In Tempi Di Magra...


Recommended Posts

il problema è che qualcuno lo deve pur fare (governare), votare o non votare non è la soluzione, qualcuno andrà lì e continuerà a godere di tutti quei privilegi, di cui a pensarci mi viene da vomitare, e a scapito di milioni di persone che devono ammazzarsi di lavoro per andare avanti e cercare almeno di vivere dignitosamente.

Se non sei parte della soluzione allora sei parte del problema, non ricordo di chi è questa celebre frase, ma penso che si adatta bene a questo tema, nel senso che il problema politico italiano è insito nell'italiano stesso medio, che mette i propri interessi davanti a quelli della collettività,la celebre quanto infelice frase pronunciata da B. in cui dice " bisogna essere prioprio coioni per votare chi non fa i propri interessi" nè è la conferma perchè un grande comunicatore come lui, non dice frasi cosi a caso, lui è la personificazione dell'italiano medio. E allora se per anni e anni i propri interessi a turno sono stati messi davanti a quelli della collettività

quale poteva essere il risultato?

Al momento, ma mi posso sbagliare , vedo il m5s non come la soluzione ma come lo strumento per spazzare via tante ingiustizie socio economiche.

A meno che non si verifichi per l'ennessima volta quanto detto da giova57, cioè una volta lì anche loro ecc....

Link to post
Share on other sites
  • Replies 106
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non posso non dissentire senza mezze misure, e in modo fermissimo e assoluto. Questo di cui parli é precisamente il falso problema. Rinfocolare l'odio personale verso un individiuo, chiunque egli sia,

Permettetemi di dire la mia... Ho iniziato ad avere le idee "chiare" (se così si può dire) in fatto di politica fin dalla terza media e sono sempre stato coerente con queste idee anche negli anni a s

Nessuno di noi penserebbe minimanente di dirigere un orchestra sinfonica o mettersi in una sala operatoria per eseguire un intervento chirurgico, ma tutti sapremmo a parole gestire lo stato meglio dei

P.S. gastardo aveva detto esplicitamente di non parlare di politica qui, ora lo ricordo, sinceramente quando ho aperto questa discussione non lo ricordavo, ma siamo in un forum, e l'off topic a questo serve, qui non stiamo insultando o incazzandoci con uno schieramento piuttosto che un'altro, ma penso stiamo dicendo che tutti, nessuno escluso non hanno più -o forse non le hanno mai avute- le palle per creare un governo importante che aiuti l'italia a uscire fuori da questa situazione.

Vediamo dove si arriva.

La proibizione nasce dal fatto che di solito nei forum pubblici le discussioni sulla politica finiscono a insulti. La mia idea è che in questo forum la gente sia mediamente più illuminata della media.

Lasciamola andare nella speranza che non sia un'illusione.

Link to post
Share on other sites

Sono stato "invitato" privatamente a moderare i miei interventi su questo tema. Francamente, ho trovato questo cortese invito davvero curioso; si possono rileggere tutti i miei post (alcune centinaia), e sfido chicchesia a trovare provocazioni, o insulti, o eccessi, di qualsiasi genere. Dunque, non sono certo io che ho qualcosa da moderare. Non mi sono mai neppure sognato di definire chi non la pensa come me "povero pollo", come Joestrummer ha fatto disinvoltamente ed impunemente (non è un insulto "povero pollo"? e definire "pagliaccio", il termine più blando, il capo di una coalizione scelto da 13.000.000 di italiani, ossia 13.000.000 di poveri polli, non é un insulto diretto, personale?? Non é la stessa cosa che dare del pagliaccio a 13.000.000 di persone?). A me mammina ha insegnato a dare peso alle parole, ed infatti, non insulto e non insolentisco nessuno; ma alla stessa stregua non permetto a nessuno, quale che ne sia il prezzo, di prendersi gioco di me dandomi del povero pollo, lanciando il sasso e poi ritirando la mano.

Trovo singolarissimo che questo tipo di discussioni vadano avanti tranquillamente (questa è la terza volta) fino a quando non dico la mia (sempre senza mai, e dico mai, eccedere nei toni, e solo per frenare l'arroganza altrui); ed è solo da quel momento in poi, solo dopo che dico la mia, che arrivano gli inviti alla moderazione.

E' un vero peccato che questo sia solo un forum virtuale, qui è davvero alla portata di chiunque entrare a gamba tesa e fare lo spaccone. In una piazza pubblica reale, con persone in carne ed ossa, credo che quelli che mi hanno conosciuto personalmente possano confermarlo, sarebbe davvero molto difficile guardarmi negli occhi e trovare il fegato di darmi del povero pollo.

A malincuore, qualsiasi cosa sarà scritta da altri, abbandono la discussione.

p.s.

E' desolante che l'arroganza vinca sempre.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Permettetemi di dire la mia...

Ho iniziato ad avere le idee "chiare" (se così si può dire) in fatto di politica fin dalla terza media e sono sempre stato coerente con queste idee anche negli anni a seguire. Ho sempre votato per un partito finchè questo non ha cessato di esistere cambiando nome e bandiera. Allora, un pò smarrito mi son guardato attorno cercando chi fosse "in sintonia" con le mie idee. Credevo di aver trovato un mio rappresentante, ma alla fine pure questo mi ha deluso.

