In Tempi Di Magra...


Recommended Posts

un paio di sere fa ho visto porta a porta, casini da un lato, alfano dall'altro, ognuno a proporre la propria idea in vista delle elezioni, ognuno a cercare di smentire l'altro, ogni volta fosse stato possibile, -fermo restando che, a un certo punto casini ha detto, ma si, tanto io e alfano siamo amici, e lo diceva convinto- insomma le solite politicate -passatemi il termine-, le solite parole inutili, che porteranno a cosa?

Non si sa, o meglio si sa benissimo a cosa porteranno, e infatti questa mattina, leggendo le varie notizie in rete, mi sono imbattuto in questo articolo di mario giordano, il quale, grazie all'aiuto di giuliana grimaldi, che ha trovato questo documento, evidenzia, ancora una volta di più, lo spreco dei politici a danno del cittadino.

Questi signori non si fanno mancare davvero nulla, e ovviamente noi paghiamo, ma non solo in termini di soldi, ma paghiamo le conseguenze di tutto questo, e dice bene giordano, non è tanto quanto costa la politica, ma come si spendono i soldi per la politica.

Se la politica costasse una cifra X, ma questo risolve se non tutti, in parte i problemi del paese e i disservizi, allora ben vengano le spese che il cittadino deve sostenere per la politica, ma se le voci di queste spese parlano di, cioccolattini, bistecche, arance, e corsi di lingue, allora è giusto dissentire e cercare di intervenire davvero per creare una svolta davvero radicale, che ricostruisca la politica italiana, vecchia, sprecona, scroccona e incompetente.

In un'altra discussione abbiamo parlato di trasferimenti all'estero, dovremmo fare un esodo di massa, lasciare il paese e i politici da soli in questa che una volta era il bel paese, lo so è utopia, ma sarebbe una cosa grandiosa, ovviamente non accadrà mai questo, e allora davvero bisogna mobilitarsi per creare un anno zero, buttare via totalmente il vecchio, mettere giovani leve, con idee chiare, e generare un costo per la politica, che vada di pari passo con la concretezza e con la creazione del benessere per il popolo italiano, che -ricordando un film di totò- è un popolo di tartassati, i quali, con o senza movimenti a 5 stelle e vari, purtroppo, non usciranno mai da questo giochino che ogni giorno questi signori scrocconi ci propongono.

altro che antipolitica fatta da giordano, ce ne vorrebbero 60milioni di giordano, che non solo si indignano e ci scrivono su libri, ma che davvero si incazzino e rimettano le cose a posto, e non parlo di violenza, me ne guardo bene, non sono certo per la lotta armata, preferisco Gandhi a un mitra, parlo proprio di togliere le poltrone a tutti, per darle a chi davvero ha idee e le merita, e sopratutto, nessun figlio di, quelli possono benissimo andare a zappare la terra, o a fare il lavoro per il quale hanno studiato -ma perchè il trota ha mai studiato, con la sua brava laurea comprata in albania a spese nostre-.

http://www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/articoli/1077772/quella-spudoratezza-quotidiana-dei-deputati.shtml

Edited by sognatore
Link to post
Share on other sites
  • Replies 106
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non posso non dissentire senza mezze misure, e in modo fermissimo e assoluto. Questo di cui parli é precisamente il falso problema. Rinfocolare l'odio personale verso un individiuo, chiunque egli sia,

Permettetemi di dire la mia... Ho iniziato ad avere le idee "chiare" (se così si può dire) in fatto di politica fin dalla terza media e sono sempre stato coerente con queste idee anche negli anni a s

Nessuno di noi penserebbe minimanente di dirigere un orchestra sinfonica o mettersi in una sala operatoria per eseguire un intervento chirurgico, ma tutti sapremmo a parole gestire lo stato meglio dei

Purtroppo temo che se per ipotesi, migrassimo tutti in massa su un isola "pulita", ci ritroveremmo in breve punto e a capo perchè eleggeremmo come rappresentanti le stesse tipologie di persone che abbiamo ora dato che queste le abbiamo elette noi.. insomma il risultato finale sarebbe quello di rendere una fogna anche l'isola pulita.

Ovviamente singolarmente saremmo pure bravi e virtuosi, ma quando creiamo una società iniziano i guai.

