Il Blocco Aams Si Espande?


Recommended Posts

C'è una cosa però che non abbiamo considerato. Non abbiamo il coltello dalla parte del manico, però secondo me Bet365, i casinò di malta, e tutta l'allegra compagnia che opera con una regolare licenza europea ci aiuterebbe in questa campagna. Secondo me se apriamo un gruppo facebook e il gruppo si ingrossa, penso che dei finanziamenti anche piccoli per pubblicizzare la cosa li potremmo ottenere da questi casinò europei.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 104
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Io penso che l'idea di fondo sia un'inganno per il giocatore e una tutela per le casse dello stato perennemente in rosso.. ma questo è un personale punto di vista.

Si, mettiamo lo sfizioso timone di AAMS preceduto da :" BLOCCATO DA:"

ho la vodafone station da circa due anni, ho provato a farmi aiutare da dei super "smanettoni" di pc, purtroppo non c'è nulla da fare, i DNS vengono considerati a monte del tuo pc, appunto nella stati

Mi pare che tutti giocano e incassano regolarmente ai casinò .com

Per quale ragione volete fare sti benedetti raduni in piazza? per quei quattro casinò che hanno chiuso le porte agli italiani? oppure per le vincite che vanno dichiarate nel 730? o ne fate una questione teorica di principi libertari?

Ma volevo introdurre un altro aspetto della faccenda che mi ha suggerito la lettura del post di Kratos. Noi tutti ci sentiamo deprivati della nostra libertà di spendere per divertirci come ci pare ma... appunto per questo:

che cosa avrebbero di tanto speciale e divertente i casinò online per essere "oggetto del desiderio"? Nulla!

Finchè c'erano i bonus (quelli veri di una volta) giocare aveva un senso perché sul lungo periodo si andava in attivo e 1000€ al mese in più nelle tasche facevano comodo a tutti. Oggi le promozioni sono delle truffe e non c'è alcuna varietà nelle proposte, i casinò online sono tutti uguali (soliti playtech, mg, rtg) con giochi ripetitivi e noiosi. Le versioni aams saranno delle pallide fotocopie dei già deprimenti casinò .com e allora?

Imho bisogna guardare avanti orientandosi verso altri settori del gambling più emozionanti (e remunerativi) dei casinò. Uno su tutti seguire alla TV un match scommettendo in live con birra gelata e pizza (o frittata di cipolle).

I casinò online li lascerei esclusivamente ad una ristretta cerchia di giocatori razionali che sono riconoscibili da due caratteristiche: grosso budget e uso sistematico dei bots.

Insomma per me il divertimento (e il guadagno) stanno altrove. perché restare ancorati ai vecchi e scialbi casinò online? solo per un'abitudine dura a morire?

Link to post
Share on other sites

purtroppo non proprio tutti i .com

spero che non sia la prima di una lunga serie

Hi robxxx,

I regret to inform you that we are no longer able to offer real money games

to players within your country. I would like to assure you that your

account remains open and you will have ample time to request a cash out of

your balance. Please note the minimum cash out requirement of your

preferred method posted on the cash out page.

I thank you for choosing Tower Gaming and for giving us the opportunity to

take care of you; I hope that we can meet again in the future.

Warm Regards,

Josephina

Tower Gaming Player Manager

www.towergaming.com

See You at the TOP!

[email protected]

Edited by postell
Link to post
Share on other sites
Guest kratos

he Tonino,non hai tutti i torti,in effetti è vero..noi tutti abbiamo iniziato a giocare,ed abituarci ai casinò proprio per i grossi guadagni che facevamo con le promozioni stellari che avevamo..oggi c è una miseria di promozioni che fa pura,a meno che non ci si mette di santa pazienza a giocare in casinò che pagano un po per volta in tempi lunghi.

comunque conviene giocare solo su rtg secondo me.

sono piuttosto deluso dai microgaming,con queste cagate del 10-30%..poi hanno aumentato il pending,e questa è una pretesa che non potevano permettersi,visti i bonus...ma che stanno a fare?non c è verso..pagano meno..per forza..non danno bonus,hanno tantissime slots,che senza bonus prima che iniziano a pagare ce ne vuole..i tornei si ok..ma alla fine non conviene giocarci se non così casualmente,non conviene farne un business.

al massimo posso considerare il 32 red..che comunque anche se vinco la 100€ me la prendo perché sono soldi che ho entro domani..poi questi playtech pure sono spenti e scarsi di bonus..con un pending di 4 giorni dovrebbero avere il 100% su tutti i depositi.

secondo me il guadagno sta negli rtg,in assoluto sono quelli che pagano di più,e il giusto compromesso è in quelli che pagano in 10 giorni lavorativi,con bonus quotidiiani oltre il 200%...è la soluzione migliore per chi ama le slots...con le scommesse io non mi diverto,e forse perché non ci so fare,neanche quadagno molto..ci ho provato.