Ormai sono entrato nell'ottica che voterò il male minore, ma sempre in linea con le mie idee.

Voglio dirvi solo brevemente quello che ha detto Benigni quando ha parlato della costituzione: amate la politica (non gli uomini che la fanno), perchè essa regola ogni area della vita civile e quindi della nostra vita serena in società.

Voglio dire un'ultima cosa a chi ha deciso di non votare (per protesta o altro), e per far questo userò le stesse parole che dico puntualmente a mio suocero (che ha idee diametralmente opposte alle mie): non hai votato ed adesso non ti venire a lamentare se le cose vanno male. La possibilità di dire la tua ti è stata data e gente è morta per permetterti di votare.

Perdonatemi se vi ho annoiato o ho urtato in qualche modo la Vostra persona.

Benedizioni

Edited by Guymond
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@ satori

sono tra i 13.000.000 di "poveri polli", ma non me la prenderei tanto , queste sono etichette che solo chi è contagiato dal virus del comunismo mette, quel virus che alimenta odio e disprezzo per l'avversario, ed è verissimo che le conseguenze di questo odio portano alla dittatura.

Mi dispiace che abbandoni, avrei letto volentieri le tue i d e e a riguardo.

Link to post
Share on other sites
Sono stato "invitato" privatamente a moderare i miei interventi su questo tema.
Non ne sono sicuro, ma qualora ti stessi riferendo a me e al messaggio che ti ho inviato, ti posso garantire che il mio intento era diametralmente opposto a quanto riferisci. Ho voluto dire (spero che sta volta si capisca): "visto che in pochi trattano questi temi come facciamo noi due (cioè senza far degenerare la discussione appunto), ti scrivo in privato per evitare di iniziare un discorso che potrebbe essere interrotto a causa di altri"

Ovviamente se il fraintendimento c'è stato, me ne assumo le responsabilità.

di seguito il mio messaggio:

Ciao caro, ti scrivo in privato perchè temo che se i toni si dovessero accendere portando la discussione a degenerare, la stessa discussione verrà chiusa (non tutti sono disposti a dialogare come facciamo noi due).

Dimenticavo:

la differenza fra i due schieramenti, sulle questioni di bioetica (che sono esploisive), é abissale.

Dunque la posizione riguardo alla bioetica è fondamentale invece le altre sfaccettature dell'etica (dalla visione del "multirazziale" all'etica dell'ambiente), possiamo tralasciarle? perchè mi sembra che anche lì ci siano differenze abissali tra i due schieramenti.

Inoltre è difficile oggi in Italia parlare di "due" schieramenti. In Italia c'è da una parte uno schieramento e dall'altra Berlusconi.. un uomo che in un attimo è stato capace di cancellare (con un comunicato stampa di un rigo) tutto il meccanismo delle primarie che si era messo in moto nel suo "schieramento" con tanto di date, candidati e soldi spesi in propaganda. Non occorre subire il lavaggio del cervello (che comunque c'è ed è forte) della controparte per dire quanto sia stata ridicola quella mossa, se fossi stato un elettore del Pdl mi sarei sentito in imbarazzo.

Link to post
Share on other sites

Parlare di arroganza quando si da del decerebrato al prossimo in effetti è davvero desolante.

Ripeto con forza; questo si riferisce a chiunque!!* Provare odio verso un avversario politico é la prova certa e definitiva che un cervello è stato lavato e una coscienza manipolata; sono le idee che vanno avversate, non le persone; se si avversano le persone (e non le idee) é segno evidente che il contrasto procede da condizioni mentali emotive, pre-razionali, primitive, istintuali. L'odio e il disprezzo sono sempre distruttivi, e accecano al punto da trasformasi in una necessità drogastica.

Quando si parla di politica, se proprio si vuole manifestare il proprio disprezzo, é nei confronti delle idee ( i d e e) dell'avversario che bisogna indirizzarlo, sostenerlo e giustificarlo. Ma per fare questo, occorre avere la capacità di costruire una tesi e saperla argomentare.

vediamo in serie che:

1) dai per scontato che il prossimo abbia il cervello lavato da non so quale potere supremo, vale a dire che uno è incapace di farsi una propria idea, in buona sostanza, un cretino!!

2) dai per scontato che davanti a te hai gente che non sa argomentare, in buona sostanza, un cretino!!

3) dai per scontato che tu hai prova certa e definitiva?? Da che pulpito hai queste certezze e prove??

4) dai anche per scontato che potresti permetterti di darmi del cervello lavato a quattrocchi, vedi, credo ci voglia del fegato anche per questo, e senza che qualcuno qui dentro mi conosca personalmente!

5) dai per scontato che il prossimo odi la tua posizione politica e di conseguenza odi la tua persona.

6) e mi vieni a raccontare che tu moderi le parole?? Lo trovo davvero imbarazzante, supponente e arrogante

7) se te la prendi perchè ho detto "povero pollo" a chi vota una certa parte politica (e non a te personalmente, visto che non avevo idea che votassi Berlusconi) mi spiace, non volevo di certo offenderti, per me chi vota quella parte politica è un pollo, non ritiro nessuna mano anche perchè non ho scagliato nessun sasso, il capo della tua amata coalizione è un re delle offese, sbaglio o disse che chi votava dall'altra parte era un COGLIONE?? Non un pollo, un coglione!! Davvero persona ammirevole!! Quando disse quella fantastica frase, votai da perfetto coglione, cosa che non farà a sto giro, ma non farò nemmeno il pollo!!