Link to post
Share on other sites
Eppure,quando si andrà a votare,il bel paese non cambierà registro...anzi ora abbiamo anche il centro con Monti,vedrai quanti voti riusciranno a prendere,questo mi fa pensare che molto probabilmente non va così male.

sono daccordissimo con te...si vede per che la maggioranza degli italiani va bene in questo modo.....altrimenti se cosi' non fosse non saprei darmi risposta...........................................................................................................................................................................................................................oppure si?

Link to post
Share on other sites

comunque, l'alternativa c'era...Renzi, quello che parla dei vecchi decrepiti e nel frattempo manda nelle fogne i conti di Firenze, quello che predica bene e poi fa campagna elettorale tenendo bene il culo caldo sulla poltrona di sindaco, quello che gira l'Italia volendo rottamare il prossimo e nel frattempo se ne sbatte di curarsi della città della quale è sindaco...insomma, il nuovo che avanza!! Sono disgustato da questa gentaglia...non si salva nessuno, non sento nulla per quel che riguarda i programmi per il paese, per il lavoro, per le tasse,le cose che sento da Berlusconi nemmeno le conto, son le solite pagliacciate da 20 anni a questa parte...e il bello è che c'è gente che ci crede ahahahahahah. Questi ci meritiamo!! Non sono programmi post elettorali, sono proclami per i boccaloni che, come al solito, ci cascheranno un'altra volta per poi rimettere un altro "tecnico" per farci massacrare ancor di +...è uno schifo. :hg: :hg: :verso: :verso:

Edited by JoeStrummer
Link to post
Share on other sites

ma possibile che noi italiani non abbiamo idee?

Possibile che sappiamo solo ragliare e belare, e non riusciamo a dare un calcio in culo e questi qui?

Ma perchè la politica deve essere fatta da questa gente, incompetente, vecchia, arraffona, e non da giovani, che lavorano davvero per il paese, che ottengono un gettone di presenza e che usufruiscono di eventuali privilegi, solo a patto che facciano funzionare bene il paese?

Ma davvero dobbiamo sempre fare la parte dei pecoroni e abbassarci le braghe?

Link to post
Share on other sites

Io mi sono rotto, volevo votare ma quello che sto vedendo mi ha fatto cambiare idea...pseudo alleanze post elettorali?? Ma si fottano, io prima del voto voglio sapere chi vuole governare e con quale programma...non voglio saperlo dopo...mi sa che mi butto sull'astensione o su un voto a qualche partito della mia regione...a quando alle elezioni, se non c'è nessuno con un programma chiaro e fattibile e con un'alleanza sicura, mi sa che mi astengo...e ci conviene andare a Tenerife come da altra discussione :ok: :ok:

Edited by JoeStrummer
Link to post
Share on other sites
ma possibile che noi italiani non abbiamo idee?

Possibile che sappiamo solo ragliare e belare, e non riusciamo a dare un calcio in culo e questi qui?

Ma perchè la politica deve essere fatta da questa gente, incompetente, vecchia, arraffona, e non da giovani, che lavorano davvero per il paese, che ottengono un gettone di presenza e che usufruiscono di eventuali privilegi, solo a patto che facciano funzionare bene il paese?

Ma davvero dobbiamo sempre fare la parte dei pecoroni e abbassarci le braghe?

ti sbagli, noi le idee ce le abbiamo eccome. il problema è che se ne fottono tutti ed ognuno pensa solo al suo orticello...non cè coesione se non tra pochi e quindi si cerca ,o di rifidarsi delle solite stronzate che ogni volta ci vengono propinate col solo scopo di prendere dei voti oppure mollare tutto e provare altrove. in fondo la liberta' di pensare che potrebbe esserci qualcosa di meglio non l'hanno ancora tassata....per ora

Link to post
Share on other sites

secondo me, abbiamo poche idee e ben confuse, e quei pochi che hanno davvero le idee chiare, non possono mettere in pratica nulla, perchè come giustamente dici tu, ognuno pensa egoisticamente a se stesso, si guarda in giro, e magari, solo perchè ha un po di benessere in casa, si dice, ma che mi frega, in fondo io sto benino, senza rendersi conto che giorno dopo giorno, quel po di benessere si usura, e poi quando arriverà anch'esso alla soglia della povertò, si cruccierà di non aver fatto mai nulla per migliorare questo paese.

