paese ridicolo dove la corruzione in ogni settore sta raggiungendo i livelli dei paesi piu' poveri del sudamerica,e adesso voglio decidere anche come dobbiamo sputtanarci i Nostri soldi?

Vi porto un esempio:in Italia la prostituzione e' un reato penale.

Il primo puttaniere d'italia sappiamo tutti chi e'!

I siti che pubblicizzano le escort sono migliaia.

I primi frequentatori di escort sono politici,calciatori,attori e gente impotante(con i soldi) che poi va in televisione a fare la morale.

Secondo la legge e' vietato sia prostituirsi che frequentare prostitute,bene!

Adesso datemi Voi una risposta a questa domanda:una escort va dal chiambretti night come ospite,viene accolta come un regina,dichiara apertamente la sua professione,fa i nomi dei suoi clienti e poi se ne torna a casa con un bel gruzzolo per aver partecipato alla trasmissione,conseguenze penali:NESSUNA.

Se uno di noi va dal chiambretti night e dichiara di essere un giocatore d'azzardo nei casino online,di riuscire a vivere con questo lavoro,RISCHIANDO SOLO I SUOI SOLDI ,sicuramente all'uscita della trasmissione ci sarebbero finazanza,carabinieri,polizia,118,vigili del fuoco,e forse anche l'esercito ad aspettarci x metterci dentro.

A voi tutto questo sembra giusto?

al contrario di quanto pensi in questo paese prostituirsi NON E' REATO...!!!....ci sono dei reati specifici che ruotano intorno alla prostituzione (sfruttamento,favoreggiamento tc.)ma prostituirsi è concesso, frequentare prostitute non è reato...è reato trombare in luogo pubblico o aperto al pubblico e quello non solo con le prostitute ma anche con la tua donna...(si chiama atti osceni il reato intendo)...è reato pagare un minore per trombare anche se tu non sai che è minore...(tipo quel nostro amico...)...non bisogna confondere con reato le ordinanze dei sindaci contro la prostituzione che in realtà sono solo delle multe pecuniarie peraltro regolarmente smentite dai vari tar(solo che costa più il ricorso che la multa e pochi lo fanno)

Edited by trottatore2
Link to comment
Share on other sites

il problema secondo me non si pone perche' quando versiamo con carta di credito nei casino,in particolare microgaming e playtech,sull'estratto conto non compare il nome di nessun casino ma AQUAPAY,WEBDOLLAR ed altro.

queste sono societa' finaziarie a cui si appoggiano i casino e sicuramente non sono tenute a fornire informazioni all'AAMS in quanto non si trovano sotto la giurisdizione italiana.

Ma cosa credono i politici italiani(o megli quei ladri)che l'Italia e' il grande fratello del mondo?Siamo un paese ridicolo dove la corruzione in ogni settore sta raggiungendo i livelli dei paesi piu' poveri del sudamerica,e adesso voglio decidere anche come dobbiamo sputtanarci i Nostri soldi?

Vi porto un esempio:in Italia la prostituzione e' un reato penale.

Il primo puttaniere d'italia sappiamo tutti chi e'!

I siti che pubblicizzano le escort sono migliaia.

I primi frequentatori di escort sono politici,calciatori,attori e gente impotante(con i soldi) che poi va in televisione a fare la morale.

Secondo la legge e' vietato sia prostituirsi che frequentare prostitute,bene!

Adesso datemi Voi una risposta a questa domanda:una escort va dal chiambretti night come ospite,viene accolta come un regina,dichiara apertamente la sua professione,fa i nomi dei suoi clienti e poi se ne torna a casa con un bel gruzzolo per aver partecipato alla trasmissione,conseguenze penali:NESSUNA.

Se uno di noi va dal chiambretti night e dichiara di essere un giocatore d'azzardo nei casino online,di riuscire a vivere con questo lavoro,RISCHIANDO SOLO I SUOI SOLDI ,sicuramente all'uscita della trasmissione ci sarebbero finazanza,carabinieri,polizia,118,vigili del fuoco,e forse anche l'esercito ad aspettarci x metterci dentro.