Link to post
Share on other sites

Per quale ragione volete fare sti benedetti raduni in piazza? per quei quattro casinò che hanno chiuso le porte agli italiani? oppure per le vincite che vanno dichiarate nel 730? o ne fate una questione teorica di principi libertari?

Se avessi letto i post sopra ti saresti reso conto che tutto è partito dal fatto che se digiti casino online su google non trovi nulla: o siti bannati da aams o siti che sono stati forzati da aams a purgarsi e tenere contenuti vuoti. Ora ti chiedo, ma tu sei così contento che aams decida quello che puoi o non puoi cercare/trovare?

A me sto fatto di essere pilotato non sta bene per niente!!!

Link to post
Share on other sites

Sì però alla fine mi pare un discorso più teorico che pratico.

Non penso che i navigatori siano così sprovveduti da fermarsi ai primi siti che incontrano su Google. Se un sito non offre la vetrina dei casinò .com andando avanti nella ricerca si trovano... e poi ci sono i forum (Ammazzacasino.net non è oscurato) e i social network dove scambiarsi informazioni. Insomma ancora non ci troviamo nella Siberia stalinista.

Ho scritto su Google "casinò online" trovando due siti oscurati su dieci: uno è il Tropez (la gentaglia dell'Ing. Croce), l'altro è un concorrente di Gastardo ma meno sveglio sennò a quest'ora avrebbe provveduto al cambio-dominio come avvenuto qui.

E per il futuro non è escluso che le cose vengano peggiorate proprio dalla tanto osannata Comunità Europea che alla fine potrebbe approvare una bella legge che dà ragione all'Aams e agli altri regimi monopolisti europei (Germania, Francia, Norvegia, Spagna... siamo in buona compagnia).

Link to post
Share on other sites

Io sono tutto meno che teorico. A me piace la pratica, infatti ho scritto qui per vedere di organizzare qualcosa di concreto.

Magari a te l'operato di aams ti piace, tanto se i primi 10 risultati non funzionano ce ne sono altri mille.

Secondo me non faremo mai nulla proprio per le persone come te tonino che accettano passivamente le angherie di aams.

Quando c'è una prepotenza bisogna ribellarsi.

Essere oscurati e poi dover cambiare dominio non è bello, poi magari ti ritrovano e ti oscurano e tu ricambi dominio ... Ma in che razza di paese viviamo?

Poi considera che se cambi dominio hai zero visite perché è un sito nuovo quindi il concorrente di ammazza non è tanto stupido. Chi glielo fa fare a ripartire da zero?

Link to post
Share on other sites
Guest kratos

anche a me da molto fastidio venire privato della mia libertà,ed è esattamente quello che accade con il blocco aams.

purtroppo però,abbiamo le mani legate,non possiamo fare nulla di concreto,pensare di provarci ti fa onore,

ma in sostanza quanto mai abbiamo potuto fare qualcosa per qualcosa?non si può fare niente...per adesso...i tempi non sono maturi.

secondo me con il tempo le cose si aggiusteranno,il malcontento pubblico aumenterà fino a far crollare l aams,

non credo che la comunità europea possa approvare una legge che vieta l accesso a siti stranieri,in un epoca globale come questa,

e secondo me lo sanno anche loro,e cercheranno di approfittare di questo periodo transitorio..le barriere verranno abbattute..con il tempo..come è sempre stato per ogni cosa..un giorno questa storia farà sorridere..come il proibizionismo..la domanda è:quanto tempo occorrerà?

Link to post
Share on other sites

Diamo una accellerata al tempo perché il blocco aams esiste dal 2005 e penso che debba terminare al più presto. Se non si fa nulla tutto rimarrà come ora, anzi ultimamente avete visto che peggiora perché oltre ad oscurare i casino stranieri oscura anche siti italiani informativi come questo.

