Io Sono Una Bestia


Recommended Posts

Buon giorno, nel senso letterale e non formale; ossia, che oggi sia per chi mi legge un giorno buono.

Ieri ho proposto un flash sul pensiero di Anders, ovviamente, limitatamente al tema che stiamo ora trattando. Oggi proporrò qualcosa di analogo per un altro filosofo, Giorgio Agamben.

Sia il primo che il secondo sono lontanissimi dalla mia area culturale, ma, ciò nondimeno, riguardo alla questione che stiamo trattando, il risultato delle nostre analisi è pressoché identico. Ed allora, come mai, ci si potrebbe ed anzi dovrebbe chiedere? La risposta che io do, probabilmente, contrarierà qualcuno, e, nel caso, mi piacerebbe davvero conoscere le ragioni del contrasto. La analisi di tutti e tre è, semplicemente, fredda e razionale.

Il fatto è che il terreno comune tra Anders, Agamben e me, è uno specifico approccio alla sfera politica che si potrebbe definire “umanista”. Su quasi tutto ciò che precede (quest’approccio) e tutto ciò che segue, sia nostri punti di vista che le nostre prospettive divergono.

Scrive Agamben:

È evidente che gli italiani sono disposti a sacrificare praticamente tutto, le condizioni normali di vita, i rapporti sociali, il lavoro, perfino le amicizie, gli affetti e le convinzioni religiose e politiche al pericolo di ammalarsi. La nuda vita – e la paura di perderla – non è qualcosa che unisce gli uomini, ma li acceca e separa.” (Chiarimenti, 17.03.2020)

Lapidario, feroce, inconfutabile. E’ la stigmatizzazione del coviddaro come zombi; ossia un fu, un ex, essere umano, del tutto svuotato dall’umano. Una larva, un guscio vuoto, il prodotto finale dell’esperimento Covid 19. Nel suo sito, inoltre, a proposito della “pandemia” Agamben scrive questo di cui al link:

http://www.quodlibet.it/giorgio-agamben-l-invenzione-di-un-epidemia

 

 

Importanti, per una corretta analisi dell’argomento, anche i concetti di biopolitica e psicopolitica, per una introduzione ai quali rimando al link allegato.

http://it.wikipedia.org/wiki/Biopolitica

P.s.

A proposito di zombi, sto finendo di guardare “Fear the walking dead, ben fatto, i peggiori sono sempre gli umani.    

P.s.2  

Bill Gates - che non è un filologo, né un latinista, né uno scienziato, né uno scultore, ma è un commerciante - non produce e vende solo vaccini, ma finanzia anche molti mezzi di informazione, e persino di siti di "debunker". Dunque, Gates vende vaccini e finanzia giornali , TV, e "debunker", i quali parlano bene di Gates e benissimo dei vaccini, e malissimo di chi parla male di Gates e dei suoi vaccini. In un mondo capovolto, tutto ciò è del tutto normale. Anche perché nessuno finanzia giornali e TV che parlano male di Gates e dei suoi vaccini. Vero è che qualcuno (come me) finanzia canali di nicchia come, ad esempio, Byoblu; ma nessuno di costoro ha nulla da vendere, né vaccini, né medicinali, né altro!  Devo spiegare? Ma no, mi pare facile da capire. Ecco.  

http://www.youtube.com/watch?v=N0cQZl-nPwI   

 

 

 

 

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Così non vale, J-J. Avevo appena trovato finalmente la mia collocazione, ed ora mi vieni a dire che "bestia" è un concetto che , per essere definito, necessita di dibattito! Così mi ritrovo al punto d

Questo è uno dei pilastri della Sophia Perennis, ossia, la Sapienza che trascende le forme storiche e culturali per cui tramite si manifesta. Ma si presti molta attenzione: che tutto è bene è la Verit

Mi auto-cito. Questo è precisamente il punto! La prova certa di essere stati manipolati si articola in due punti (a e b): a1, non si sa nulla delle tecniche di manipolazione; a2, qualora  se

Posted Images

Uomini (anzi donne) e topi.

P.s.

Ora comprendo come le piazze di Berlino e di Mosca erano piene di ex umani adoranti.

Incubo!

http://www.youtube.com/watch?v=6q5zaSMlH04

P.s.2

Il nuovo feticcio:

http://www.ogginotizie.info/rubriche/salute/patrizia-gentilini-medico-oncologo-ed-ematologo-luso-della-mascherina/

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Più che eccellente articolo della giovane Enrica Perucchietti. Con dovizia di riferimenti, dati, e fonti, traccia una sintesi della principale tecnologia di dominazione "Shock and Awe".

