Io Sono Una Bestia


Satori
 Share

Recommended Posts

Forse perchè l'informazione e la magistratura rispondono (come ogni ditta che si rispetti) ai voleri del proprietario?

Sull'informazione la questione potrebbe essere semplice da risolvere, basta interrompere i finanziamenti statali.

Sulla magistratura, come poter risolvere la questione non saprei.. anche perchè bisognerebbe capire quanto è esteso il problema (non credo che tutti i magistrati siano assoldati)

Link to comment
Share on other sites

Forse perchè l'informazione e la magistratura rispondono (come ogni ditta che si rispetti) ai voleri del proprietario?

Sull'informazione la questione potrebbe essere semplice da risolvere, basta interrompere i finanziamenti statali.

Sulla magistratura, come poter risolvere la questione non saprei.. anche perchè bisognerebbe capire quanto è esteso il problema (non credo che tutti i magistrati siano assoldati)

E chi sarebbero questi padroni? Forse il mostro di Arcore, che avrebbe dato ordine ai media di essere linciato per 20 anni? E avrebbe costretto la magistratura a fargli 34 processi e otre 600 accessi giudiziari alle sue aziende? Un padrone masochista in sommo grado! Oppure i padroni veri sono altri? Chi?

Sull'informazione la questione potrebbe essere semplice da risolvere, basta interrompere i finanziamenti statali.

No, J-J, non risolverebbe nulla! I pennivendoli troverebbero modi alternativi e creativi per raccattare marchette, dai padroni e dai potenti.

La magistratura?? Semplicissimo!! Se è un potere dello Stato, deve necessariamente essere dipendente dall'unica fonte dl potere democratico: il popolo (cariche elettive, tutte. Divisione di carriere tra pm e giudicante. Staminchia che Pd e M5S lo permeteranno mai!). Se la magistratura è un ordine dello Stato, deve essere sottosposta al controllo dell'Esecutivo; il cui potere deriva dall'unico potere legittimo in una democrazia: il popolo (staminchia che Pd e M5S lo permeteranno mai!).

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

Berlusconi durante quei 20 anni non da tutti i media è stato linciato, poi se vogliamo vedere la metà della medaglia più conveniente è un'altro discorso.. ma questo non è da Satori.

In particolare abbiamo avuto, sotto gli occhi di tutti credo, due distinti schieramenti (sia come tv che come stampa) che a turno hanno descritto in signor B. come Anticristo e come Santo salvatore della patria con tanto di aureola in testa.

Gli italiani che ho conosciuto, di conseguenza si sono schierati.

Sull'informazione la questione potrebbe essere semplice da risolvere, basta interrompere i finanziamenti statali.

No, J-J, non risolverebbe nulla! I pennivendoli troverebbero modi alternativi e creativi per raccattare marchette, dai padroni e dai potenti.

Di questo non sono sicuro.. è probabile che tu abbia ragione ma comunque resta il dubbio contro una certezza.

Se è un potere dello Stato, deve necessariamente essere dipendente dall'unica fonte dl potere democratico: il popolo (cariche elettive, tutte. Divisione di carriere tra pm e giudicante. Staminchia che Pd e M5S lo permeteranno mai!)

Anche di questo non sono sicuro.

Va bene per il PD siamo tutti consapevoli e nauseati, ma i 5S hanno sempre sostenuto che il potere deve venire dal basso ("l'ultrademocrazia" come la chiamano loro). Non ci riusciranno? pensi che tradiranno le promesse?
Anche questo è probabile, e in quel caso non ci sarà differenza con tutti gli altri partiti che presentano un programma e poi non lo rispettano..

ma di questo abbiamo già abbondantemente parlato mi pare.

Link to comment
Share on other sites

Berlusconi durante quei 20 anni non da tutti i media è stato linciato, poi se vogliamo vedere la metà della medaglia più conveniente è un'altro discorso.. ma questo non è da Satori.

In particolare abbiamo avuto, sotto gli occhi di tutti credo, due distinti schieramenti (sia come tv che come stampa) che a turno hanno descritto in signor B. come Anticristo e come Santo salvatore della patria con tanto di aureola in testa.

Gli italiani che ho conosciuto, di conseguenza si sono schierati.