Tra poco ci faranno vedere solo quello che vogliono loro.

C'è già un gruppo su facebook contro il blocco aams che propone lo stesso link di gastardo http://www.antioscuramento.com/ io direi di adottarlo e di iscriverci numerosi e poi fare "mi piace" per spargere la voce (io purtroppo non sono tanto esperto di facebook).

http://www.facebook.com/group.php?gid=128090433869770

Oppure se qualcuno bravo di voi ne vuole creare uno ad hoc, ...

che la protesta abbia inizio!

Link to post
Share on other sites

Santinov: secondo me hai messo i DNS di google nella connessione di rete sbagliata. Devi metterli nella connessione di rete che utilizzi.

Comunque mi sembra che il problema di cui si discute qui sia il blocco dei casinò online e (soprattutto) dell'informazione relativa.

Non vedo come uno sciopero verso i casinò (bloccati) possa cambiare le cose dal momento che, pur essendo delle società che lucrano sui vizi della gente, sono anche loro vittime del blocco.

Capirei se lo sciopero fosse diretto verso quei i casinò con licenza ma dal momento che ancora non ci sono non vedo cosa l'interruzione per un giorno delle scommesse ai casinò bloccati possa simboleggiare.

Se il problema oggetto della discussione fosse un qualcosa su cui i casinò online hanno una qualche colpa allora uno sciopero avrebbe un certo significato.

In effetti GAS io non parlavo degli on line che vengono bloccati, parlavo di tutti quei siti online che hanno i logo aams dei gratta e vinci, lotto ecc.... insomma tutti quei giochi dove lo stato ci guadagna, mi scoccia di non poter raggiungere certi casino perche avrei degli ottimi bonus da sfruttare e poi mi scoccia come dice KRATOS, E qualcun'altro di non poter essere libero di spendere i miei soldi dove voglio.

Tonino non è il fatto di non poter giocare, (gioco poco e raramente dedico più il mio tempo alla famiglia, al volontariato e alla pesca) quello che mi scoccia è che lo stato cerchi in tutti i modi di pilotarmi verso i giochi aams e questo mi scoccia è una questione di principio, se gioco un € lo voglio giocare dove voglio io.

Ti capisco Gas intraprendere una azione legale contro aams non ti conviene o hai le spalle "larghe" del berlusca oppure è meglio aspettare primo o poi tutti i regimi cadono e cadrà anche aams

salutoni raga

Link to post
Share on other sites

Essere oscurati e poi dover cambiare dominio non è bello

Sembri coinvolto personalmente, hai un sito come Gastardo?

Posso capire il vostro malcontento, i tempi dei guadagni facili stanno per tramontare.

Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi, mi permetto di dire la mia.

Capisco le proteste di chi non riesce ad accedere a siti nei quali aveva dei soldi ma noi giocatori dovremmo essere contanti di quello che è accaduto e sta accadendo grazie ad AAMS con i giochi on line ed di conseguenza anche con i casinò.

Il nostro paese, generalmente sempre all'ultimo posto in Europa al massimo prima del Portogallo e la Grecia, è+ stato il primo nel mondo a regolare il mercato dei giochi e ha fatto da apripista per gli altri paesi.

Oltre all'orgoglio "nazionalista" per questo, la cosa fondamentale è che finalmente i noi giocatori siamo tutelati, gli operatori devono offrire numerose garanzie ed essere trasparenti.

Il prezzo da pagare è una tassazione leggermente più elevata (per i casinò comunque non cambia nulla per il giocatore dato che i payout non cambiano e le tasse sono sul margine del concessionario) per alcuni giochi ma ben venga.

Quello che è accaduto nel poker .com con full til. PokerStars, absolute poker ed altri (brevemente: il governo usa ha vietato l'accesso ai giocatori Usa e molti di loro non sono riusciti a prelevare i fondi anche perché le room li avevano impegnati in movimenti finanziari) in Italia non sarebbe mai accaduto.

I concessionari al momento di operare devono fare una fidejussione di 1,5 mio di euro a garaznia e no possono utilizzare i soldi dei conti dei giocatori per operazioni di investimento. Se tutti decidessero di prelevare contemporaneamente i fondi ci sono.

