Sistema sulle Dozzine (ripresa)


Giuseppes
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti

vorrei riprendere un vecchio sistema sulle Dozzine (già presente presso un vecchio Forum del 2010, all'epoca "Siciliano Dentro"), ideato da un team del tempo, di cui il grande programmatore Shadow aveva confezionato due software (se non ricordo male: Sistema "Dozzine.zip + copertura dello 0" e Sistema "RouletteWin.zip"). Al tempo, ho provato per poche ore solo il primo dei due software in oggetto, ritenendolo assolutamente strabiliante. Purtroppo, poi, nel cambiare casa e città, ho smarrito entrambi i file di Shadow ... Varie vicissitudini mi inducono soltanto ora a tentare di rintracciare l'Autore del Programma, cui va tutta la mia stima e gratitudine (ne lodo la grande umanità, nonché il formidabile software "Roserpina"), nel tentativo di riprendere le fila di quel discorso assolutamente convincente. Grazie per l'attenzione.

Link to comment
Share on other sites

Ciao jackjliet.

Purtroppo mantengo ricordi sporadici su quel sistema sulle Dozzine, avendo provato solo per qualche ora il Programma che ne fece Shadow. In quel tempo, non attenzionai per nulla, sul piano teorico, l'animata discussione da cui era nato il software in oggetto: in una ventina di minuti scorsi per sommi capi l'intera e lunga discussione - che sintetizzerò appresso -, senza approfondirne i particolari teorici. I miei problemi familiari di quel periodo della mia vita, infatti, mi assorbivano, e il gioco della roulette, per me, costituiva un momentaneo rifugio. Ricordo bene, comunque, che Shadow irruppe d’improvviso in quella animata discussione (tra lo stupore generale del team ideatore del sistema) e, in due parole, com'è solito fare, manifestò il suo interessamento scrivendo che ne avrebbe ricavato un software. Questo software fu perfezionato diverse volte da Shadow, il quale, di volta in volta, ad ogni rilascio, motivava (con dovizia di particolari) i perfezionamenti adottati, fino alla stesura finale. Infine – in quella medesima discussione – egli rilasciò tre software: Sistema "Dozzine.zip + copertura dello zero”; Sistema "RouletteWin.zip"; Sistema “Win The Game” (vado molto a memoria coi nomi e probabilmente i tre sistemi sono molto diversi tra loro). In merito al sistema sulle Dozzine, in oggetto, ricordo che Shadow, con le nuove stesure del proprio software, aveva dato perfino la possibilità di poter adottare delle progressioni personalizzate, sostenendo, in più, che risolvere la copertura dello zero non era stato un problema complesso. La copertura dello zero, a detta dell’Autore, adoperava il 10% della montante usata: in pratica giocando il primo colpo da 1 euro e vincendo s’incamerano 0.90c, ma prendendo al secondo colpo s’incamerano 0.60c per effetto della copertura. Ricordo anche che egli era riuscito a venire a capo di un bug sull'inserimento dello zero. Non so se, poi, ci furono ulteriori revisioni del Programma, ma era chiarissimo che Shadow era soddisfatto del risultato ottenuto attraverso i vari ritocchi via via adottati. Poiché tutto il team che aveva elaborato il sistema sulle Dozzine dichiarava unanimemente che il software creato ad hoc, da Shadow, non solo era praticissimo e funzionava benissimo, ma era anche vincente, lo scaricai e lo provai personalmente per qualche ora - come detto - senza subìre sconfitta. Ne ero rimasto impressionato, e del resto ero consapevole che un Programma realizzato da Shadow doveva essere, di certo, qualcosa di pregevole. Andando sempre a memoria, il software da me provato aveva nella schermata principale un pulsante per attivare oppure disattivare una tabella che indicava l'andamento del gioco con i seguenti dati (vado a memoria…): "ID" (indice previsioni messe in gioco); "Dozzina" (la dozzina che dà la vincita); "Colpi" (i colpi di gioco per ottenere la vincita); “Montante” (la montante usata); “Cassa Esposta” (la Cassa esposta nei colpi di gioco); “Esito G” (o qualcosa di simile) che forniva l’Esito della giocata con le vincite positive oppure in negativo. Il pulsante “Salva tabella” salvava l'intera tabella in .csv; per controllare la tabella occorreva chiudere il Programma, e nella cartella dove esso era allocato si trovava un nuovo file chiamato "Tabella Dozzine.csv" contenente l'intera sessione. Ricordo che se si decideva di fare una nuova sessione di gioco e non si voleva perdere la tabella, occorreva rimuoverla dalla cartella menzionata (oppure occorreva rinominarla) poiché il Programma sovrascriveva quella tabella, e tutti i dati, in questo caso, sarebbero andati persi. Di fatto, il gioco eseguiva una progressione di 3 colpi e se al terzo colpo la previsione non si verificava il Programma mostrava solo una monetina ma senza montante e senza più Puntate fino a che la previsione non avesse avuto esito positivo, quindi si giocava con la nuova previsione. La cosa mi sembrò semplice e geniale, ma, in quel tempo, non ebbi tempo né voglia di approfondire i termini teorici del gioco, e mi limitai a provarlo pedissequamente. Non avendo avuto più occasione di riprovare questo Programma, nel tempo avvenire, per averlo smarrito (come dicevo prima), ho pensato di creare la presente discussione in questo Forum, nella speranza di poter ottenere qualche ulteriore risposta chiarificatrice o da chi ha creato il sistema (nel caso ci stia leggendo) o da Shadow in persona, per la sua cortesia, sapendolo management di questo Forum. Cordialità.