La saggista parte dal 2001, ma, almeno nella contemporaneità, il primo esempio su scala planetaria di questa tecnica (di derivazione militare) furono le crisi petrolifere dei primi anni '70, per la precisione 73-74/79. "Crisi" totalmente artificiali, primo saggio di "politiche di austerità", grandioso esperimento di manipolazione di massa a livello mondiale. Pochi, credo, ricordano le "domeniche a piedi", perché bisognava risparmiare, giacché i pozzi petroliferi erano agli sgoccioli. La storia, ovviamente, era del tutto diversa, ed aveva a che fare con la ridefinizione degli equilibri geopolitici e la preparazione delle politiche del debito, che sarebbero state poste in essere dall'inizio degli anni '80, e la relizzazione della UE. I pozzi non erano a secco (come giuravano i medesimi scienziati che oggi hanno eletto Greta a profetessa), ma fu fatto credere che lo fossero, e tutto l'Occidente e parte dell'Oriente (miliardi di persone) mutarono le loro abitudini. Basta avere dalla propria Media e organi giudiziari. Così allora, così oggi col Covid. Poi la "crisi" cessò, come per magia i pozzi si riempirono, ed il popolo bue, senza farsi domande, tornò alle vecchie abitudini.

Perucchietti è davvero brava, liquidarla come complottista certifica, purtroppo, di essere rimasti imprigionati nella rete di parole dei signori del discorso e della unica narrazione.

Buona lettura.

http://enricaperucchietti.blog/2020/09/11/la-teoria-dello-shock-come-si-strumentalizza-la-paura-dall11-settembre-a-oggi/

P.s.

Ovviamente, coloro che allora (1973) si sgolavano a denunciare la falsità della versione proposta dai Media, furono presi per pazzi visonari (al tempo, questo sciagurato termine, "complottista", non era stato formulato), chi si opponeva alla menzogna era una specie di curioso eccentrico, un idiota davvero bizzarro. Come, davvero come, si poteva pensare che tutti stessero raccontando delle frottole? Guardatevi i giornali e i telegiornali dell'epoca; scambiate crisi petrolifera con crisi Covid, e lo stampo è il medesimo. Un solo coro, una sola voce. Quella di chi comanda.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Un conoscente mi ha segnalato un video che non conoscevo (e ne ho visti molti) sul crollo della terza torre, quella non colpita da alcunché.

Si vede chiarissimanente la dinamica da caduta libera del gigantesco edificio, WTC 7, che si accascia su se stesso; dinamica perfettamente sovrapponibile a quella delle demolizioni controllate, assolutamente identica. Un crollo spontaneo (metti che WTC 7 sia proprio stramazzato di paura) è del tutto impossibile, giacché il sistema di armature che lo regge non avrebbe potuto permetterlo, un'impossibilità fisica. Magari sarebbe crollata dalla paura, o per solidarietà con le gemelle, ma non in cadura libera!

Ci vuole più fede a credere nella versione per cittadini onesti e probi, che alle sette mogli di Dracula.

http://www.youtube.com/watch?v=_S0kd39AEoo&feature=youtu.be

 

Link to post
Share on other sites

Intermezzo. Devo concludere con "Covid 3", ma, tra una cosa e l'altra, accadono delle cose di mezzo, dentro altre cose. E quindi, dato che la notte avanza, ed è mia amica, trascrivo un bellissimo pezzo di Antônio Carlos Brasileiro de Almeida Jobim  (detto, appunto, Jobim).

Fu un uomo di grandissima bellezza, poeta, musicista, gran fumatore.

                                     Ves haces sufrir, a quien te amó.
                              
A quien todo te lo ha dado
                                                                        Ay tu corazón que nunca amó, no merece ser amado.
                                                                              Ay qué insensatez, causa dolor a quien nunca te ha dolido.
                                                                Y sé que al final, la sodedad es el único castigo.

                                                                         

 

 

                                                                                                       Insensatez

                                                                                                       Antonio Carlos Jobim

Se non siete mai stati perdutamente innamorati, così da fare fatica a respirare, dovreste spararvi, sul serio; ma non lo farete, perché, appunto, non conoscete la insenzatez di cui canta Jobim. Insomma, siete dentro un circolo vizioso.

Se invece avete conosciuto l'estatica punizione di amare da morire, allora converrete, con Jobim, "...que al final, la sodedad es el único castigo...".

Bene.

Guardate quegli occhi!