Detto ciò, chiudo anche io qui la mia partecipazione alla discussione, perchè non esiste che chi si professa "pesatore di parole" si ponga in modo totalmente arrogante e supponente verso il prossimo, quando insulta, dando in modo velato del cretino ma pur sempre dandolo e pensa di essere la povera vittima del sottoscritto!!

Infine, chiedo scusa a tutti i ragazzi/ragazze del forum se qualcuno si è sentito offeso o se vi sono sembrato fuori luogo, vi chiedo scusa, non era mia minima intenzione, per me era solo una discussione tanto per far 4 chiacchiere sulla politica, penso di esser sempre stato all'interno dei canoni della buona educazione e della convivenza civile, buona giornata a tutti!!

:ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites
Parlare di arroganza quando si da del decerebrato al prossimo in effetti è davvero desolante.

Ripeto con forza; questo si riferisce a chiunque!!* Provare odio verso un avversario politico é la prova certa e definitiva che un cervello è stato lavato e una coscienza manipolata; sono le idee che vanno avversate, non le persone; se si avversano le persone (e non le idee) é segno evidente che il contrasto procede da condizioni mentali emotive, pre-razionali, primitive, istintuali. L'odio e il disprezzo sono sempre distruttivi, e accecano al punto da trasformasi in una necessità drogastica.

Quando si parla di politica, se proprio si vuole manifestare il proprio disprezzo, é nei confronti delle idee ( i d e e) dell'avversario che bisogna indirizzarlo, sostenerlo e giustificarlo. Ma per fare questo, occorre avere la capacità di costruire una tesi e saperla argomentare.

vediamo in serie che:

1) dai per scontato che il prossimo abbia il cervello lavato da non so quale potere supremo, vale a dire che uno è incapace di farsi una propria idea, in buona sostanza, un cretino!!

2) dai per scontato che davanti a te hai gente che non sa argomentare, in buona sostanza, un cretino!!

3) dai per scontato che tu hai prova certa e definitiva?? Da che pulpito hai queste certezze e prove??

4) dai anche per scontato che potresti permetterti di darmi del cervello lavato a quattrocchi, vedi, credo ci voglia del fegato anche per questo, e senza che qualcuno qui dentro mi conosca personalmente!

5) dai per scontato che il prossimo odi la tua posizione politica e di conseguenza odi la tua persona.

6) e mi vieni a raccontare che tu moderi le parole?? Lo trovo davvero imbarazzante, supponente e arrogante

7) se te la prendi perchè ho detto "povero pollo" a chi vota una certa parte politica (e non a te personalmente, visto che non avevo idea che votassi Berlusconi) mi spiace, non volevo di certo offenderti, per me chi vota quella parte politica è un pollo, non ritiro nessuna mano anche perchè non ho scagliato nessun sasso, il capo della tua amata coalizione è un re delle offese, sbaglio o disse che chi votava dall'altra parte era un COGLIONE?? Non un pollo, un coglione!! Davvero persona ammirevole!! Quando disse quella fantastica frase, votai da perfetto coglione, cosa che non farà a sto giro, ma non farò nemmeno il pollo!!

Detto ciò, chiudo anche io qui la mia partecipazione alla discussione, perchè non esiste che chi si professa "pesatore di parole" si ponga in modo totalmente arrogante e supponente verso il prossimo, quando insulta, dando in modo velato del cretino ma pur sempre dandolo e pensa di essere la povera vittima del sottoscritto!!

Infine, chiedo scusa a tutti i ragazzi/ragazze del forum se qualcuno si è sentito offeso o se vi sono sembrato fuori luogo, vi chiedo scusa, non era mia minima intenzione, per me era solo una discussione tanto per far 4 chiacchiere sulla politica, penso di esser sempre stato all'interno dei canoni della buona educazione e della convivenza civile, buona giornata a tutti!!

:ciao: :ciao:

E no!!!

Una falsità così patente, a costo di rimangiarmi la parola, non la lascio passare.

Io non ho mai dato del decerebrato, m a i, a chi non la pensa come me; le parole scritte rimangono, purtroppo per te. Ho scritto, basta leggere, che chi lascia che l'odio gli divori il cuore ha subito un lavaggio del cervello, e lo confermo, lo sottoscrivo, e lo sottolineo. Tu hai detto che non odi, che hai il cuore colmo di gentilezza, dunque, se è vero, quanto da me scritto non può riferirsi a te; ma se odi, allora si riferisce a te; se odi, allora sei certamente in preda ad una forma di ossessione. Se.

Cosa a che vedere questo con gli insulti agli avversari politici? Dove sta l'insulto? Dove sta l'arroganza? Sono arrogante perchè non ti permetto e non ti pemetterò di darmi del povero pollo? Non rivolterai la frittata con me, non ti permetterò di cascare in piedi.

Come tutti possono leggere, non hai potuto fare a meno di continuare ad insolentire, e continuerai a farlo.

Non ti lascierò cascare in piedi, e non ricambierò le tue provocazioni; potrai solo portare la discussione ad un tale grado di tensione da farla chiudere.