Quali sarebbero questi due schieramenti? Non mi riferisco alla società - effettivamente spaccata quasi a metà - ma ai media, alle tv, agli intellettualoni, ai comici, agli attori, ai cantanti; insomma a tutta la gente che fa opinione. Persino a casa propria, Fininvest, a parte pochissime eccezioni (penossisime, come Fede), il mostro è stato oggetto di attacchi violentissimi, di sberleffi, e satira scorticante. Sul fronte dei media, gli schieramenti erano come una partita di calcio 11 contro 2, ad essere generosi. Per tacere della posizione della CEI, ossia la Chiesa, anzi correggo l'impero Vaticano. Per tacere del grande capitale, che ha sempre visto il mostro come un insetto da schiacciare. Per tacere della magistratura, che ha fatto della lotta senza quartiere al mostro un fatto dai connotati religiosi. Il mostro non ha toccato una sola Azienda pubblica, mentre la banda del buco, come ho scritto, ha fatto più danni di un esercito di locuste. Il mostro, 34 processi, la banda del buco, 0. J-J tu che frequenti gli alti temi dell'etica: è etico questo??

---------------------------------

Va bene per il PD siamo tutti consapevoli e nauseati, ma i 5S hanno sempre sostenuto che il potere deve venire dal basso ("l'ultrademocrazia" come la chiamano loro). Non ci riusciranno? pensi che tradiranno le promesse?
Anche questo è probabile, e in quel caso non ci sarà differenza con tutti gli altri partiti che presentano un programma e poi non lo rispettano..

Ottimo; ma allora come mai non esiste una sola parola, nel programma M5S, dedicata a questo fondamentalissimo tema?? Non una sola.

Io lo so perché, naturalmente.

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

I due schieramenti per quanto riguarda le tv erano rappresentati dalle reti rai da una parte (sopratutto raitre) e dalle reti fininvest della famiglia Berlusconi dall'altra (e meno male che almeno su Emilio Fede siamo d'accordo). Altre reti nazionali nell'era del pre-digitale non me ne ricordo e se c'erano, sicuramente catturavano un audience minimo.. forse esisteva telemontecarlo ma credo che poi fallì.

Le testate giornalistiche come Libero e Il Giornale erano praticamente illeggibili al pari de La Stampa e Repubblica..

Contemporaneamente una larga fetta della distribuzione cinematografica in Italia veniva controllata dalla Medusafilm (gruppo mediaset), per la pubblicità se ne occupava Publitalia (concessionaria esclusiva di pubblicità del gruppo mediaset) e persino il mensile scientifico Focus che io leggevo da ragazzo veniva edito dalla Mondadori (controllata dal gruppo fininvest).

Sicuramente me ne scordo molte, non ho mai avuto la voglia di approfondire.. comunque già così a me non sembra proprio una partita 11 contro 2.

Per quanto riguarda la posizione del Vaticano direi che almeno ai prelati la questione morale dovrebbe interessare (almeno a loro dovrebbe, giusto?) quindi avranno avuto i loro buoni motivi.. poi se c'erano altri interessi nascosti io non lo so, del resto sono la persona meno indicata per parlare di cose di chiesa.

Link to comment
Share on other sites

J-J, sei candido.

Prendo in esame pochi casi:

Mondadori; per il resto si ripropone un discorso identico, oppure analogo. Se Mondadori fosse (come mi pare di aver capito) un megafono di Berlusconi, con quale mirabolante strategia si spiega che quasi tutti gli autori pubblicati sono ostili a Berlusconi, più che Van Helsing a Dracula? Un esempio per tutti (J-J ed altri, concedetemi: non posso fare centinaia di post - come accaduto fin ora - per dimostrare cose di una ovvietà sconcertante. Chi vuole davvero ha come documentarsi): Saviano!!! So per esperienza diretta che la pressoché totalità dei redattori di Mondadori nutre per il datore di lavoro (il mostro) un odio e un livore che persone normali farebbero fatica a concepire. Spiegare come una cosa del genere sia possibile sarebbe troppo lungo, e poi esula di parecchio dal nostro tema.

Mediaset:

mi sono sognato Zelig, e la quantità di analoghe trasmissoni? Qual era il puntuale ed immancabile bersaglio del sarcasmo più lacerante? E questo, tutte le settimane, per anni.

Cinema:

J-J, ti imploro, mi sapresti citare un solo caso (mi accontento di uno solo, anche piccolissimo) di una produzione da cui il mostro possa aver tratto il minimo vantaggio in termini di immagine? nessuma J-J, non spremerti. Sai chi è Nanni Moretti? Secondo te ama il mostro? sai, J-J, da chi sono stati distriibuiti i suoi film? Sarà mica il mostro? Identica cosa per Benigni. E tutto il resto della compagnia.