Ogni promozione, bonus e quant'altro è tutelato da AAMS e devono rispettare determinate regole.

Ad esempio una clausola che vedo spesso nei .com "l'operatore si riserva di sospendere la promozione e no attribuire il bonus a sua completa discrezione" non può esistere da noi perché una promozione è una promessa al pubblico tutelata dalla legge.

Ad esempio, approcciandomi ai casinò, ho conosciuto la meccanica dei bonus play-through. Se nel .com gli operatori non son obbligati a dare visibilità dello stato dello sblocco e sono portati ad essere poco trasparenti, in Italia AAMS obbligherà gli operatori invece a dare questa informazione.

Nella società in cui lavoro infatti dovremmo sviluppare questo contatore.

Tra l'altro la stretta di AAMS versono gli operatori che non operano secondo la normativa si sta facendo più forte, proprio ieri ho letto che nella nuova manovra finanziaria lo Stato sanzionerà gli istituiti bancari e postali, gestori di carte di credito che effettuano operazioni verso siti non provvisti di concessione prevedendo multe salate per chi li autorizza.

Si tratta quindi di una sorta di UIGEA italiana.

Tutto ciò secondo me è positivo e se da un lato lo Stato fa i suoi interessi ( e in nostri perché lo Stato siamo anche noi) tassando il gioco dall'altro invece tutela i giocatori.

Link to post
Share on other sites

Il prezzo da pagare è una tassazione leggermente più elevata (per i casinò comunque non cambia nulla per il giocatore dato che i payout non cambiano e le tasse sono sul margine del concessionario) per alcuni giochi ma ben venga.

Mi risulta difficile capire come sia possibile che il concessionario paghi una tassazione più elevata (licenze, tasse, accise..) e il payout dei giochi resti invariato.

Mi sembra invece logico pensare che tutte queste tasse le pagheranno proprio i giocatori che vedranno nei casino AAMS un payout molto più basso rispetto a quei casino che non devono sottostare a questo enorme peso fiscale.

Del resto il gioco AAMS per eccellenza (il lotto italiano), ha un payout in media sotto il 50%

Oltre all'orgoglio "nazionalista" per questo, la cosa fondamentale è che finalmente i noi giocatori siamo tutelati, gli operatori devono offrire numerose garanzie ed essere trasparenti.

Per quanto riguarda la trasparenza, io ho dovuto scoprire ammazzacasino per imparare che esiste una cosa chiamata "payout", quando giocavo al lotto come altri milioni di italiani sapevo solo che scommettendo un euro potevo diventare miliardario..

Di certo ad AAMS non conviene che i giocatori siano informati ed esperti, questo tipo di trasparenza sarebbe troppo controproducente.

"Lo stato siamo noi" sicuramente come definizione da vocabolario è corretta.

In Italia non saprei.

:)

Link to post
Share on other sites

Il prezzo da pagare è una tassazione leggermente più elevata (per i casinò comunque non cambia nulla per il giocatore dato che i payout non cambiano e le tasse sono sul margine del concessionario) per alcuni giochi ma ben venga.

Mi risulta difficile capire come sia possibile che il concessionario paghi una tassazione più elevata (licenze, tasse, accise..) e il payout dei giochi resti invariato.

Mi sembra invece logico pensare che tutte queste tasse le pagheranno proprio i giocatori che vedranno nei casino AAMS un payout molto più basso rispetto a quei casino che non devono sottostare a questo enorme peso fiscale.

Del resto il gioco AAMS per eccellenza (il lotto italiano), ha un payout in media sotto il 50%

Oltre all'orgoglio "nazionalista" per questo, la cosa fondamentale è che finalmente i noi giocatori siamo tutelati, gli operatori devono offrire numerose garanzie ed essere trasparenti.

Per quanto riguarda la trasparenza, io ho dovuto scoprire ammazzacasino per imparare che esiste una cosa chiamata "payout", quando giocavo al lotto come altri milioni di italiani sapevo solo che scommettendo un euro potevo diventare miliardario..

Di certo ad AAMS non conviene che i giocatori siano informati ed esperti, questo tipo di trasparenza sarebbe troppo controproducente.

"Lo stato siamo noi" sicuramente come definizione da vocabolario è corretta.

In Italia non saprei.