Link to post
Share on other sites

Ma credi davvero che possa eventualmente essere preoccupato di cadute libere o di cadute in piedi? Tu invece non porti provocazione, tu porti leggerezza alla discussione, sei talmente puro e casto che è sempre il prossimo a provocare, le tue son parole leggere, non offendono l'intelligenza altrui, ma no, è joestrummer che provoca, guarda che non c'è bisogno che ti porti le persone del forum dalla tua parte, "come tutti possono leggere", guarda che stanno leggendo e si son fatti la loro idea, non hanno bisogna della tua imbeccata...se si chiude la discussione è sicuramente colpa mia vero? O mio Dio, io la mia parte di colpe me la son ben presa, ho chiesto scusa a chiunque si fosse sentito offeso, tu non hai offeso l'intelligenza di nessuno vero? Ne prendo atto, ma facciamola finita che stiamo diventando leggermente ridicoli!! :ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites

ecco come finisce qualsiasi discussione in cui entra la politica eheheh....ci sara' sempre una [email protected]@ata che tiene lontano le parti senza un vero punto d'incontro.. .....ci sara' pero' sempre un punto d'incontro...per noi umani una soluzione equa che soddisfa entrambi (non in questo post eheh) ...per i cosidetti politici una soluzione equa che soddisfa solo i loro interessi

Link to post
Share on other sites

A differenza dei politici che di giorno si azzuffano e di notte si accordano per fregarci,in un forum non si può parlare di politica.

Ho detto parlare,come lo si potrebbe fare al bar o dalla parrucchiera,se voi vi trovaste a discutere di politica sareste quelli che si levano la giacca e si dicono a vicenda:Vieni fuori,che ti faccio vedere io!

Questo non va,i risultati si possono ottenere solo discutendo,argomentando,sempre e comunque in modo civile.

Link to post
Share on other sites
A differenza dei politici che di giorno si azzuffano e di notte si accordano per fregarci,in un forum non si può parlare di politica.

Ho detto parlare,come lo si potrebbe fare al bar o dalla parrucchiera,se voi vi trovaste a discutere di politica sareste quelli che si levano la giacca e si dicono a vicenda:Vieni fuori,che ti faccio vedere io!

Questo non va,i risultati si possono ottenere solo discutendo,argomentando,sempre e comunque in modo civile.

Hai ragione, non per altro ho chiesto scusa se qualcuno si è offeso per il "pollo", che tra l'altro non mi pare che sia chissà cosa. Il pagliaccio era, evidentemente, riferito a Berlusconi (ed è la mia opinione), non di certo riferito a chi lo vota...per me lui rimane un pagliaccio per tutto quello che ha combinato, tra bunga bunga, stupidaggii varie e tutto quello che ne consegue e che tutti ben conosciamo, se poi c'è chi se la prende pensando che gli ho dato del pagliaccio allora ha la coda di paglia, non ho mai detto una roba del genere. Anche a me mi hanno dato del pollo perchè ho votato a sinistra, non è che ne ho fatto un dramma o un'offesa da lavare con un duello rusticano. Sono opinioni, se mi devo offendere per un "pollo" allora è meglio che mi barrico nelle mie 4 mura e mi tappo le orecchie. Invito, altresì, Satori, a far "pace", gli ribadisco le mie scuse se si è sentito offeso in qualche maniera, più di questo io non posso fare, io la mano la tendo, se dall'altra parte non si tende la mano non posso farci nulla, c'ho provato. :ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites

Nessuno di noi penserebbe minimanente di dirigere un orchestra sinfonica o mettersi in una sala operatoria per eseguire un intervento chirurgico, ma tutti sapremmo a parole gestire lo stato meglio dei politici di qualsiasi colori siano

Non dimentichiamo che siamo stati governati per centinaia di anni dagli stranieri, noi vediamo lo stato come un nemico da combattere , a differenza degli stranieri non ci sentiamo parte dello stato, lo stato è un entità astratta lontana da noi.

La nostra costituzione non è la più bella è la più complicata, i padri costituenti per evitare una nuova ascesa di qualche dittatore di turno ha reso l'esecutivo ingessato, l'iter legislativo è contorto come in nessun altro paese.

Stiamo morendo di dirttiti sento sempre e solo parlare di dirtti, alla salute , allo studio ,al lavoro ecc, non sento parlare mai di doveri, il dovere lo riserviamo agli altri, l'importante è che i tagli di qualsiasi tipo siano non tocchino la nostra categoria.

il capitalismo per quanto sia un sistema con svariati problemi è l'unico che è ancora in vita, e purtroppo che ci piaccia o meno sino a che non troveremo altre alternative ce lo dobbiamo tenere.

Occorre distribuire il redditto, occorre che una parte degli utili di un azienda siano divisi tra i collaboratori, solo in questo modo si possono evitare le tensioni sociali, il sistema capitalistico deve iniziare a capire che la società non è fatta di azionisti ma di persone , persone che alla lunga possono rivoltarsi in maniera feroce, quando un padre di famiglia non può sfamare i figli è un poveretto che non fà testo , ma se i padri di famiglia sono centinaia di migliaia allora c'è pericolo che si abbia una nuova rivoluzione francese ma questa volta a livello globale.