A voi tutto questo sembra giusto?

la escort che dice che fa la escort e dice con chi ha trombato non può essere perseguita per il semplice fatto che non commette alcun reato...a meno che qualcuno di quelli chiamati in causa non presenti querela per diffamazione entro il termine di giorni 90 dalla mandata in onda della trasmissione..e se nessuno lo ha fatto è evidente che tacciono perché hanno paura delle foto fatte con i telefonini e preferiscono che la sputtanata finisca nel dimenticatoio

Edited by trottatore2
Link to comment
Share on other sites

troppo bello si purtroppo :) ..ma qualcuno è riuscito a capire quanto è il pt del bonus del 50%?così..per curiosità..io non ci gioco comunque..però a me sembrano molto più trasparenti i termini di molti casinò non-aams...e questi payout?c è da fidarsi? :aaah:

la verità è che purtroppo con il tempo avranno la meglio..perché noi che abbiamo visto l epoca d oro,con bonus convenienti..che sappiamo cosa significa una buona promozione di benvenuto,noi possiamo capire..ma chi verrà dopo purtroppo si ritroverà a giocare in questi casinò,con la presa in giro del gioco sicuro..ma io stavo sicurissimo pure prima..mi hanno sempre pagato e offerto bonus incassabili di alto livello..di cosa mai dovrei essere più sicuro?

Ciao, da quello che mi risulta non c'è nessun play through. E' un bonus che ti da il 50% di quello che depositi fino a 50 euro. Ottieni così 50 euro di bonus che devi rigiocare 1 volta per endere prelevabile.

A me sembra meglio del play through :-)

Link to comment
Share on other sites

Scusa Takayuki ma chi è quel genio che inventa le promozioni?

non avrete mica assunto Isabella Cesaretti? (e non dirmi che non sai chi è Isabella).

E poi sei proprio sicuro che il bonus non sia appiccicoso?

perché se così fosse tecnicamente è un quasi-EZ 50% comunque una pessima promozione.

L'EZ 50% lo offre ad es. Interwetten che è uno dei casinò .com più rognosi attualmente in circolazione.

edit:

ora che mi ricordo c'era una normativa aams che imponeva l'obbligo di appiccicosità dei bonus. Puoi confermare?

Edited by tonino
Link to comment
Share on other sites

troppo bello si purtroppo :) ..ma qualcuno è riuscito a capire quanto è il pt del bonus del 50%?così..per curiosità..io non ci gioco comunque..però a me sembrano molto più trasparenti i termini di molti casinò non-aams...e questi payout?c è da fidarsi? :aaah:

la verità è che purtroppo con il tempo avranno la meglio..perché noi che abbiamo visto l epoca d oro,con bonus convenienti..che sappiamo cosa significa una buona promozione di benvenuto,noi possiamo capire..ma chi verrà dopo purtroppo si ritroverà a giocare in questi casinò,con la presa in giro del gioco sicuro..ma io stavo sicurissimo pure prima..mi hanno sempre pagato e offerto bonus incassabili di alto livello..di cosa mai dovrei essere più sicuro?

Ciao kratos confermo quello che scrive Takayuki il bonus 50% dovrebbe essre 1x,almeno i bonus che ho sempre ricevuto sul conto gioco di Sisal erano cosi ,presumo sia uguale per il casino'.Per me niente 50% di bonus essendo gia' cliente di Sisal .. anche se me lo avessero dato l'avrei usato per le scommesse.Per il momento io non cambio gioco solo su casino' .COM :)

Link to comment
Share on other sites

Guest kratos

e io concordo capitano! :aaah:

il bonus è colloso..1x è anche troppo..ma che diavolo di welcome è questo?

vorrei almeno e dico almeno un 100% incassabile..ma risulta anche a me che c è l obbligo sticky.

Link to comment
Share on other sites

Scusa Takayuki ma chi è quel genio che inventa le promozioni?

non avrete mica assunto Isabella Cesaretti? (e non dirmi che non sai chi è Isabella).

E poi sei proprio sicuro che il bonus non sia appiccicoso?

perché se così fosse tecnicamente è un quasi-EZ 50% comunque una pessima promozione.

L'EZ 50% lo offre ad es. Interwetten che è uno dei casinò .com più rognosi attualmente in circolazione.

edit:

ora che mi ricordo c'era una normativa aams che imponeva l'obbligo di appiccicosità dei bonus. Puoi confermare?

che intendi per "appiccicosità" ?