:)

Sul primo punto quello che voglio dire è che, facciamo l'esempio dell'en plein nella roulette europea, finora non si è mai parlato di cambiare il payout abbassando la quota.

Le tasse sono calcolate sul margine netto e sono il 20% quindi di raccolta-payout.

Certo, non è da escludere al 100% che paradossalmente si possa decidere abbassare i payou ma no credo che questo avverrà per determinati giochi come ad esempio la roulette francese.

Sul secondo punto voglio dire che il tema della trasparenza è nato proprio con i giochi a distanza. Tu ti stai riferendo alla preistoria del gioco fisico B)

Ora nel gioco on line tutto deve essere trasparente ed AAMS insiste molto su questo. Per i giocatori è solo un fattore positivo B)

comunque me piace comnsolarmi, quando compro le sigarette e gioco on line, di contrinuire al benessere economico dell'Italia B)

Link to post
Share on other sites

Le tasse sono calcolate sul margine netto e sono il 20% quindi di raccolta-payout.

Cioè per chiarire:

il Cane Rosso ha un house edge del 3% circa

ammettendo per il vostro casinò 1.000.000 euro al mese transati in quel gioco,

il vostro margine sarebbe 30.000 euro meno 6.000 da regalare all'erario

quindi 24.000 e in percentuale 2,4%

il Blackjack ha un house edge di 0,5% circa

ammettendo per il vostro casinò 1.000.000 euro al mese transati in quel gioco,

il vostro margine sarebbe 5.000 euro meno 1.000 da regalare all'erario

quindi 4.000 e in percentuale 0,4%

L'effetto pratico è quello di un casinò online con margini ribassati su ogni gioco.

Tantissimi casinò .com stanno annaspando o hanno già chiuso baracca pur offrendo i payouts regolari, figuriamoci se dovessero anche affrontare questa riduzione del margine. A meno che ulteriore grana non arrivi ai nostri per così dire "riciclata" da altri circuiti e allora tutto avrebbe un senso.

Edited by tonino
Link to post
Share on other sites

Le tasse sono calcolate sul margine netto e sono il 20% quindi di raccolta-payout.

Ciao, scusami ma non ci sto capendo molto con i messaggi privati e le notifiche e non riesco a capire cosa tu abbia scritto :)

comunque prendiamo le linee guida illustrate nelle "Modalità di calcolo e di versamento dell’imposta unica sui giochi di cui al decreto direttoriale n. 2011/666/Giochi/GAD del 10 gennaio 2011".

Si dice nel comma 1 dell'articolo 3

"Per le tipologie di giochi di cui all’articolo 1, comma 2, lettere a) e B), del decreto direttoriale prot. n. 2011/666/Giochi/GAD del 10 gennaio 2011, l’imposta unica è determinata nella misura del venti per cento della base imponibile su base mensile. Tale modalità di determinazione dell’imposta unica si applica ai:

a) giochi di sorte a quota fissa in modalità a solitario;

B) giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo, offerti in modalità “a solitario”;

c) giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo, offerti in modalità “tra giocatori”(questo è il poker cash)

2. La base imponibile per il calcolo dell’imposta, è costituita, per ciascun mese e per ciascuna delle tipologie di gioco sopra elencate, dalla somma algebrica dei valori risultanti, al termine di ogni sessione di gioco svoltasi nell’arco del mese stesso, dalla differenza tra gli importi puntati (raccolta) e gli importi restituiti in vincita (payout). [...]

3. Se la base imponibile per i giochi di cui al comma 1, lettere a) e B), nell’arco del mese, assume valore negativo o nullo, l’imposta mensile dovuta per tale tipologia di gioco è pari a zero. Se la base imponibile assume valore positivo, l’imposta dovuta è parti al 20 per cento di tale valore.

[...]

In pratica è tassato al 20% il margine dell'operatore. Rimanendo generici, Se quindi il payout di un gioco è 97%, mensilmente l'operatore restituisce allo Stato il 20% del 3% di margine.

Ovviamente se le vincite dei giocatori sono superiori alle puntate, l'operatore non ha marginato e quindi non paga nessuna imposta.

Link to post
Share on other sites

Capisco le proteste di chi non riesce ad accedere a siti nei quali aveva dei soldi ma noi giocatori dovremmo essere contanti di quello che è accaduto e sta accadendo grazie ad AAMS con i giochi on line ed di conseguenza anche con i casinò.