Purtoppo a differenza degli altri stati chi perde le elezioni si mette a disposizione di chi ha vinto , in Italia chi perde passa la legislatura a mettere i bastoni tra le ruote in tutti i modi.

Chi ci governa dovrebbe avere una dirittura morale inattaccabile , ma non è basilare , i puttanai ci sono sempre stati nelle sale della politica non possiamo negarlo , sono i risultati che contano alla fine cosa se ne fà un popolo di un capo con una dirittura morale ineccepibile ma che lo porta nel baratro? nulla, purtroppo sono i fatti quelli che contano il passato è fatto di risultati , il futuro di programmi ( non i programmi programmatici di antica memoria ).

felicità

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

ognuno di noi ha il suo bravo scheletro nell'armadio, nessuno ne è esente, vaticano compreso -anzi forse più di altri-, quindi il discorso della moralità ineccepibile lo metterei da parte, qui non ci serve il tizio con l'aureola che gestisca lo stato, ma anche un grande puttaniere che lo sappia gestire.

I nostri doveri si fermano la dove i nostri diritti vengano negati, e purtroppo i nostri diritti vengono sempre più spesso negati.

Il distribuire parte dell'utile con i collaboratori, lo vedo un'utopia, ormai siamo in mano alle lobby, alle multinazionali, che sempre di più controllano il mercato globale, sono loro i primi a non permettere cose del genere, anzi lavorano per creare sempre maggiore povertà, perchè si sa il povero, alla fine si adatta e accetta qualsiasi cosa, pur di portare un pezzo di pane a casa.

Dici bene, in italia, ancora non è stato compreso che chi vince, ha bisogno di esser aiutato da chi perde e non certamente ostacolato, questi giochi, fanno si che chi ci rimette siamo sempre noi e non certamente loro, mentre, una volta stabilito chi ha vinto, tutti insieme devono lavorare per migliorare la condizione del paese, non fosse altro che spendono e spandono fior di milioni di euro, e non è giusto che lo facciano passando il tempo a dire che l'altro non capisce nulla e che non è all'altezza.

Spero che la questione joestrummer Vs satori sia giunta al termine, non ho aperto questa discussione per vedere due amici del forum scornarsi, ma solo per esprimere ancora una volta il mio dissenso nei confronti di questo stato scroccone, e se mi permettete, noi italiani tutti, non siamo ne polli, ne cretini, ma più semplicemente dei gran pecoroni, pronti a blaterare, a dire che questo non va bene, e quell'altro neppure, pronti a a parlare di cambiamenti, insomma, come accade nel calcio, tutti a parole al bar diventiamo i migliori allenatori del mondo, ma poi a fatti più che belare non siamo capaci di fare, e perdonatemi se qualcuno si sentirà offeso da questa mia affermazione, non me ne vogliate, è solo un modo come un altro per dire, che faremmo bene a concretizzare le nostre parole, e non a continuare a dare aria ai denti.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
ognuno di noi ha il suo bravo scheletro nell'armadio, nessuno ne è esente, vaticano compreso -anzi forse più di altri-, quindi il discorso della moralità ineccepibile lo metterei da parte, qui non ci serve il tizio con l'aureola che gestisca lo stato, ma anche un grande puttaniere che lo sappia gestire.

I nostri doveri si fermano la dove i nostri diritti vengano negati, e purtroppo i nostri diritti vengono sempre più spesso negati.

Il distribuire parte dell'utile con i collaboratori, lo vedo un'utopia, ormai siamo in mano alle lobby, alle multinazionali, che sempre di più controllano il mercato globale, sono loro i primi a non permettere cose del genere, anzi lavorano per creare sempre maggiore povertà, perchè si sa il povero, alla fine si adatta e accetta qualsiasi cosa, pur di portare un pezzo di pane a casa.

Dici bene, in italia, ancora non è stato compreso che chi vince, ha bisogno di esser aiutato da chi perde e non certamente ostacolato, questi giochi, fanno si che chi ci rimette siamo sempre noi e non certamente loro, mentre, una volta stabilito chi ha vinto, tutti insieme devono lavorare per migliorare la condizione del paese, non fosse altro che spendono e spandono fior di milioni di euro, e non è giusto che lo facciano passando il tempo a dire che l'altro non capisce nulla e che non è all'altezza.

Spero che la questione joestrummer Vs satori sia giunta al termine, non ho aperto questa discussione per vedere due amici del forum scornarsi, ma solo per esprimere ancora una volta il mio dissenso nei confronti di questo stato scroccone, e se mi permettete, noi italiani tutti, non siamo ne polli, ne cretini, ma più semplicemente dei gran pecoroni, pronti a blaterare, a dire che questo non va bene, e quell'altro neppure, pronti a a parlare di cambiamenti, insomma, come accade nel calcio, tutti a parole al bar diventiamo i migliori allenatori del mondo, ma poi a fatti più che belare non siamo capaci di fare, e perdonatemi se qualcuno si sentirà offeso da questa mia affermazione, non me ne vogliate, è solo un modo come un altro per dire, che faremmo bene a concretizzare le nostre parole, e non a continuare a dare aria ai denti.

Caro Sognatore, mi rivolgo a te per due ragioni:

la prima, perché sei il titolare di questa discussione;

la seconda, perché mi hai nominato.