Link to comment
Share on other sites

[

quote]Sul sito esiste un pratico glossario voluto dal nostro signore e padrone Gastardo

che tutto può e tutto vede , anche se si ostina a definirsi " padrone del casinò " mi sembrava che fosse il " padrone del forum " o forse .... ha un casinò e ce lo tiene nascosto ( i piccoli dettagli nascondo a volte grandi verità ).

felicità

Link to comment
Share on other sites

Sul sito esiste un pratico glossario voluto dal nostro signore e padrone Gastardo:

http://www.ammazzacasino.com/glossario_casino_online.php

grazie ho letto il glossario ma temo di no aver capito bene...questo tipo di bonus offerto da Sisal ricalca la logica della maggior parte dei bonus utilizzati in Italia su scommesse e poker, dove generalmente il bonus che si riceve è progessivo ovvero va sbloccato giocando.

Posso immaginare quiandi che questo tipo di bonus sia, almeno per ora, il più facile da offrire.

tieni presente inoltre che sul .it non è detto che si apossibile replicare tutto quello che c'è sul .com.

Ad esempio il bonus playthrough è stato regolato da AAMS solo l'11 giugno 2011

Scusami ma un bonus di questo tipo che ti permette di incassare subito 50 euro subito dopo averlo giocato non è più conveniente di un bonus playthrough magari più elevato ma che devi rigiocre 30 volte (ammesso che si riesce a sbloccarlo in giochi che valgono 100%)e poi magari perdi?

Chiedo perché sicuramente mi sfugge qualcosa riguardo le meccaniche di incasso dei bonus casinò...

ps purtroppo non conosco la Cesaretti, ma facendo una ricerca su google ho visto che si tratta di qualche addetta ai lavori non proprio preparate giusto ? sarei felice di saperne di più

Scovato un altro casinò aams, stavolta con bonus decente:

i5p2rr.jpg

è un fotomontagio vero? in rete non ho trovato nulla approvato da aams che offra ancora il playthrough...

Link to comment
Share on other sites

Caro Takayuki, i concetti che esprimi sono preoccupanti. Possiamo tradurli con "A noi non interessa una clientela matura e consapevole :ciao: (che non significa affatto bonus abuser), ma tanti bei polli da spennare senza fatica!". Finalmente riconosciamo la politica che ha creato la fortuna dei giochi di "massa" (grattaevinci, macchinette da bar....).

Meno male che sono quasi un ex-giocatore...

Mala tempora currunt!

The Guru

Ciao Theguru, non capisco perché definisci i concetti preoccupanti? Di cosa sei preoccupato scusa?

Da come hai interpretato le mie parole sembra che le azinde che offrono i casinò o anche altri giochi, sia esse .com che .it, siano delle entità malvagie che vogliano "spennare" polli...

Non ci siamo capiti.

Innanzitutto io ho semplicemente illustrato in maniera trasparente dei concetti banali ovvero che i casinò fanno margine sui giocatori che io definirei "casual" ovvero non esperti e scafati come quelli che bazzicano questo forum.

Questo vuol semolicemente dire che qualunque casinò ha convenienza ad avere giocatori di questo tipo, non consapevoli e che non si ingegnano per trovare modi legali per sfruttare qualsiasi bonus, promozione o altro.

Parentesi: io non ci trovo nulla di male in questo purchè si agisca nell'mabito della legalità e sono anche io un bonus seeker. Chiusa parentesi.

Non ci vedo nulla di male e di preoccupante. Gli operatori di gioco sono delle aziende normali che devono fare profitti ed è logico che si rivolgano ad un target che lo possa garantire in modo più sicuro e che preferirebbero non avere tutti giocatori esperti.

Agli operatori comunque interessa assolutamente un giocatore consapevole e responsabile che non perda tutto in una sera e che non si rovini per mille motivi.

A seconda del gioco offerto poi ci sono clienti ideali che si vorrebbe avere ed altri meno.

Nel poker ad esmepio, ai concessionari no frega una mazza di spennare perché non esiste proprio il concetto.