Per quanto riguarda la posizione del Vaticano direi che almeno ai prelati la questione morale dovrebbe interessare (almeno a loro dovrebbe, giusto?) quindi avranno avuto i loro buoni motivi.. poi se c'erano altri interessi nascosti io non lo so, del resto sono la persona meno indicata per parlare di cose di chiesa.

Buoni motivi, quali?? Certo che li hanno avuti, ed io so esattamente quali. E non sono affatto buoni, ma luridi, farisaici, e tutti motivati dal consolidamento del potere. Tuttavia, io mi chiedo, come può qualsiasi persona appena intelligente non chiedersi come mai la Chiesa dà chiare indicazioni di voto per una parte politica che in materia di etica sociale e questioni etiche generali persegue obiettivi esattamente contrari a quelli che la Chiesa stessa dice di difendere? Mentre dice di votare contro chi esplicitamente li difende?? Scusate, ma come è possibile che una cosa talmente macroscopica non incuriosisca???

Ah il lavaggio!!

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

J-J, sei candido.

E' vero.. pure troppo certe volte!

e quindi per tornare ad una delle tue tante domande:

"Forse il mostro di Arcore, che avrebbe dato ordine ai media di essere linciato per 20 anni?"

Tirando le somme dunque la risposta è candidamente si?

Se no come si spiega che i dipendenti insorgano contro il capo e continuino ad essere suoi dipendenti?

Questo filo del tuo ultimo discorso mi sfugge

Link to comment
Share on other sites

Ne approfitto per augurarvi un buon weekend e mi sbilancio pure...a quando una reunion al di fuori di monitor e tastiera? ovviamente la proposta è estesa a tutti!

Piacevole la volontà manifestata di volere una reunion fuori da monitor e tastiere, io ne sono molto compiaciuto :blush: . Tuttavia per i miei limiti al momento preferisco rimanere un pupazzo su di uno schermo. Ma credo che prima o poi accadrà :ok:

Link to comment
Share on other sites

J-J, sei candido.

E' vero.. pure troppo certe volte!

e quindi per tornare ad una delle tue tante domande:

"Forse il mostro di Arcore, che avrebbe dato ordine ai media di essere linciato per 20 anni?"

Tirando le somme dunque la risposta è candidamente si?

Se no come si spiega che i dipendenti insorgano contro il capo e continuino ad essere suoi dipendenti?

Questo filo del tuo ultimo discorso mi sfugge

Dunque, questa è la tua interpretazione del rapporto vittima carnefice: la vittima che ordina al carnefice di farsi massacrare!!

Direi che a questo punto gli orchestratori della sinfonia possano davvero far credere alle persone quasiasi cosa.

Link to comment
Share on other sites

No mi sembra assurdo che possa succedere una eventualità del genere, appunto ti chiedevo: come si risponde a quella domanda? o forse secondo te non c'era la famiglia Berlusconi a capo di tutti quei canali mediatici ?

Link to comment
Share on other sites

No mi sembra assurdo che possa succedere una eventualità del genere, appunto ti chiedevo: come si risponde a quella domanda? o forse secondo te non c'era la famiglia Berlusconi a capo di tutti quei canali mediatici ?

E' un fatto che Berlusconi sia proprietario della Fininvest; ed è parimenti un fatto che - limitandoci a Mondadori - vale quanto da me riportato. Tu come lo spieghi? Io me lo spiego benissimo.

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

Percepisco la tua perplessità, J-J, e provo a darti una mano. Non credo sia possibile che tu non ti sia mai chiesto come mai non si trova nessun comico che non sia di sinistra (e ti faccio appena notare che di comici le reti Finivest sono zeppe, basti pensare a Zelig, Colorado cafè, le varie trasmissioni della Gialappas, ecc...). Stessa cosa, salvo sparutissime eccezioni, per gli attori, e non solo in Italia. Faccio rilevare che quell'inarrivabile amico dei deboli e degli oppressi che è George Clooney (che, appena finito di lacrimare per il diseredati, fa ritorno a una delle sue regge) sponsorizzò in carne ed ossa Veltroni.

Ora, possibile che tu ti sia arreso davanti all'enigma? Come può darsi un simile fenomeno, che sfida qualsiasi legge statistica, qualsivoglia curva di distribuzione degli eventi?