Mi spieghi, Sognatore, come si fa a discutere serenamente, non dico di politica, ma di qualsiasi cosa, quando - quale che sia il tema - si arriva sempre-sempre-sempre, ossessivamente allo stesso punto: "si, ma c'è lui". Sempre lo stesso approdo, sempre, monotonamente, le stesse tre cose messe in croce, ripetute fino allo sfinimento. Potresti dirmi, per favore, come rapportarsi con chi non si fa scrupolo di definirti "un povero pollo", e con questo estendere il medesimo insulto (non lo è, non è un insulto?) ad almeno la metà degli utenti del forum (dato che questa è più o meno la rappresentanza percentuale)? Ho mai nominato una sola volta che sia una, un leader politico della parte a me avversa? L'ho mai fatto, Sognatore? Ho una sola volta definito in modo irridente, verbalmente violento, supponente, uno qualsiasi dei capi dello schieramento a me avverso? Mi sono limitato a scrivere quello che di costoro penso; ossia che, in quanto nullità (in senso politico, non umano, sta qui l'abissale differenza di sostanza e di stile) sono al di sotto del mio interesse. Per me, e per quelli della mia parte, salvo deprecabili eccezioni sempre possibili), i miei avversari politici non sono dei poveri polli, ossia degli idioti; o in alternativa dei ladri, o dei mafiosi; come scrisse sul maggior giornale italiano il maggior intellettuale italiano, alla vigilia delle penultime elezioni. La volta che l’innominato ebbe a definire “coglioni” coloro che non lo votavano, credi che lo abbia giustificato? Ci sono rimasto malissimo; quello è stato un duplice colossale errore: di merito e di strategia. Al contrario, per loro l’insulto è liberatorio, terapeutico.

Quando i media hanno messo alla gogna Marrazzo, credi ci sia rimasto bene? Con Marrazzo non condivido nulla; dalla linea politica, alle preferenze sessuali; ma vederlo nella sua vulnerabilità umana, mi ha obbligato a dargli la mia solidarietà, e mettere da parte ogni altra considerazione. Al contrario, ai miei avversari politici questo non accade; nella maggior parte, godono dell’umiliazione e della distruzione della dignità del loro nemico assoluto. Se hai un momento, Sognatore, prova a leggere il libro “Berlusconi ti odio”; nome per nome (li riporto in calce) troverai una parte degli irriferibili insulti di cui questa persona è stata fatta oggetto; fino all’istigazione all’assassinio.

A me sarebbe piaciuto parlare delle ragioni che rendono impossibile, ai cultori dello statalismo, la diminuzione delle tasse; e che anzi fanno di queste uno strumento di controllo dittatoriale. Sai quanto estorce in tasse questo Stato irriformabile, mediamente, ad ogni suo suddito? Mi limito a questo: 48,5% di Irpef (per le aziende la tassazione può arrivare quasi al 70%, e la media è del 63%). Dunque, una media per difetto di circa il 57%. Finito qui? Ma va! Ad ogni respiro, paghiamo al Moloch statuale 21% di iva, e fanno 57 + 21 = 78%. Finito qui? M va! E le accise sulla benzina?, e il canone Rai? E le innumerevoli tasse sulla casa? E quella sulla spazzatura? E la quantità innumere di balzelli che ci dissanguano ad ogni passo? Ti fidi se ti dico che arriviamo ad oltre il 90%. E tutto questo non potrà avere termine fino a quando gli eredi della peste marxista controlleranno i veri centri di potere dello Stato. Perché dovrebbero mollare? E chiunque gli si mette di mezzo finisce nel tritacarne.

A me sarebbe piaciuto discutere di fatti, di cose pubbliche di interesse generale, e non star dietro alle ossessioni di matrice stalinista che portano, compulsivamente, a indirizzare tutta la rabbia e tutta la frustrazione, contro l'avversario politico, identificato e percepito come l'incarnazione del nemico assoluto, del male nella sua forma più pura; reiterando l’identica e perenne struttura mentale della caccia alle streghe.

Ecco, questo mi sarebbe piaciuto approfondire; assieme ai temi di bioetica; assieme a quelli della definizione dei rapporti intergenere; assieme alle questioni concernenti quel terrificante buco nero che è la struttura sanitaria, e lo stato comatoso della nostra scuola (fatta diventare una fabbrica di asini, l’ultima del mondo civile, assieme alla Grecia).

Non è stato possibile, giacché ho dovuto finora insistere sull’evidenza elementare che non si può dare del “povero pollo” ( e tutto ciò che ne consegue) a chi non la pensa come te. Sono la parte lesa, Sognatore, e non è giusto mettere questa sullo stesso piano di quella ledente.

Per JoeStrummer: non sono né puro, né casto; ho perfetta cognizione di un’enorme quantità di difetti, e di vizi; e sono sicuro che in moltissime cose tu sia molto migliore di me, e che avresti parecchio da insegnarmi. Tranne certamente che su un punto: io non ho insultato nessuno, e pertanto non ho alcuna ragione di chiedere scusa ad alcuno. Avessi, come tu hai fatto, rivolto quelle davvero pessime parole a qualcuno, mi sarei premurato a chiedere scusa, e avrei manifestato il mio rammarico.