 

 

 

antonio-carlos-jobim-1927.jpg

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Ah,  insensatez
Que você fez
Coração mais sem cuidado

Fez chorar de dor
O seu amor
Um amor tão delicado

Ah, porque você
Foi fraco assim
Assim tão desalmado

Ah, meu coração
Quem nunca amou
Não merece ser amado

Vai meu coração
Ouve a razão
Usa só sinceridade

Quem semeia vento
Diz a razão
Colhe sempre tempestade

Vai, meu coração
Pede perdão
Perdão apaixonado

Vai, porque quem não
Pede perdão
Não é nunca perdoado
 

 

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

La gravità di un assasssinio dipende dal colore della pelle della vittima. 

Bisogna riscrivere il diritto, oppure mandare in galera chi sostiene che la gravità di un assasssinio dipende dal colore della pelle della vittima. 

Come al solito Vitangeli fa vero giornalismo.

 

Link to post
Share on other sites

Questo Twitter lo devo postate per forza; non tanto per il pezzo di grottesca comicità regatoci dal signore alla destra del video, quanto per alcuni commenti degli utenti, ne cito alcuni:

Migrante uccide Italiano -> Problemi psichici

Italiano uccide migrante -> Fascista

In tutti e due i casi però la colpa è del clima d'odio e quindi di Salvini. (Claudio Borghi)

 
 
Quindi è per via di tutti i personaggi che vagano per le città con #problemipsichici che il #governoclandestino ci aveva chiuso in casa col #lockdown Aveva a cuore le nostre vite..
 
 
Accogliere sempre più migranti= è accogliere Gesù
Accogliere meno migranti= è essere razzisti
Il cattivone resta sempre lui =Salvini
 
Uomo uccide donna -> lei vittima del patriarcato e della maschilità tossica
Donna uccide uomo -> lei vittima del patriarcato e della maschilità tossica.
 
 
Quindi Salvini procura problemi psichiatrici agli extracomunitari, seguendo il ragionamento...
 
 
italiano uccide nero (o migrante) -> 3 settimane di servizi tg a reti unificate h24 con intervento di ministri, PdC e PdR
Nero (o migrante) uccide italiano -> trafiletto a pag.15 e l'italiano era fassistah quindi colpa di Salvini
 
Conte: "ho accompagnato mio figlio fino all ultimo miglio" ....non ricordavo che in ITAglia avevan eliminato i Km!!! ahahhaha
 
 
34% carcerati stranieri su totale carcerati. 8,7% popolazione straniera che vive in Italia su totale italiani.
(In questo caso, la matematica è fascista, nota di Satori).
 
Beh, seguitate da soli, vale la pena.
 
 
 
Edited by Satori
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Di biologia so poco, ossia molto più del 99,9 (circa) della popolazione, che non ne sa nulla.

Stefano Scoglio ne sa moltissimo più di me, ne sa tanto da essere candidato al Nobel. Questa la premessa.

Lo sapete che il virus Covid 19 non è mai stato isolato?

Lo sapete che il processo polimeratico, su cui si fonda (per i coviddari) la diagnostica dei tamponi, non può fornire una diagnosi certa, e neppure attendibile, della presenza del virus?

Lo sapete, di conseguenza, che la grancassa mediatica tutta, a pieno regime, indefessamente giorno e notte, ha mentito sempre, per affermazione o per omissione?

Mi sono preso la briga di verificare, con una vecchia amica biologa che ha un laboratorio analisi, le parti che non conoscevo del video che allego appresso. Si tratta di Scienza pura e semplice; Scoglio afferma il vero, il mainstream mente!!! 

http://www.youtube.com/watch?v=v-VsVp2mfGg

(Geniale il commento di un utente: "Sono più impegnati a isolare la gente che il virus"!!! Esatto, il mezzo è dividere, frantumare, distanziare, isolare; lo scopo è il famoso Grande Reset di Davos! Ingegnerizzazione della società e di tutto ciò che fu umano. L'Impero finale e definitivo).

Sulla base di queste menzogne, di questa continua alterazione fraudolenta di dati, hanno imprigionato un’intera Nazione, distrutto un’economia già depressa, ed ora si accingono a mettere le mani sulla risorsa più preziosa: i nostri figli. Segue articolo di Enrico Galoppini.

http://www.nazionefutura.it/attualita/quale-scuola-riparte/

I due video sono calici amarissimi, affermano verità inconfutabili, il che tuttavia, lascia la porta aperta alla speranza. I responsabili di questo inferno non potranno tenere nascosta la verità per sempre. E la verità scioglie le catene.

P.s.

"Covid 3 è rimandato.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Il campo di Stefano Scoglio è la nutrizione, non è un virologo o un epidemiologo. La candidatura al nobel (in che campo?) non fa di lui un'autorità indiscussa in tutte le discipline.
La situazione è quella di una pandemia di un virus molto infettivo di cui ancora si conosce poco.