E' un gioco senza banco dove l'operatore guadagna sulle giocate.

Chi vorrei come clienti qui? un giocatore che gioca regolarmente, a break even che genera revenue ed un altro tipo di giocatori che perde il giusto per far mantenere a galla l'altra categoria.

Chi preferirei non avere avere in quantita minima? Gli shark, che pur macinando rake, prendono quasi tutto indietro con i vip program e rakeback e allo stesso tempo manfgiano i fish e portano via i soldi dall'ecosistema.

Questo discorso può essere fatto anche per altre tipologie di gioco ma lalogica è la stessa: ci sono giocatori profittevoli ed altri meno ed è logico che gli operatori preferiscano i primi ai secondo.

Non dimentichiamoci poi che nessuno obbliga nessuno a giocare e farsi spennare, siamo tutti liberi. Le aziende poi operano cercando di offrire sempre il migliore prodotto per soddisfare i propri clienti cercando di fare profitto.

Che c'è di pericoloso in questo?

Poi se la vuoi mettere sul piano etico è un altro discorso dove ognuno dice la sua sul tema "stato-biscazziere" ma se si parla di strategie di marketing allora davvero non ti capisco.

Link to comment
Share on other sites

Tonino con quello che costano le licence ams € 350.000 per 5 anni non credo che ci siano molti ex dipendenti che si mettono in proprio

Sui problemi organizzativi riguardanti i neo-casinò italiani:

appunto per evitare inevitabili esaurimenti nervosi da "lavori in corso" non sarebbe meglio per noi dimenticarsi degli aams per un paio di mesi? lo abbiamo fatto per anni, aspettiamo ancora un po' prima di entrare dalla porta principale, hai visto mai che ci accoglieranno stendendo il tappeto rosso! :ciao:

In effetti l'apertura è stata costellata di una serie di errori e di carenze davvero enormi.

Il fatto è che questo bagno di sangue era stato ampiamente previsto il che vuol dire che gli operatori non sono stati messi nelle condizioni di poter testare i prodotti in modo efficace.

D'accordo con Tonino, lasciamo un po' di tempo ai nuovi arrivati di adattarsi sapendo che la colpa non è tutta loro.

D'accordissimo.

Ragazzi ma i casinò sono partiti solo da due giorni! Diamogli il tempo di orgnnizzarsi no?!

Vero che molte aziende hanno alle spalle esperienze .com ma l'Italia è un nuovo mercato in fase id lancio, ci sono molte dirrenze, c'è una regolamentazione che non permette di fare tutto subito, eec, ci sono mille variabili.

Scusate ma i pokeristi che devono dire???? Nel 2008 è partito il mercato del poker solo a modalità torneo SENZA LA MODALITA CASH!!!! Ci sono voluti più di 2 anni!

Non so, è come se i casinò partono senza blackjack e roulette...

Link to comment
Share on other sites

Parentesi: io non ci trovo nulla di male in questo purchè si agisca nell'mabito della legalità

Se posso permettermi un suggerimento, provate a rendere fruibili i casino già a partire dai 16 anni, le scuole italiane son piene di ragazzini convinti di essere maghi del poker (poi magari non sanno calcolarsi le probabilità della seconda legge di Mendel..) sarebbero ottimi clienti.

In fondo una leggina ad hoc, non dovrebbe essere difficile da ottenere, basta fare le pressioni giuste.. l'industria dell'automobile c'è già riuscita.

Link to comment
Share on other sites

No il casinò del Cass non esiste... per ora.

Nel mio post avevo fatto due considerazioni: una pratica e una normativa.

Quella di tipo pratico è che un pt 1x incassabile non lo dava neanche la Cesaretti, figura mitologica famosa per le sue doti di generosità, ti basti sapere che il bonus che offriva lo chiamavamo "crocerossa" e ho detto tutto.