Siamo davvero nella situazione in cui, il ceto medio non esiste più, o ricchi o poveri, nessuna via di mezzo ormai, e questa è una situazione insostenibile, perchè chi prima stava in mezzo e creava appunto il ceto medio, oggi va o su una o sull'altra sponda, ma molto più spesso su quella dei poveri, e giorno dopo giorno il numero aumenta, e questo non crea disagio, ma una seria preoccupazione sul futuro, un futuro che non è incerto, ma assolutamente certo, siamo sul baratro, e loro ci stanno spingendo a forza dentro.

Link to post
Share on other sites

Qui, malgrado il tema fosse stato interdetto, si parla di politica, non di vizi o virtù, che sarebbe etica.

La politica è fatta dagli uomini, i quali sono, da Caino in poi, mentitori, ladri, egoisti e farisei (quando va bene, quando va male sono assassini). Nel mondo reale, è puerile e politicamente suicida cercare la virtù nei rappresentati del popolo; salvo da parte di chi può certificare e dimostrare la propria. Chi aspetta una classe politica non corrotta, ha tempo fino al prossimo Big Bang.

Si tratta solo, ed esclusivamente, di scegliere tra programmi, e non è vero – anzi è del tutto falso – che i programmi delle due parti siano intercambiabili. Purtroppo devo trattenermi dall’entrare nel merito; ma è chiaro come il sole che una parte vuole più Stato (e quindi conseguante burocrazia) e l’altro ne vuole meno. E’ lampante (signori, scritto nei programmi, non mia invenzione) che una parte vuole un’economia deregolata (non 500 leggi da soddisfare per aprire un’impresa, ma poche e chiare), l’altra non può volerlo, giacché Stato e burocrazia morirebbero di inedia. E’ lapalissiano che l’idea di uomo, donna, genere, famiglia e società, delle due parti è completamente diversa.

E’ su questo che si deve scegliere!! Chi se ne fotte se a Tizio o Caio puzzano i piedi, se si ubriaca, se – caso limite posto di proposito – nel tempo libero, in privato, (contraddicendo la propria morale pubblica) fa l’esatto contrario di quanto predica. Io chiedo coerenza privata e virtù ai monaci e ai filosofi (che non sono gli insegnati di filosofia), non ai politici, che chiamo a rispondere solo della loro azione pubblica.

Sempre come caso estremo (sia chiaro), è mille volte meglio essere governati da un essere moralmente spregevole, ma che fa funzionare le cose e mantiene quanto promesso, che da un abatino che mi porta al disastro.

In ogni caso, per quanto mi attiene, anche diventassi cieco, sordo e mezzo scemo, per scegliere, seguirei una linea guida infallibile: opterei per lo schieramento su cui gli intellettuali sputano. Ciecamente.

Link to post
Share on other sites

Il problema è proprio che siamo stati comandati da un soggetto spregevole sotto tutti i punti di vista e non ha fatto un beneamato kaiser, non era e non è buono in nemmeno un caso, è spregevole e pensa ai kaiser suoi e non ai cittadini...almeno Craxi ci aveva illusi che le cose andavamo benone (effettivamente non andavano male, ma il prezzo lo paghiamo anche ora), con quest'altro non c'è mai stata l'impressione che le cose volgevano al meglio ( a parte ristoranti pieni e casini per prenotare viaggi in aereo ahahahahah). :ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites

Per la prima volta nella mia vita non andrò a votare,ho insegnato a mia figlia,da sempre,che il voto è un nostro diritto,questa volta mi defilo.

Non darò il mio voto come protesta a uno di quei gruppi in odore di nazismo,e quando mi telefoneranno per farmi la solita intervista,non so dove abbiano preso il mio nominativo ma mi chiamano sempre,spiegherò all'omino del call center che se vogliono il mio voto questa volta i soldi li devono dare a me. :hahaha:

Link to post
Share on other sites
Il problema è proprio che siamo stati comandati da un soggetto spregevole sotto tutti i punti di vista e non ha fatto un beneamato kaiser, non era e non è buono in nemmeno un caso, è spregevole e pensa ai kaiser suoi e non ai cittadini...almeno Craxi ci aveva illusi che le cose andavamo benone (effettivamente non andavano male, ma il prezzo lo paghiamo anche ora), con quest'altro non c'è mai stata l'impressione che le cose volgevano al meglio ( a parte ristoranti pieni e casini per prenotare viaggi in aereo ahahahahah). :ciao: :ciao:

Non posso non dissentire senza mezze misure, e in modo fermissimo e assoluto. Questo di cui parli é precisamente il falso problema. Rinfocolare l'odio personale verso un individiuo, chiunque egli sia, é la fine della poliica, e la via maestra per l'avvento della dittatura. Chi conosce la Storia sa bene che quando si trattò di decidere quale fosse la strategia migliore per contrastare le democrazie occidentali, Stalin decretò: " Una sola! Non perdete un solo istante a trattare temi e argomenti; ma fate convergere tutte le vostre forze nella demolizione, nella demonizzazione, nella messa in ridicolo, della figura di chi é vostro nemico".