Tu non la hai fatto.

p.s.

non scuse generiche, ma per quelle parole.

Gavino Angius, Alberto Asor Rosa, Giovanni Berlinguer, Fausto Bertinotti, Rosy Bindi, Stefano Boco, Angelo Bonelli, Francesco Bonito, Willer Bordon, Enrico Boselli, Massimo Brutti, Gloria Buffo, Mauro Bulgarelli, Alberto Burgio, Guido Calvi, Enzo Carra, Pierluigi Castagnetti, Paolo Cento, Vannino Chiti, Sergio Cofferati, Armando Cossutta, Massimo D'Alema, Nando Dalla Chiesa, Franco Danieli, Elettra Deiana, Marica Dentamaro, Nunzio D'Erme, Oliviero Diliberto, Antonio Di Pietro, Eugenio Duca, Umberto Eco, Antonello Falomi, Giuseppe Fanfani, Piero Fassino, Giuseppe Fioroni, Paolo Flores d'Arcais, Dario Fo, Pietro Folena, Grazia Francescato, Dario Franceschini, Giovanni Galloni, Luigi Giacco, Roberto Giachetti, Paul Ginsborg, Franco Giordano, Giuseppe Giulietti, Michele Lauria, Carlo Leoni, Renzo Lusetti, Pierluigi Mantini, Giovanna Melandri, Marco Minniti, Franco Monaco, Nanni Moretti, Gianfranco Morgando, Fabrizio Mori, Fabio Mussi, Alfio Nicotra, Achille Occhetto, Federico Orlando, Gianfranco Pagliarulo, Francesco "Pancho" Pardi, Arturo Parisi, Stefano Passigli, Alfonso Pecoraro Scanio, Roberto Pinza, Giuliano Pisapia, Rino Piscitello, Romano Prodi, Ermete Realacci, Marco Rizzo, Giovanni Russo Spena, Francesco Rutelli, Michele Santoro, Giovanni Sartori, Oscar Luigi Scalfaro, Pino Sgobio, Antonio Soda, Tommaso Sodano, Paolo Sylos Labini, Antonio Tabucchi, Marco Travaglio, Tiziano Treu, Sauro Turroni, Nichi Vendola, Roberto Villetti, Luciano Violante, Vincenzo Visco, Roberto Zaccaria.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
Certo certo, :ciao: :ciao:

Vedi, hai sempre lo sfottò, l'irridenza, i saluti alla presa per le terga.

E' più forte di te; ti viene impossibile resistere. Compulsivo, appunto!

Link to post
Share on other sites

No, è che mi son stufato...quel che sentivo di fare, l'ho fatto precedentemente, non devi essere tu a dirmi in che modo io debba chiedere scusa e se devo farlo, lo decido io!! Mi pare che l'ossessione ce l'hai tu, sia sul comunismo che sulla mia persona, io nei tuoi confronti non ho esattamente nulla, e da che mondo è mondo sono io che decido come pormi con le altre persone, tu non ti senti di chiedere scusa? Non me ne importa meno di niente, io ho fatto quel che mi sentivo di fare, primo perchè secondo me era giusto così, secondo perchè era giusto riportare la discussione sui binari accettabile anche per il resto di forumisti, evidentemente ti interessa continuare la polemica, fai pure, non ho nessuna voglia di continue giustificazione sulla mia persona, sopratutto non devo giustificarmi con un perfetto sconosciuto, credo di essere stato abbastanza chiaro!!

:ciao: :ciao:

Link to post
Share on other sites

Quando ho aperto questa discussione, avevo la consapevolezza che quanto accaduto in questi ultimi post, potesse avvenire, ma speravo, sinceramente, che indipendentemente, da quella che era la preferenza politica, riuscissimo insieme a fare una valutazione della situazione odierna, e magari attraverso le idee di ognuno di noi, capire se ci sono spiragli per rendere migliore questo paese.

Purtroppo stiamo facendo la fine dei vincitori e dei vinti, l'uno contro l'altro, e questo mi fa pensare.

Detto questo, se ricordi caro -e non lo metto a caso il caro, ma perchè oggi lo sento che per me sei diventato un amico di questo forum, e magari ti spiegherò successivametne il perchè- satori, all'inizio della nostra conoscenza, ti dissi "parla come mangi", ho capito solo in seguito che tu parli proprio come mangi, hai una proprietà di linguaggio e una conoscenza che farebbe impallidire molte persone -non ti sto elogiando, dico solo la verità da mio punto di vista-, questo fa si che, quando ti esprimi, sai ben utilizzare le parole, e magari alle volte si cade nel tranello di pensare che senza scriverlo, stai insultando qualcuno- non credo sia questo il caso-, a me accadde nei primi post che ci riguardano, in ogni caso, penso che tu abbia avuto ragione di sentirti offeso, quando joestrummer ha scritto quelle parole.

Alla stessa maniera sono amico di joe, abbiamo avuto modo di conoscerci al di fuori del forum, non di persona, sempre virtualmente, e devo dire che è una persona a modo, e sono convinto, che in un'altra sede, di persona, sicuramente , visto gli attori, la discussione andrebbe avanti in maniera amabile, davanti a un buon bicchiere di vino, e non accadrebbe ciò che è accaduto adesso, siamo senz'altro persone civili e corrette.