Quella di tipo normativo deriva da un recente articolo letto online che ventilava l'obbligo di sticky con tutte le considerazioni dette sopra riguardo la loro scarsa resa qualitativa. Al che dubbioso sono andato a cercarmi la direttiva originale per vedere se gli incassabili potessero essere previsti, si trova qua firmata in calce dal solito Tagliaferri:

http://www.aams.gov.it/sites/aams2008/files/GIOCHI/GIOCHI-DI-ABILITA/NORMATIVA/20110610_Indicazioni_bonus.pdf

Mi è piaciuta parecchio questa frase:

"modalità e condizioni di assegnazione ed utilizzo di eventuali bonus nonché le restrizioni di prelievo dei bonus e del credito di gioco ai quali sono collegati, che devono in ogni caso risultare economicamente vantaggiose per il giocatore."

E' l'aams stessa ad ordinare ai casinò: niente bonus ciofeca!

altrimenti si perde la licenza! :ciao:

Link to comment
Share on other sites

Parentesi: io non ci trovo nulla di male in questo purchè si agisca nell'mabito della legalità

Se posso permettermi un suggerimento, provate a rendere fruibili i casino già a partire dai 16 anni, le scuole italiane son piene di ragazzini convinti di essere maghi del poker (poi magari non sanno calcolarsi le probabilità della seconda legge di Mendel..) sarebbero ottimi clienti.

In fondo una leggina ad hoc, non dovrebbe essere difficile da ottenere, basta fare le pressioni giuste.. l'industria dell'automobile c'è già riuscita.

Ops, non ci siamo capiti. Volevo dire che non trovo nulla di male nel fare bonus seeking :ciao: senza commettere frodi.

Solo questo.

Per il resto ho una mia idea sullo "Stato biscazziere" e soprattutto sui Casinò Games che di certo non ricalca la tua battuta, anzi.

Link to comment
Share on other sites

No il casinò del Cass non esiste... per ora.

Nel mio post avevo fatto due considerazioni: una pratica e una normativa.

Quella di tipo pratico è che un pt 1x incassabile non lo dava neanche la Cesaretti, figura mitologica famosa per le sue doti di generosità, ti basti sapere che il bonus che offriva lo chiamavamo "crocerossa" e ho detto tutto.

Quella di tipo normativo deriva da un recente articolo letto online che ventilava l'obbligo di sticky con tutte le considerazioni dette sopra riguardo la loro scarsa resa qualitativa. Al che dubbioso sono andato a cercarmi la direttiva originale per vedere se gli incassabili potessero essere previsti, si trova qua firmata in calce dal solito Tagliaferri:

http://www.aams.gov.it/sites/aams2008/files/GIOCHI/GIOCHI-DI-ABILITA/NORMATIVA/20110610_Indicazioni_bonus.pdf

Mi è piaciuta parecchio questa frase:

"modalità e condizioni di assegnazione ed utilizzo di eventuali bonus nonché le restrizioni di prelievo dei bonus e del credito di gioco ai quali sono collegati, che devono in ogni caso risultare economicamente vantaggiose per il giocatore."

E' l'aams stessa ad ordinare ai casinò: niente bonus ciofeca!

altrimenti si perde la licenza! :ciao:

Ti posso dire che in Sisal sono perfettamente consapevoli delle dinamiche dei bonus e se hanno tirato fuori un bonus di questo tipo è perché non avevano alternative a livello di meccanica.

Sono sicuro che tra qualche settimana arriveranno anche i PT.

La circolare che hai citato è stata pubblicata dopo che ad AAMS è stato fatto presente che per i casinò esistevano i bonus play through fino ad allora non contemplati dalla normativa.

I concessionari hano ovviamente insitito su questo punto facendo presente anche che sui PT non devono essere pagate imposte. AAMS ha recepito per fortuna.

La frase che hai trovato fa comunque intuire che AAMS ci tiene ai giocatori e alla trasparenza e che scassa davvero i maroni agli operatori.

A volte succede che gli operatori non rispettino la normativa magari non pubblicando le condizioni dei bonus, ecc. Quando si verifica questo, la cosa da fare è segnalare ad AAMS.

Link to comment
Share on other sites

Da come hai interpretato le mie parole sembra che le azinde che offrono i casinò o anche altri giochi, sia esse .com che .it, siano delle entità malvagie che vogliano "spennare" polli... Se hai la pazienza di leggere un po' dei miei post pregressi, ti renderai conto che non ho mai considerato i casinò nè enti di beneficienza, nè malfattori, ma aziende che operano in un settore particolare.

Non ci siamo capiti.