Ripeto con forza; questo si riferisce a chiunque!!* Provare odio verso un avversario politico é la prova certa e definitiva che un cervello è stato lavato e una coscienza manipolata; sono le idee che vanno avversate, non le persone; se si avversano le persone (e non le idee) é segno evidente che il contrasto procede da condizioni mentali emotive, pre-razionali, primitive, istintuali. L'odio e il disprezzo sono sempre distruttivi, e accecano al punto da trasformasi in una necessità drogastica.

Quando si parla di politica, se proprio si vuole manifestare il proprio disprezzo, é nei confronti delle idee ( i d e e) dell'avversario che bisogna indirizzarlo, sostenerlo e giustificarlo. Ma per fare questo, occorre avere la capacità di costruire una tesi e saperla argomentare.

Ovviamente, ingiuriare, manifestare astio e odio, è incomparabilmente più facile; che ci vuole? chiunque può farlo, è a costo zero; ma controllare i bassifondi della propria coscienza, giacché é lì che l'odio si annida, e riuscire a produrre argomenti, mi rendo conto, può essere un filino stressante.

* Sai qual la vera differenza? Dei miei avversari politici il sottoscritto se ne frega; sono delle tali nullità che non meritano la minima attenzione, la minima emozione, la minima parte del mio tempo.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Io non provo nessun odio, provo tenerezza per i poveri polli che lo votano e lo voteranno...non è che sono un accanito dell'altra parte politica...infatti, come detto in precedenza, o non voto o voto un partito della mia regione...non ho tempo per odiare nessuno, io guardo quel che fanno i politici, da una parte e dall'altra...non odio nessuno ma nessuno mi accontenta, va da se che nessuno di questi mi ha potuto fare il lavaggio del cervello, non sono un povero decerebrato che non si fa un'idea di cosa mi accade intorno, oltretutto nelle mie parole non vedo nessun odio verso nessuno, non è che se uno non vota una parte allora la odia per forza, è che non mi ritrovo in questa politica di corrotti e burattini...destra, centro e sinistra!! prova ne sia che ho detto che chi ci ha governato ha pensato a se stesso e ai suoi problemi e non a quelli dei cittadini...cosa c'entra l'odio? Nada!! Come fai a dire che non sono in grado di argomentare e che odio qualcuno, questo è molto peggio, tirare le somme su persone che non si conoscono minimamente!! Mica posso mettermi qui a fare tribuna politica, non è la sede e non è nemmeno il caso...si parla con leggerezza perchè questa non è la sede opportuna per parlare seriamente di politica!! :ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites
Io non provo nessun odio, provo tenerezza per i poveri polli che lo votano e lo voteranno...non è che sono un accanito dell'altra parte politica...infatti, come detto in precedenza, o non voto o voto un partito della mia regione...non ho tempo per odiare nessuno, io guardo quel che fanno i politici, da una parte e dall'altra...non odio nessuno ma nessuno mi accontenta, va da se che nessuno di questi mi ha potuto fare il lavaggio del cervello, non sono un povero decerebrato che non si fa un'idea di cosa mi accade intorno, oltretutto nelle mie parole non vedo nessun odio verso nessuno, non è che se uno non vota una parte allora la odia per forza, è che non mi ritrovo in questa politica di corrotti e burattini...destra, centro e sinistra!! prova ne sia che ho detto che chi ci ha governato ha pensato a se stesso e ai suoi problemi e non a quelli dei cittadini...cosa c'entra l'odio? Nada!! Come fai a dire che non sono in grado di argomentare e che odio qualcuno, questo è molto peggio, tirare le somme su persone che non si conoscono minimamente!! Mica posso mettermi qui a fare tribuna politica, non è la sede e non è nemmeno il caso...si parla con leggerezza perchè questa non è la sede opportuna per parlare seriamente di politica!! :ciao: :ciao:

.si parla con leggerezza perchè questa non è la sede opportuna per parlare seriamente di politica!! :ciao: :ciao:

Ma davvero?? E di che stavate parlando di astronomia?