Spero di essere riuscito nel mio piccolo a dire parole giuste e spero davvero, che riusciamo a intenderci per poter proseguire questa discussione in maniera tranquilla, ognuno con le sue idee, con la sua fede politica, ma come ho detto sopra, cercando di capire, se è possibile fare qualcosa di concreto per il nostro paese, o se davvero siamo limitati a chiacchierare, senza mai arrivare a nulla.

Satori, purtroppo conosco benissimo la tassazione a cui siamo soggetti, e a cui sono soggette le imprese, dico purtroppo perchè amavo il mio lavoro e mi sono sempre ritenuto un privilegiato a saperlo svolgere come io lo svolgevo, ma grazie allo stato che ti spreme come un limone, a un certo punto ho deciso di buttare la spugna, ho mollato, e visto poi. come sono andate le cose a chi divideva con me l'azienda, posso solo dire di aver fatto bene, ma questo non mi soddisfa, mi avrebbe soddisfatto di più, riuscire, dal 2007 -anno in cui ho detto basta- ad oggi, aver assunto altre 70 persone, cos' da raddoppiare la forza lavoro che avevamo.

Per quello che riguarda il cavaliere, è facile insultarlo, è sempre al centro dell'attenzione, ha potere, ricchezza, è un grande venditore, insomma ci sa fare, vuoi vedere che è molto invidiato, e da che mondo e mondo, gli invidiosi, altro non sanno fare che insultarlo?

Mi sembra quasi giusto che abbia potuto dare del coglione a chi non lo votata, ma certamente non condivido sparate del genere, come non condivido chi lo insulta, ma questo perchè, piuttosto che fare politica -e torniamo al discorso, evidenziato da emgus-, lanciando epiteti nei confronti degli avversari, ci sarebbe la necessità che la facciano insieme per il bene di questo paese.

Joe... porta il mirto e il cannonau, al porcheddu ci penso io, e satori porta il cynar, e ci passiamo una bella serata, dai ragazzi, il viaggio lo stiamo facendo insieme sulla stessa barca :hahaha:

P.S. vi giuro che a leggervi, sono andato in difficoltà, e spero davvero di essermi fatto capire con quello che ho scritto, casomai, ditemi che non ho capito nulla che sono un pollo coglione :ok::ciao:

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

no dai, la juve no e che cazzarola, ho detto che sei un amico e ora mi fai vomitare guardando i gobbi?

Non c'è più religione a sto mondo, vabbè non tutti possiamo nascere sani di mente :ris:

non credo sia giusto che lasci perdere la discussione, piuttosto parliamone, in maniera civile, dissentendo se necessario, scambiandoci i nostri pensieri e le nostre idee sulla questione.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@Sognatore,

valeva la pena, soprattutto per le parole che hai detto, e la loro eleganza, pari alla semplicità.

E' vero che è facile fraintendersi su un forum; tra te e me, all'inizio corsero delle incomprensioni; ma come ebbero inzio, finirono. Per quello che vale, puoi magari non credermi, non ebbi mai motivo di ostilità con te; così come - gli parrà impossibile - non ne ho neppure con JoeStrummer. Sapevo per certo che eri una brava persona, e un uomo d'altri tempi, e che la cosa sarebbe rientrata. Dunque, sinceramente onorato della tua amicizia.

Ma qui, temo il caso sia diverso; e non perchè mi senta minimamente toccato dall'insulto rivoltomi, ma per la pericolosità che sta subito dietro la libertà di insultare pubblicamente ed impunemente.

Tuttavia, basta; ho detto quello che dovevo dire, e mi parrebbe mancarti di rispetto dare seguito a questa cosa.

Se ci saranno degli spunti, semmai, svilupperemo qualche tema specifico.

Link to post
Share on other sites

penso che ci saranno nuovi sviluppi, che ci permetteranno di approfondire l'argomento in questione, ed eventualmente altri argomenti, inerenti il principale, questo perchè ho la certezza, che qui siamo tutti persone intelligenti, educate e comprensive,e poi non dimentichiamolo, noi siamo quelli di ammazzacasino, e se e quando vado a leggere su altri forum, mi rendo conto che siamo davvero educati e civili, e questo ci fa onore a tutti quanti.

Oggi sono rimasto colpito dalle ultime affermazioni di monti, prima la sua ministra, la fornero, crea una riforma, e adesso, per cercare di accaparrarsi voti, monti dichiara che la vuole trasformare, portando i contratti di lavoro precari a contratti a tempo indeterminato.

Questa è la dimostrazione lampante -secondo me- di come il solito politicante, prende per i fondelli il lavoratore e in generale il cittadino italiano, un vergognoso tentativo di portare voti a se.

Per un attimo, dopo aver letto questa notizia bomba, ho pensato successivamente, di leggere che aveva anche intenzione di togliere quella patrimoniale che ha chiamato imu, a quel punto si che avrebbe meritato la faccia presa a calci in culo.

Link to post
Share on other sites
Per un attimo, dopo aver letto questa notizia bomba, ho pensato successivamente, di leggere che aveva anche intenzione di togliere quella patrimoniale che ha chiamato imu, a quel punto si che avrebbe meritato la faccia presa a calci in culo.

tranquillo , cè ancora tutto il tempo perchè lo possa dire

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...