Per dire, durante il ventennio fascista, si verificò un fenomeno pressoché sovrapponibile: comici, attori, intellettuali, furono tutti sinceramente fascisti. Fu fascista, ad esempio, Scalfari (barbapapà de "La Repubblica; lo fu Fò Dario, il premio Nobel, Bocca Giorgio, e moltissimi di quelli poi cambiarono scarpe e casacca (vedi Bocca, Ingrao, Scalfari, e centinaia di altri).

Stessa cosa fu nella Russia comunista.

Vagoli ancora nelle tenebre, o un'ombra di luce comincia a far capolino?

P.s.

Quache rara eccezione esiste. Spero ti siano utili questi due link:

http://www.qelsi.it/2014/elisa-pistolesi-comica-ma-non-di-sinistra-da-quando-mi-sono-dichiarata-non-lavoro-piu/

http://www.qelsi.it/2015/perche-gli-attori-devono-sempre-dire-cose-di-sinistra/

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

Per comici di sinistra intendi quelli che votano dichiaratamente per il Pd o altro partito a sinistra? in teoria un professionista dovrebbe fare il suo dovere a prescindere dalle simpatie politiche e un comico che fa satira dovrebbe prendere di mira il politico di turno, di solito chi sta al comando.

Forse è per questo per 20 anni abbiamo assistito agli attacchi della satira nei confronti di Silvio Berlusconi?

Una caricatura famosa ad esempio fu quella ad opera di Corrado Guzzanti (che immagino voti a sinistra) nei riguardi di Romano Prodi che accarezzava una mortadellina come fosse un cane da compagnia :)

Oppure questo tipo di satira ti sembra troppo blanda e poco incisiva e non va considerata? chiedo senza retorica.

Io non sono più così giovane, quindi i vari zelig e compagnia che hai nominato li conosco di fama ma non li ho mai guardati.. non mi fanno ridere e spesso dicono idiozie.

Invece ricordo con piacere il bagaglino quando ancora c'era Oreste Lionello.. la satira di Pippo Franco e Leo Gullotta mi sembrava abbastanza bipartisan, ma ero un ragazzino forse dovrei rivedermi qualche replica per giudicare adesso.

Link to comment
Share on other sites

Per comici di sinistra intendi quelli che votano dichiaratamente per il Pd o altro partito a sinistra? in teoria un professionista dovrebbe fare il suo dovere a prescindere dalle simpatie politiche e un comico che fa satira dovrebbe prendere di mira il politico di turno, di solito chi sta al comando.

Forse è per questo per 20 anni abbiamo assistito agli attacchi della satira nei confronti di Silvio Berlusconi?

Una caricatura famosa ad esempio fu quella ad opera di Corrado Guzzanti (che immagino voti a sinistra) nei riguardi di Romano Prodi che accarezzava una mortadellina come fosse un cane da compagnia :)

Oppure questo tipo di satira ti sembra troppo blanda e poco incisiva e non va considerata? chiedo senza retorica.

Io non sono più così giovane, quindi i vari zelig e compagnia che hai nominato li conosco di fama ma non li ho mai guardati.. non mi fanno ridere e spesso dicono idiozie.

Invece ricordo con piacere il bagaglino quando ancora c'era Oreste Lionello.. la satira di Pippo Franco e Leo Gullotta mi sembrava abbastanza bipartisan, ma ero un ragazzino forse dovrei rivedermi qualche replica per giudicare adesso.

Vero, ricordi bene. Una volta Guzzanti fece la caricatura dell'uomomortadella. Sì, una volta; ed infatti trattandosi la satira verso sinistra di evento dalle caratterische epocali, resta nella memoria. Magari sarà di certo successo altre volte. Ad esempio, ricordo quella volta in cui D'Alema (fin dalla culla strenuo difensore della satira) querelò Forattini per una vignetta, chiedendogli 2.000.000.000 di lire. Bene, e poi? Io ricordo bene molte librerie di Milano (me ne è rimasta impressa una, in particolare, quella del Centro Commerciale Bonola) nelle quali c'era una sezione apposita di libri di critica ed insulti contro Berlusconi (del quale, sia chiaro, non potrebbe importarmi di meno; mentre ho un debole per la verità). E poi, dicevo? Oltre ad alcune e tiepidissime satire verso personaggi della sinistra, a qualcuno risulta altro? Sono forse andato fuori di testa, dato che ho memoria di 20 anni di martellante satira ed insulti verso Berlusconi? Sono impazzito? Ho subito cibernetici innesti di falsi ricordi? Lella Costa, Chiambretti, Bisio, Vergassola, Fantoni, Iacchetti, Arena, Gnocchi, ecc... ec... ecc... esistono, o sono creature da sogno?