I toni e le parole che hai usato ( e che rimangono nero su bianco, innegabili e inconfutabili; salvo che questa discussione non venga bloccata, o cancellata) sono dettati da un sereno e meditato distacco? Dare del "povero pollo" a chi non la pensa come te, ti sembra segno distintivo di classe e spirito democratico (con accento sulla classe)?? Evidentemente sì! Pare sia la tua idea di confronto e democrazia.

Io peso le parole, caro amico, e ho dato del "cerebro-lavato" a chi si ì fatto incantare dal mantra ripetuto incessantemenrte dal '94 circa l'aggirarsi nel Palazzi dell'Anticritisto in persona; non a te; infatti, di te non so nulla, salvo quello che hai voluto mostrare scrivendo . Se non sei in preda all'odio politico, buon per te, non posso che rallegrarmene; ma è francamente difficile credere che chi dà del "povero pollo" a chi non la pensa come lui sia del tutto serenol. Davvero molto difficile.

Ricambio i :ciao::ciao:

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Non stavi rispondendo a me quando hai messo la mia citazione? Mah, allora ho le allucinazione, se uno cita un mio pensiero, è probabile che risponda a me e non a un mondo astratto, caro amico!! Non sapevo, altresì, che "povero pollo" fosse sinonimo di odio verso una persona e che implicasse poca serenità nel giudizio su chi vota una certa parte politica, wow, c'è sempre da imparare!! Non sapevo nemmeno che fosse un segno antidemocratico, ma suvvia, potrei essere messo alla gogna mediatica per questa offesa odiosa e antidemocratica, mi vien da sorridere. Detto ciò, le mie parole inconfutabili e innegabili (pare di stare in tribunale) rimarranno nel muro del disonore nei secoli dei secoli, amen!! :ciao: :ciao:

Edited by JoeStrummer
Link to post
Share on other sites

siamo famiglie intere, ma purtroppo questo non servirà a cambiare nulla, il cambiamento non può partire da queste cose, il cambiamento parte da ben altro.

concordo con satori quando dice, che non importa chi governa, non importa cosa fa nel suo privato, prendiamo l'esempio di marrazzo, che tanto scandalo e scalpore ha fatto, ma se marrazzo, la regione lazio la faceva funzionare bene, se le cose andavano bene, allora il cittadino poteva anche pagargli i trans, perchè no, che mi frega a me dei tuoi gusti sessuali, mi frega che fai andare bene la mia regione, che mi aiuti se ho delle problematiche da risolvere con essa, che mi snellisci la burocrazia, che mi fai, nei limiti del possibile pagare meno tasse e mi agevoli, che mi fai funzionare la sanità, questo mi interessa, se poi vai con jessica -nome di fantasia- che in realtà si chiama edison arantes do mattarello, sono fatti tuoi, non mi interessa e non mi deve interessare.

Il problema invece è l'opposto, che questi personaggi, fra trans, bunga bunga, cioccolata, champagne, feste sontuose in costume, auto sportive, scuole private costruite con i soldi del partito, e tanto, ma davvero tanto altro, si dimenticano che la politica, non si svolge nel salotto di porta a porta, di ballarò, di santoro e company, ma si svolge fuori, nei palazzi del potere, e deve essere costruttiva per questo paese ormai alla deriva, in una fase talmente critica, che nessuno è esente, poveri e ricchi, giovani e meno giovani, tutti noi siamo davvero con un piede sul baratro, e loro invece di sostenerci per non farci cadere, pensano bene di fare la loro propaganda e nel contempo ci spingono per farci cadere.

il problema non è bersani, berlusconi, monti e tutto il resto della combriccola, il problema è che ci vuole un programma chiaro in tutti i sensi, che offra l'opportunità al cittadino votante di scegliere, di sapere a cosa andrà incontro davvero, e il politico poi dovrà mantenere, nei limiti del possibile e realizzabile tutto quello che il programma contiene, non può fare false promesse e illudere gli elettori, deve fare ciò che il programma dice, a costo di ogni cosa, non deve nascondere una patrimoniale sotto la voce imu, ne deve crearne altre per renderci ancora la vita più impossibile, deve eliminare parecchie voci dai costi di gestione della politica, deve smetterla con i privilegi e le pensioni regalate dopo anche un solo giorno di politica, deve evitare tutti gli sprechi, dalla sanità a tutto il resto, deve impedire in ogni modo che ci sia corruzione, che le aste vadano agli amici degli amici, che ci sia nepotismo, che ci sia una violazione etica dei principi, insomma deve essere preposto a far funzionare l'italia, sennò davvero, che sia tenerife, il brasile o canicattì in giamaica, meglio andare, fosse anche con una valigia di cartone come fecero i nostri avi, piuttosto che marcire e impoverirsi sempre di più qui.