Secondo me è: vai qui! :)

la cosa fondamentale è che finalmente i noi giocatori siamo tutelati, gli operatori devono offrire numerose garanzie ed essere trasparenti.

Il prezzo da pagare è una tassazione leggermente più elevata (per i casinò comunque non cambia nulla per il giocatore dato che i payout non cambiano e le tasse sono sul margine del concessionario) per alcuni giochi ma ben venga.

Quando dici "siamo tutelati" quali casino .com usi per fare il paragone.

Ti faccio un nome a caso: 32Red. Pluripremiato da 10 anni dai giocatori di tutto il mondo. Quotato in borsa qui, sponsorizza una squadre di calcio inglese qui, ogni anno pubblica senza problemi il report qui, i prelievi avvengono entro 24 ora (al massimo) dal 1 gennaio al 31 dicembre escluso il giorno di Natale, prelievi processati da "AIB (Allied Irish Bank) Merchant Services" qui!

Ti invito a trovare tra i casino AAMS uno più serio di questo...secondo me non c'è e non ci sarà mai!

Per cui ti chiedo: da cosa devo essere tutelato???? NON CAPISCO. B)

no possono utilizzare i soldi dei conti dei giocatori per operazioni di investimento. Se tutti decidessero di prelevare contemporaneamente i fondi ci sono.

...punto di sopra, dell' Allied Irish Bank.

Ogni promozione, bonus e quant'altro è tutelato da AAMS e devono rispettare determinate regole.

Ad esempio una clausola che vedo spesso nei .com "l'operatore si riserva di sospendere la promozione e no attribuire il bonus a sua completa discrezione" non può esistere da noi perché una promozione è una promessa al pubblico tutelata dalla legge.

4 anni di gioco nei casino seri (lasciando perdere Europa, Class1 (ex Maxima), gruppo Virtual e tutti i rogue presenti in tutti i portali di gambling mondiali, mai avuto una promozione sospesa. MAI

Ad esempio, approcciandomi ai casinò, ho conosciuto la meccanica dei bonus play-through. Se nel .com gli operatori non son obbligati a dare visibilità dello stato dello sblocco e sono portati ad essere poco trasparenti, in Italia AAMS obbligherà gli operatori invece a dare questa informazione.

Probabilmente non lo sai ma il "play-through" (da qui in seguito PT) nei Microgaming scala a botte di 10, negli RTG è immediato, nei Criptologic idem, nei Platytech da chiedere in live chat e si ottiene la risposta in pochi minuti (anche se avevo letto nel forum che si stavano attrezzando per averlo in automatico nella cronologia).

Nella società in cui lavoro infatti dovremmo sviluppare questo contatore.

? Nome del software? Ente di controllo indipendente che certifica l'RNG? Ops! Mi sono ricordato che sei nel forum in veste di giocatore e non di rappresentante. Scusa.

Tra l'altro la stretta di AAMS versono gli operatori che non operano secondo la normativa si sta facendo più forte, proprio ieri ho letto che nella nuova manovra finanziaria lo Stato sanzionerà gli istituiti bancari e postali, gestori di carte di credito che effettuano operazioni verso siti non provvisti di concessione prevedendo multe salate per chi li autorizza.

Si tratta quindi di una sorta di UIGEA italiana.

Vale il collegamento di sopra, il primo! B)

Link to post
Share on other sites

Se quindi il payout di un gioco è 97%, mensilmente l'operatore restituisce allo Stato il 20% del 3% di margine.

C'è qualcosa che non quadra! B)

Qui il tuo collega del Sisal casino parlava di un payout del 90%, tu dici del 97% metre l'altro collega, vai qui, non sa un piffero!

Decidetevi a dire quant'è il payout???? B)

L'ultimo "qui" puoi leggerlo tutto e dirmi se, ad oggi, l'organizzazione dei casino .it è seria! E se rappresenta una sorta di gioco sicuro. Secondo me no, in relazione all'organizzazione dei .com. B)

Ti do il tempo di leggere e rispondere con calma. B) Poi ti faccio qualche domanda da giocatore a giocatore, ovviamente sul payout! :)B)

Link to post
Share on other sites

Takayuki, ho editato il mio post precedente aggiungendo un paio di esempi, spero che siano chiari.