Ad una mia opinabilissima opinione personale, quanto alla quantità di satira, il rapporto tra gli attacchi per una parte e l'altra è, ad essere generosissimi, di uno a cento. Se qualcuno pensa di potermi smentire, lo faccia; vuol dire che passerò le prossine settimane a produrre dati a confutazione.

il suo dovere a prescindere dalle simpatie politiche e un comico che fa satira dovrebbe prendere di mira il politico di turno, di solito chi sta al comando.

Forse è per questo per 20 anni abbiamo assistito agli attacchi della satira nei confronti di Silvio Berlusconi?

Certo, questo è quello che dovrebbe accadere nel Paese della Cuccagna; mentre nel mondo reale - non da ora, come ho scritto nel precedente post, che presumo tu abbia letto - accade l'esatto contrario. Tieni a mente questa regola, J-J: nel mondo reale accade sempre l'esatto contrario di quanto si sogna nei mondi utopici. Pertanto, sulla base di questa regola, che non patisce eccezioni, i guitti stanno sempre dalla parte di chi ha davvero il potere; stanno sempre col Principe (J-J, Machiavelli scrisse un libro chiamato "Il Principe"; se ci dessi un'occhiata, molte di queste discussioni sarebbero superate, e magari potremmo arrivare davvero al punto, che è ancora molto lontano).

Notte a tutti.

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Confermando di essere una bestia, allego una notiziola fresca fresca. Riguarda una dichiarazione rilasciata da Mons. Cipolla, vescovo di Padova, a una Tv veneta:

"Io farei tanti passi indietro pur di mantenerci nella pace e pur di mantenerci nell'amicizia - ha detto il vescovo di Padova parlando della celebrazione del Natale nelle scuole ai microfoni di Rete Veneta - Non dobbiamo presentarci pretendendo qualsiasi cosa che magari anche la nostra tradizione e la nostra cultura vedrebbe come ovvio. Se fosse necessario per mantenere la tranquillità e le relazioni fraterne tra di noi io non avrei paura a fare marcia indietro su tante nostre tradizioni".

Ecco, tanti passi indietro, meglio rinculando.

Molti anni fa, giovanissimo, mi capitò di passare un certo periodo a Teheran; fu l'ultimo anno di regno dello Scià Pahlavi prima dell'avvento di Khomeyni. Pahlavi era considerato filo occidentale; ciò non di meno, un mio conoscente che lavorava alla Saipem, in Iran da tempo, sapendo che sarei andato in quel Paese, mi raccomandò tre cose:

1°, non rivolgere mai la parola a nessuna donna che non mi fosse stata presentata;

2°, non guardare mai iraniani direttamente negli occhi, camminando per strada;

3°, soprattutto (era maggio e a Teheran faceva un caldo bestiale), non mostrare simboli religiosi cristiani, come ad esempio una collanina col crocefisso.

Da allora, questo tipo di "mentalità" islamica è andata rincrudendosi ed esasperandosi. Ora, questo avanzo di seminario, fatto Vescovo da Jorge Bertoglio, ci dice che dobbiamo "fare marcia indietro su tante nostre tradizioni", a casa nostra.

Bene, con ogni probabilità sono una bestia; ma, da bestia, dico che meglio bestia che coglione.

Chissà se Mons. Cipolla sarebbe disposto a fare "marcia indietro" anche sull'otto per mille; e soprattutto sulle stratosferiche ricchezze che lo Stato Vaticano incamera ogni anno a titolo di donazioni e lasciti, da "fedeli" che così cercano di barattare l'allontanamento delle terga dal fuoco eterno. Il che, tra l'altro, come già scrisse padre Dante, fa della gerarchie ecclesiastiche una congrega di simoniaci.

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

Ma se per caso durante quel tuo viaggio a Teheran, tu avessi incontrato una realtà diversa, cioè magari un popolo musulmano meglio disposto nei confronti degli stranieri e in particolare dei cristiani.. adesso il tuo pensiero sarebbe diverso?