il potere d'acquisto degli italiani è sempre più basso, il pil cede mediamente un punto l'anno se tutto va bene, e tralasciamo molte altre cose.

in definitiva, noi che tendiamo a diventare non votanti, vorremmo invece votare, ne abbiamo diritto, ma almeno diteci cosa volete fare voi politici davvero, che se foste chiari, noi ci potremmo schierare o con uno o con l'altro, e smettetela di fare le battaglie sui simboli, i simboli non contano, fatti non pugnette.

P.S. gastardo aveva detto esplicitamente di non parlare di politica qui, ora lo ricordo, sinceramente quando ho aperto questa discussione non lo ricordavo, ma siamo in un forum, e l'off topic a questo serve, qui non stiamo insultando o incazzandoci con uno schieramento piuttosto che un'altro, ma penso stiamo dicendo che tutti, nessuno escluso non hanno più -o forse non le hanno mai avute- le palle per creare un governo importante che aiuti l'italia a uscire fuori da questa situazione.

Link to post
Share on other sites

Probabilmente qualcuno le farebbe queste cose,il problema è che quando entri il sistema ti stritola,e quindi niente cambia.

Potrei entrare anche io in parlamento con le più buone intenzioni e la massima serietà,dopo un po' di tempo o esci o ti adegui.

Link to post
Share on other sites
Probabilmente qualcuno le farebbe queste cose,il problema è che quando entri il sistema ti stritola,e quindi niente cambia.

Potrei entrare anche io in parlamento con le più buone intenzioni e la massima serietà,dopo un po' di tempo o esci o ti adegui.

hai descritto l'esatta fotografia di cio' che distingue il popolo italiano da tutto il resto, quindi, quando ce se ne rende conto si cercano altre alternative.

Link to post
Share on other sites

Io son d'accordo con Sognatore, di fatti è esattamente quel che dicevo...ovvero, voglio sapere che programma ha un gruppo politico, non mi importa nulla di che parte sia, basta che porti avanti un programma realizzabile, o almeno realistico, quando sento Bersani che cincischia su pseudo alleanze con Monti, mi vengono i brividi...non è possibile andare al voto e pensare che dopo il voto fai un'alleanza con qualcun'altro...io quando andrò a votare (e se ci andrò) voglio essere sicuro che se voto Berlusconi poi dopo non ci trovo di mezzo Alba dorada (tanto per fare un nome a caso), se voto Bersani voglio essere sicuro che non ci sia Monti...se voto Monti non voglio che dopo si allei con altri e così via!! Per il resto, possono tranquillamente sollazzarsi con chi gli pare, basta che rimanga in forma privata, i vari bunga bunga, i vari Marrazzo son cose che uno che fa politica deve lasciarle nella sua sfera privata, una volta che vengono fuori, sei fregato...è normale, ed anche giusto (per il mio punto di vista), sei l'esempio per il paese, non puoi andare in giro a proclamare rigore e poi giri l'angolo e vieni sgamato a fare tutt'altro, pippare coca e tutta un'altra serie di cose, nel mondo sei visto anche per il tuo modo di fare, inutile che ci giriamo intorno, anche Clinton è finito nella bufera per questioni legate alla sua sfera privata, solo che quando sei presidente di qualsiasi nazione, non puoi nemmeno pretendere di avere una vita privata, sei il primo personaggio pubblico e come tale devi comportarti, ovvero, dare il buon esempio!! :ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites
ma se marrazzo, la regione lazio la faceva funzionare bene, se le cose andavano bene, allora il cittadino poteva anche pagargli i trans, perchè no
Ma che se lo paghi lui il trans!

io pago un un idraulico perchè mi cambia il rubinetto e non vedo perchè gli devo pagare un extra solo perchè fa bene il suo lavoro. Se non sa cambiare il rubinetto non lo pago, se lo sa fare gli do quanto gli spetta.

Allo stesso modo quando vediamo un politico che fa bene il suo lavoro (per i fortunati che lo vedranno) non dovremmo ringraziarlo..

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...