Comunque la norma che hai appena citato:

3. Se la base imponibile per i giochi di cui al comma 1, lettere a) e :), nell’arco del mese, assume valore negativo o nullo, l’imposta mensile dovuta per tale tipologia di gioco è pari a zero. Se la base imponibile assume valore positivo, l’imposta dovuta è parti al 20 per cento di tale valore.

pare escludere quello che volgamente si chiama il carry over e ciò andrebbe a vostro ulteriore danno.

Anche qui faccio un esempio, prendiamo un gioco con house edge 1%

Per effetto della varianza il casinò potrebbe avere mesi profittevoli alternati a mesi in perdita. Semplificando al max. un semestre, verrebbe fuori una situazione del genere:

Mese     Profitto %      Tassa
--------------------------------
GEN          4            0,8
FEB         -2            0 
MAR          4            0,8
APR         -2            0
MAG          4            0,8
GIU         -2            0
...
--------------------------------
TOT          6            2,4

Cioè se i calcoli sono giusti voi pagate allo Stato 40% effettivi e non 20%

Funziona così?

Link to post
Share on other sites

Tonino se così fosse, per effetto della varianza ci potrebbero essere periodi (consideriamo solo aprile, maggio giugno della tua tabella di esempio) in cui il casino andrebbe in perdita solo a causa delle tasse da pagare, altrimenti sarebbe andato a pari.

Takayuky, funziona così?

ma davvero dovremmo credere che i casino staranno a tali condizioni?

Link to post
Share on other sites

Io credo che la normativa aams serva per dare una maggiore sicurezza ai giocatori, visto che dal 18 si potrà giocare cash (ad essere oscurati sono e saranno tutti i siti che non rispettano i termini fissati dalla legge credo). Sulla bontà o meno della normativa certamente possiamo discutere, ma l'idea di fondo penso sia giusta, cioè tutelare i giocatori...non di rado ho letto di gente che non riusciva ad incassare le vincite delle giocate! Alla fine la licenza sarà una sorta di "garanzia". Tra l'altro pare che saranno in molti a partire con la versione cash, leggevo che saranno rilasciate circa 200 licenze! Ho visto sul di NetBet che avrà sia poker che il casinò cash. Voi avete info su qualche altra poker room che farà lo stesso?

Link to post
Share on other sites

ma l'idea di fondo penso sia giusta, cioè tutelare i giocatori...

Io penso che l'idea di fondo sia un'inganno per il giocatore e una tutela per le casse dello stato perennemente in rosso..

ma questo è un personale punto di vista.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Guest kratos

io credo invece che il blocco aams serva a far pappare i papponi che già pappano la pappa dal piatto degli altri!! :)

io credo che è solo un modo per direzionare il denaro nelle proprie tasche..il blocco è una violazione dei diritti della libertà,perché ognuno ha il diritto di scegliere dove giocare,e non è certo l aams o chiunque sia che deve decidere per me,che deve obbligarmi a spendere il mio denaro dove dicono loro!

in molti anni che gioco online non ho mai avuto problemi ad incassare vincite.

vogliono farci credere che è per la nostra sicurezza,e sono sicuro che molti ci lavorano e credono in questo in buona fede,ma ho imparato a diffidare delle apparenze,perché le verità sono sempre nascoste! B)

Edited by kratos
Link to post
Share on other sites

Io credo che la normativa aams serva per dare una maggiore sicurezza ai giocatori

Maggior sicurezza rispetto a cosa e chi! Forse non hai letto quello che ho scritto prima qui! :rolleyes:

io credo invece che il blocco aams serva a far pappare i papponi che già pappano la pappa dal piatto degli altri!! :hahaha:

:ris: :ris: :btc: :btc: :ciao:

Link to post
Share on other sites

Non so come qualcuno possa essere d'accordo su quanto scritto da Takayuki nel primo post.

Probabilmente potrebbe anche essere vero che ci sono alcune garanzie che in alcuni casino stranieri non esistono, ma perché non devo avere la libertà di poterci giocare?

Se volessi buttare via i miei soldi su un casinò straniero, non posso essere libero di farlo?

Un organo che effettua censura sui siti internet che posso e non posso visitare non potrà mai avere un'opinione positiva da parte mia.

Lasciateci la libertà di navigare dove vogliamo. Stop alla censura in internet.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...