Cioè le idee di questo vescovo di Padova, fare un passo indietro per amor di pace, non ti aggradano solo perchè in cambio noi non riceveremmo lo stesso trattamento se andassimo in Iran?

Da quello che hai scritto mi è sembrato di capire questo.

Chiedevo solo per curiosità, io per altro non difenderò la posizione di questi preti che, come giustamente dici, sono bravi solo a intascare l'8 per mille.

Ti dico anche che io tengo molto al Natale ma per me è una festa che poco ha a che fare con Gesù e con gli angeli e molto c'entra con lo stare insieme alle persone che amo.

Link to comment
Share on other sites

Ma se per caso durante quel tuo viaggio a Teheran, tu avessi incontrato una realtà diversa, cioè magari un popolo musulmano meglio disposto nei confronti degli stranieri e in particolare dei cristiani.. adesso il tuo pensiero sarebbe diverso?

Se per caso i meli producessero pere, allora vorrebbe dire che sono peri, e non meli. Fino adesso i meli fanno le mele e i peri le pere.

Caro J-J, costa nulla ipotizzare, ma a che pro, visto che abbiamo la Storia ad insegnarci; nonchè miriadi di aneddoti personali come il mio? Oltretutto, questo da me raccontato è solo uno tra i moltissimi episodi personali che mi rendono certo dell'impossibilità di qualsiasi intregrazione tra islamici e ogni altra cultura. Ma, al di là dell'aneddotica, l'Islam non può tollerare commistioni tout court; non è mia opinione, ma Legge scritta nel Corano. Immutabile.

I somari buonisti che ragliano su tv e giornali, ignorano, o si forzano a ignorare, che il suolo su cui posa il calcagno un musulmano segna i confini della "Umma", che vuol dire sia comunità (islamica), sia etnia, sia nazione. Dove un musulmano sta, là è suolo islamico. Questo è il punto!!! Ed è per questo, non perchè sono schizzinosi, che, coerentemente, non possono tollerare cose come il Presepe o i canti natalizi. L'islam è imperialismo religioso per eccellenza; per essere, deve sottomettere. Sta scritto nel Corano, e sul Corano non si fanno concili, nè discussioni.

Poitiers (732), Lepanto (1571), Vienna, ossia qui dietro, (1683). La civiltà cristiana li ha fermati tre volte; ma stavolta sarà l'apocalisse, grazie agli idioti che li hanno fatti (e continuano a farli) entrare, e ai vari Mons Cipolla già calati di braghe e aperti di terga.

Link to comment
Share on other sites

Non voleva essere una ipotesi per assurdo la mia.

Mi chiedevo soltanto se le tue idee sull'integrazione sono tali, solo perchè sono una risposta alle idee del musulmano.

Ad esempio io non rubo perchè mi pare una cosa sbagliata e se qualcuno viene a casa mia a rubare.. io continuo a pensare che sia una cosa sbagliata e continuerò a non rubare in futuro.

Qualcun'altro potrebbe pensare: hanno rubato a casa mia e io mica so' fess.. ripago con la stessa moneta!

Immagino siano legittimi entrambi i ragionamenti, ma comunque era solo una curiosità.

Link to comment
Share on other sites

J-J, si giudica qualcuno sulla base di quello che ha fatto e sta facendo. Si chiama ladro uno che ha rubato (passato prossimo) e che sta rubando adesso (presente progressivo). E lo stesso fa chiunque, compreso te.

Per questa ragione, giudico ciò che sta accadendo sulla base di ciò che i musulmani hanno sempre fatto nella Storia, e per quello che stanno facendo adesso. C'è qualcosa di sbagliato in questo procedimento? Non dovrebbero fare così tutti? Tu per esempio, sulla base di cosa giudichi?

Oppure c'è qualcuno che pensa che l'affermazione (loro) secondo cui non si fermeranno fin quando non avranno imposto il califfato mondiale sia come le promesse di Renzi? I morti di Parigi, come le decine di migliaia di altri prima di loro, avevano amici e parenti. Serve che tocchi a qualcuno a noi prossimo per capire che i buonisti ci stanno portando dentro l'abisso? Così, per curiosità, ci sarà almeno un umano buonista tra chi legge, e che possa dire la sua!

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

E come al solito Satori.. fai il Satori!

Mi riveli sempre punti di vista inaspettati.. e io sarò pronto ad aprire la mia mente!