Innanzitutto io ho semplicemente illustrato in maniera trasparente dei concetti banali ovvero che i casinò fanno margine sui giocatori che io definirei "casual" ovvero non esperti e scafati come quelli che bazzicano questo forum. Quindi confermi che sotituendo la parola "casual" (chissà poi che c'entra?) con "pollo" il mio concetto non è mimimamente scalfito. Il bel cinghialone che si fa fuori lo stipendio il salario (nota la finezza, please) alle macchinette sarebbe meglio che usasse la connessione del figlio per fare una partitina alla rula!

Questo vuol semolicemente dire che qualunque casinò ha convenienza ad avere giocatori di questo tipo, non consapevoli i polli, appunto e che non si ingegnano per trovare modi legali per sfruttare qualsiasi bonus, promozione o altro. non insistere su questo punto che qua sul forum di bonus abuser ce ne saranno al massimo 2 o 3

Parentesi: io non ci trovo nulla di male in questo purchè si agisca nell'mabito della legalità e sono anche io un bonus seeker. Chiusa parentesi.

Non ci vedo nulla di male e di preoccupante. Gli operatori di gioco sono delle aziende normali che devono fare profitti ed è logico che si rivolgano ad un target che lo possa garantire in modo più sicuro e che preferirebbero non avere tutti giocatori esperti. Meno male che insisti anche tu che volete i polli! Se nel mio lavoro, non insegnassi ai miei "clienti" molte cose, li perderei dopo un mese!!!

Agli operatori comunque interessa assolutamente un giocatore consapevole e responsabile che non perda tutto in una sera e che non si rovini per mille motivi. Sicuri???? Magari la sera dopo prova a recuperare!

A seconda del gioco offerto poi ci sono clienti ideali che si vorrebbe avere ed altri meno. Già. Come in ogni lavoro.

Nel poker ad esmepio, ai concessionari no frega una mazza di spennare perché non esiste proprio il concetto.

E' un gioco senza banco dove l'operatore guadagna sulle giocate.

Chi vorrei come clienti qui? un giocatore che gioca regolarmente, a break even che genera revenue ed un altro tipo di giocatori che perde il giusto per far mantenere a galla l'altra categoria.

Chi preferirei non avere avere in quantita minima? Gli shark, che pur macinando rake, prendono quasi tutto indietro con i vip program e rakeback e allo stesso tempo manfgiano i fish e portano via i soldi dall'ecosistema. Non parlo il linguaggio dei pokeristi e non ho nessuna voglia di impararlo solo per risponderti.

Questo discorso può essere fatto anche per altre tipologie di gioco ma lalogica è la stessa: ci sono giocatori profittevoli ed altri meno ed è logico che gli operatori preferiscano i primi ai secondo. Quest'anno andremo insieme in pellegrinaggio sulla tomba di Monsieur Jacques II de Chabannes de La Palice

Non dimentichiamoci poi che nessuno obbliga nessuno a giocare e farsi spennare, siamo tutti liberi. Le aziende poi operano cercando di offrire sempre il migliore prodotto per soddisfare i propri clienti cercando di fare profitto.

Che c'è di pericoloso in questo? In un mondo ideale, nulla.

Poi se la vuoi mettere sul piano etico è un altro discorso dove ognuno dice la sua sul tema "stato-biscazziere" ti ricordi se su questo forum ho espresso qualche parere a riguardo? ma se si parla di strategie di marketing allora davvero non ti capisco.

Mi ero dimenticato che necessariamente etica e marketing contastano. Ribadisco e invito tutti a farne il loro motto: Mala tempora currunt

The Guru

Link to comment
Share on other sites

@ PK85: sì puoi giocare, l'unica novità è che Tremonti & c. tengono sotto controllo i tuoi depositi

Non penso mai alla morte, perché non c'è neve all'inferno.

Chi l'ha detta? Alberto Tomba?

...devono in ogni caso risultare economicamente vantaggiose per il giocatore.

Tra un po' nel glossario di ammazzacasinò verrà aggiunta la voce:

bonus EV (economicamente vantaggioso)

curiosamente anche gli inglesi chiamano +EV (expected value) un bonus vantaggioso mentre con -EV intendono un bonus sòla.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...