Edited by Giuseppes
modifica del testo
Link to comment
Share on other sites

Ciao, ho un bel ricordo di quel periodo, ma in tutta sincerità non ricordo di preciso il sistema sulle dozzine a cui fai riferimento. Non ricordo chi fosse l'autore, ma credo che se il sistema fosse stato vincente, con molte probabilità oggi non si starebbe qui a parlarne in un forum. Il win the game lo ricordo, in realtà era il sistema di cui si parlava nel sito prima di accedere al forum, non vorrei ricordare male ma l'admin aveva promesso di farne realizzare una versione digitale, da condividere con gli utenti del forum. Visto che ho sempre amato il divertirmi con gli altri, su quel forum credo di averne realizzati un bel pò, aldilà della condivisione, il mio intento è sempre stato quello di cercare di non far buttare soldi alla gente, visto che già ne buttavano parecchi nel gioco. Avevo un ottimo rapporto con l'adim del forum, ma ho sempre scritto quello che ne pensavo di tutte le cose pubblicate, dando attraverso un programma ad ogni utente di farsi una propria idea sul sistema in questione. Quando iniziarono ad esserci situazioni non limpide, personalmente abbandonai il forum, e non molto tempo dopo lo stesso finì di esistere, i forum di questo tipo sono luoghi dove per certi versi trovano terra fertile i venditori di fumo, sarà per questo che ogni tanto si parla di qualche ciofeca di bot anche in questo. Tornando al sistema delle dozzine, non posso dirti molto in merito perché non ricordo quale sia.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Shadow: ti ringrazio per la risposta. Sono un giocatore dilettante e, in lontano passato, ci siamo già sentiti per Forum. Leggendoti "tra le righe" si intuisce che quel vecchio sistema sulle Dozzine tu lo abbia accantonato e, quindi, non è il caso di riparlarne: se discutiamo su questo bel Forum è perché ci interessa vincere contro il Banco (il più delle volte) e non perdere come polli. Sul "Win the Game", invece, ricordo come tu, a suo tempo, lo abbia perfezionato e condiviso (con la gentilezza e il garbo che ti contraddistingue); ma, ovviamente, non ne conosco la resa reale a tappeto, per non averne mai seguito gli sviluppi concreti (l'ho pure smarrito nel cambio di casa). Se mi è concesso un elogio (che è insieme un ringraziamento) voglio aggiungere due cose su "Roserpina" (che ho scaricato da un Forum parecchi anni fa conservandolo gelosamente tra i classici): software di cui – sono certo – ti ricorderai. Gradirei, se possibile, un commentino, tuo e di chiunque voglia intervenire, su quanto segue, senza aver la pretesa di pontificare, ma di dibattere sulla base della mia esperienza di gioco online. Restiamo, comunque, in tema di Dozzine, perché "Roserpina" prevede il gioco anche sulle Dozzine (io, invece, gioco semplice: sul Colore Rosso). Presumo, innanzitutto, che puntare somme medio-alte in una roulette live (o processore live), anche di notoria serietà, conduca, prima o poi, al c.d. "salto" del giocatore che incautamente decida di mettere a rischio la propria disponibilità di Cassa, pur sostanziosa, con puntate di partenza medio-alte. Il c.d. “salto” avviene non perché le roulette live o i processori sono truccati, bensì a causa dei limiti di puntata che ogni gestore di roulette si assicura per tutelarsi e, cioè, per evitare che avvenga la vincita sicura del Cliente che possa disporre di una Cassa danarosa. Il ragionamento è semplice: il giocatore che mettesse in gioco una Cassa simile, in mancanza dei limiti di puntata, facilmente, con un minimo di esperienza, convolerebbe alla vittoria pressoché di ogni Partita. Ma, nella realtà, questo tipo di giocatore, dalla Cassa Disponibile danarosa, prima o poi è costretto, sia a causa dei limiti di puntata stabiliti dal gestore, che dell’intrinseca irrazionalità della roulette, ad aumentare la posta (o a decidere di arrendersi quando già è in perdita), e quindi a soccombere a sconfitte più o meno pesanti. Ritengo, poi, che sia fuori strada chi ritiene che i Numeri della roulette abbiano una memoria che ubbidisca ad una logica scientifica: a parte le macchine difettose, e a parte i tentativi volontari di truffa (cose possibili ma che esulano dal