Ma pensa, io credevo che fossimo stati noi (per "noi" intendo i potenti stati dell'occidente) ad invadere il medioriente!

Certo qualcuno ha dovuto prima adoperarsi in acrobatici giochi di prestigio lessicali, quando per esempio si iniziava una guerra chiamandola "missione di pace", geniale :) io per anni ci ho creduto. Un po' come quel giochino dell'acqua statale che per magia diventa "acqua pubblica".

Qualcun'altro si è dovuto inventare armi di distruzione di massa che poi non esistevano (ma allora per quale motivo si è andati? ah giusto per esportare la democrazia..) e anche noi abbiamo fatto un bel po' di migliaia di vittime che hanno lasciato amici e parenti, ma noi abbiamo usato bombe intelligenti anzi intelligentissime: abbiamo usato quel tipo di bomba che quando scoppia non fa rumore in questa parte del mondo, i giornali non ne parlano e nessuno se ne accorge.

Ah dimenticavo, i francesi 200 anni fa invasero l'Egitto e la Syria.. certo per scopi scientifico\culturali, s'intende.

MA, e vorrei sottolineare questo MA grande quanto una casa, non sto a giudicare quello che sta succedendo oggi nel senso che un'idea precisa per formulare un giudizio, ancora non ce l'ho.. ci sto provando a farmela e devo dire che ho trovato un po' di materiale interessante, ma per adesso mi limito ad osservare.

E quello che posso osservare (osservazione diretta e quotidiana) è un gran numero di famiglie musulmane a cui i nostri festeggiamenti natalizi non danno per niente fastidio, tollerano benissimo presepi e canti natalizi e anzi l'impressione è che a una certa età (i giovanissimi) la vedano come una festa.. che magari non capiscono ma pur sempre una festa.

Qualcuno li vuole respingere? bene, capisco i motivi e sinceramente, non so giudicare se sia giusto e meno.

Quindi la mia voleva essere davvero una domanda che andava oltre la questione musulmana..

Un atteggiamento del genere, ("meglio bestia che coglione") è riservato ai musulmani in risposta al loro atteggiamento? una sorta di do ut des interrazziale?

Cioè mettiamo caso che domani un orda di tedeschi arrivasse in Italia attraverso tutte le frontiere.. in quel caso tutto ok?

Come mai non si dice nulla sulla vera invasione che stiamo subendo e cioè quella cinese? dovunque mi giro oggi in Italia io vedo lanterne rosse non moschee..

Link to comment
Share on other sites

Approfondiremo domani, o dopo; ma per intanto, J-J mi ha messo curiosità il modo in cui tu tracci i nessi causali. Mi par di capire che nel 732 il comandante Abd Al Rahman ibn abd Allah Al Ghafiqi si sia spinto fino nel cuore della Francia, e poi, nel 1571 una legione di flotte musulmane si siano messe a fare diporto al largo di Lepanto, e poi ancora il gran Visir Merzifonlu Kara Mustafà Pascià, con a capo di 140.000 uomini abbia bussato alle porte di Vienna, a causa del fatto che Stati Uniti (allora inesistenti), Inghilterra e Francia, secoli dopo, hanno condotto in Medio Oriente alcuni sporchi affari.

Geniale! Una nuova frontiera nella storiografia!

Se poi credi che io possa cascare nel gioco “noi occidentali buoni e loro saraceni brutti e cattivi”, rimango deluso. La mia totale estraneità verso “l’Occidente decadente e corrotto”, dopo anni che ci scriviamo, ti dovrebbe essere nota. Solo che, dettaglio non da poco, malgrado la loro decadenza e corruzione (unico punto su cui concordo coi musulmani), gli occidentali non crocifiggono le persone (tranne i comunisti, durante la guerra civile spagnola, i quali, per non farsi mancare niente, impalavano pure le suore), come i paladini della Nazione Islamica fanno quando possono; vedi Siria Iraq, Sudan.

Bene, domattina prenderò a calci nel c… un tale, perché nel 2300 un suo discendente farà pipì sull’uscio di casa mia. Grazie J-J.

Link to comment
Share on other sites

Non credo che le legioni musulmane abbiano "bussato" in Europa per vendicarsi di qualcosa, come non credo che la campagna d'Egitto di Bonaparte sia stata una risposta ai velieri ormeggiati a Lepanto.

Probabilmente gli attacchi terroristici di Parigi sono collegati alle ultime invasioni e l'11 settembre, ma anche qui non mi azzardo a tracciare nessi di causalità.