presente discorso), la pallina di una roulette normale si arresta in maniera casuale (meglio: imprevedibile) e non è vincolata a qualche supposta pseudo-legge deterministica. È indiscutibile, peraltro, come la maggiore copertura del Tappeto, cioè l’ampliarsi del bersaglio, sortisca, come effetto, la maggiore possibilità di vincere il Colpo, ma determini, in parallelo, una pericolosa vulnerabilità della Cassa Disponibile. Tutte le criticità anzidette si superano, a piè pari, sfruttando l’assoluta e astuta logicità di “Roserpina”. Il giocatore della roulette, nel rispetto di determinate condizioni (del tutto semplici e razionali), e con l’uso oculato di “Roserpina”, si permette la vincita certa, trasformando un gioco d’azzardo in un gioco a lui favorevole. Le condizioni anzidette (le più importanti) si possono così compendiare: a) la stabilità della connessione ad Internet durante la Partita e la serietà del gestore del servizio di Scommesse (cose possibili); b) la puntata di partenza (Utile Stabilito) deve essere molto bassa (ad ogni Partita), per cui si impianta un gioco responsabile, sereno e di puro divertimento (senza pretese speculative particolari), che porterà alla vittoria dell’uomo sulla macchina; c) la Cassa Disponibile deve essere strutturata finanziariamente sulla base dell’Utile Stabilito molto basso, al fine di poter reggere agevolmente ogni possibile capriccio della Ruota, di cui sono note a tutti la stravaganza e l’incoerenza più assolute (sono incappato in 19 Rossi consecutivi, tre zeri consecutivi, 12 volte la stessa Dozzina, etc.); d) in caso di eccessivo dislivello tra Puntate Perse e Puntate Vinte (facilmente visualizzabile nella parte bassa di “Roserpina”), cosa che avviene abitualmente nel corso di Partite “difficili”, è indispensabile ricorrere (senza timore) al Pulsante Modifica CV (anche più di una volta in una stessa Partita) che consente di abbassare anche drasticamente le Puntate, in attesa di un miglior riequilibrio del Vinto-Perso; e) nessuna paura, in ogni caso, sulla martingala finale di uno/due Colpi che è necessaria per concludere vittoriosamente la Partita disponendo, come detto, di un margine di Cassa  proporzionale all’Utile Stabilito (UT). Così facendo, ormai da tre anni a questa parte non ho mai perso, cioè mi allontano dal computer di gioco sempre vincente, dopo ogni Partita online. Mi accontento di vincite molto basse, consapevole che, nel gioco temerario, imprudente e impulsivo, alla roulette online, il c.d. “salto” può essere la regola e non l’eccezione. Vero è che, applicando il Turbo al processore, il numero di Partite effettuabili – tempo libero permettendo – aumenta drasticamente accrescendo la vincita complessiva di una singola seduta. Diversa dalla mia, invece, è la concezione della roulette di chi voglia giocare d’azzardo, con puntate medio-alte, allo scopo di ottenere esiti finanziari di un certo rilievo: questo tipo di giocatori è destinato a perdere parte del proprio capitale investito (sarebbe molto meglio, per costoro, rileggere i classici). Io lo so, perché in passato – ben prima del ravvedimento – sono stato tra questi perdenti, e mi ci identifico. Infine, rivolgendomi solo a Shadow, ho la volontà di chiederti se “Roserpina” sia l’ultimo traguardo da te concepibile o se, nel frattempo, questa bella creatura sia stata perfezionata ulteriormente (ne posseggo una versione ormai datata) con un'altra creatura analoga o, se il caso, perfino superiore. E quindi ti chiedo se oggi potresti guidarci, in condivisione generale, da par tuo, affinché ogni Utente punti risolutamente all’obiettivo per cui è nato un Forum serio come questo e, come tu stesso suggerisci, si faccia una propria idea rifuggendo dai venditori di fumo e di bot che, all’esterno, sono sempre più agguerriti e costantemente in agguato. Mi scuso per la lungaggine. Cordialmente.  

Edited by Giuseppes
modifica del testo
Link to comment
Share on other sites

  • 5 weeks later...

Lunghetto da leggere, sinceramente non saprei cosa scrivere in merito  ognuno ha una propria strategia di gioco, c'è chi la vuol condividere e chi non ci pensa nemmeno.

felicità

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share