Volevo semplicemente far notare che Napoleone non sarà entrato chiedendo permesso e portando mazzolini di viole e bottiglie di champagne..

Qualunque siano le cause, da entrambe le parti non mi sembra si siano lesinate barbarie.

Sulle crocifissioni e le torture, ho capito che ti stai riferendo agli estremisti dello stato islamico (Isis) i quali rappresentano solo una piccola parte: stando ai numeri che ci dicono, pare che siano meno di 50.000 (molti dei quali sono mercenari senza un credo e imbottiti di droghe) a fronte di quasi 1 miliardo e mezzo di musulmani.. come dire, se il mondo arabo fosse tutto in una città come Gallarate, i rappresentanti dell'IS sarebbero 2 cittadini in tutto.. e sulla base dei comportamenti di questi due stiamo giudicando tutta la cittadinanza?

Link to comment
Share on other sites

Napoleone fu stratega eccellentissimo, quanto predatore e ladro. Mai stato nelle mie simpatie, ma non è certo per questo che i musulmani aborrono chiunque non sia come loro. La guerra contro l'Occidente l'hanno cominciata loro molti secoli fa, e questo è Storia, fatti, che nessuna buona intenzione potrà mai cambiare. Il terrorismo, poi - nel senso moderno del termine - è diretta conseguenza della nascita dello Stato di Israele, voluto da Inghiterra, USA, e Internazionale ebraica. Io sono certo che sarebbe sorto lo stesso, magari con una ventina di anni di ritardo, perché esso è intrinsecamente funzionale al Jihad.

Un mio carissomo amico, di cui in privato posso darti il cellulare, giorno 11 settembre si trovava a Beirut. Quando fu diffusa la notizia dell'abbattimento delle torri l'intera popolazione impazzì di gioia e prese ad esultare forsennatamente, sparando in aria per le strade (lì sono tutti armati), piangendo di felicità e abbracciandosi, per ore.

Si può seppellire la testa sotto terra, ma il resto del corpo deve sempre fare i conti con la verità.

"...Sulle crocifissioni e le torture, ho capito che ti stai riferendo agli estremisti dello stato islamico (Isis) i quali rappresentano solo una piccola parte: stando ai numeri che ci dicono, pare che siano meno di 50.000 (molti dei quali sono mercenari senza un credo e imbottiti di droghe) a fronte di quasi 1 miliardo e mezzo di musulmani.. come dire, se il mondo arabo fosse tutto in una città come Gallarate, i rappresentanti dell'IS sarebbero 2 cittadini in tutto.. e sulla base dei comportamenti di questi due stiamo giudicando tutta la cittadinanza?..."

Mi spiace, J-J, sei pochissimo informato.

La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra è che siano uccisi o crocifissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra: ecco l’ignominia che li toccherà in questa vita; nell’altra vita avranno castigo immenso...

Corano, 5,33.

E' scritto nel Corano, J-J!!!

Qualcuno dovrebbe portarlo a conoscenza di tutte le boldrine, i boldrini e i pretonzioli come Mons. Cipolla, che stanno portando l'inferno a casa nostra.

Edited by Satori
Link to comment
Share on other sites

sono stato in collegio dai 5 ai 10 anni con le monache , messe, preghiere e benedizioni si sprecavano, un lavaggio del cervello a tutto tondo, " fortunatamente " la religione Cristiana è votata al perdono ecc .ecc ( inquisizione a parte ).

Cosa sarebbe di me oggi se mi avessero inculcato un odio feroce per gli altri membri di una religione diversa dalla mia, promettendomi al loro sterminio una ricompensa divina eccezionale?

Finchè ci saranno le scuole coraniche la storia sarà sempre la stessa.

JJ sono stato in Libia quando c'era Gheddafi , noi siamo gli infedeli, punto, lo recepivi , lo sentivi sulla tua pelle il disprezzo, e nota anche da parte di persone istruite.

Le chiese cristiane sono state dipinte tutte di bianco e sono diventate moschee.

Provate ad aprire una chiesa cristiana negli emirati arabi?

Ed alla favola dei mussulmani moderati , mi spiace , ma non ci credo minimamente, un popolo che tratta le donne nei modi che sappiamo non mi sembra che sia un popolo moderato,

E una guerra di religione , non ci giriamo intorno.

felicità

Edited by emgus
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share