Probabile che alcuni governi abbiano esagerato con le restrizioni, sicuramente ci sono interessi enormi in gioco e ci sta che molti gridino al complotto e non vogliano vedere le proprie libertà limitate.
Sono tutte reazioni umane che vengono descritte anche dal Manzoni quando racconta la peste ne I Promessi Sposi. Solo che ora ci sono siti come Byoblu che cavalcano l'onda del complotto e della sfiducia nelle istituzioni e diventano portavoce di queste correnti, in cambio di un abbonamento per quelli che pensano di "risvegliarsi" ma, secondo me, cadono in un sonno ancora più profondo ipnotizzati da notiziari tendenziosi e farciti di falsità.

Link to post
Share on other sites

Verissimo, essere candidati al Nobel (come lo fu Scoglio, nel 2018 per la medicina), non fa di alcuno un'autorità su alcunché; e aggiungo, neppure nella propria disciplina. Infatti, l'autorità di Scoglio (come di Montanari a altri) non deriva dai titoli, ma dagli argomenti. E quindi la domanda, precisa, inequivoca: le tesi sostenute da Scoglio sono vere o sono false? Come ho scritto, di biologia so pochissimo in rapporto ad un vero biologo, ma moltissimo in rapporto a chi nulla sa. Per questo, faccio sempre delle ricerche, prima di mandare giù qualsiasi cosa; e, quando posso, cerco la collaborazione di persone fidate e competenti. L'ho fatto in passato per altri argomenti, l'ho fatto adesso con una mia amica biologa. A me risulta che tutte le affermazioni fatte da Scoglio sono vere, tutte. Che la polimerasi non si presta agli scopi per la quale è stata del tutto impropriamente usata, e su cui si basa l'attendibilità diagnostica dei tamponi lo sostenne a squarciagola lo stesso Kary Mullis (che per la scoperta della polimerasi vinse il Nobel nel 1993). Per aver fatto questa ed altre affermazioni, Mullis fu dichiarato pazzo dai sommi sacerdorti della ortodossia scientista, che per combinazione è finanziata e sopravvive esclusivamente coi denari di chi ha fatto della Scienza tutta una questione di cassa. 

Hai usato nuovamente il termine "complotto", ch è già semanticamente screditante proprio di per sè, in quanto, come ho scritto e documentato di recente, si connota proprio a partite dalla paranoia del connotato. Un po' come, per versi analoghi, accade per l'uso di fascista e razzista, che ti tolgono sempre d'impiccio. Io respingo con risolutezza questo uso, così come già scrissi al Prof, perché è una vera arma anti dialettica, è uno stupro all'arte del ragionare, è pura violenza. E' del tutto ovvio che un "complottista" (http://dizionari.repubblica.it/Italiano/C/complottismo.html), se se ne accetta la definizione, è uno psicopatico, e qualsiasi cosa sostenga non può che rafforzare la sua psicosi. Respingo il termine, caro Gastardo, ora e per sempre, perché sono del tutto sano di mente.

3 ore fa, gastardo ha scritto:

Solo che ora ci sono siti come Byoblu che cavalcano l'onda del complotto e della sfiducia nelle istituzioni e diventano portavoce di queste correnti, in cambio di un abbonamento per quelli che pensano di "risvegliarsi" ma, secondo me, cadono in un sonno ancora più profondo ipnotizzati da notiziari tendenziosi e farciti di falsità.

E' vero che ci può essere qualcuno che semplicemente passa di un sogno all'altro; ma questo, caro Gastardo, nuovamente, non è un argomento, ma una ovvietà di carattere tanto generale che può valere sempre e per tutto e tutti. Argomenti, da parte tua sarebbero facili da produrre, se ne avessi, ma noi ne hai prodotti, almeno finora: forse ne hai molti di riserva, che produrrai in seguito, ma finora zero!. Hai semplicemente dato del complottista a chi dissente dalla narrazjone del padroni del pulpito (esattamente come fanno i gazzettieri di Regime). Potresti dire, nello specifico e non rimanendo nelle nebbie del generico, quali sono le falsità di cui sono farciti i notiziari dei Byoblu; ed esempio, e te ne prego caldamente, a partire dalle affermazioni di Scoglio nel video in questione. A me non risulta che ve ne siano, neppure una. Se ve ne sono, e a me basta che tu me ne mostri almeno una (mi accontento di pochissimo), io ti rimarrò in debito, ancor più di quanto già non lo sia per concedermi questo spazio.

E mentre ci siamo, anticipando uno dei temi di "Covid 3", mi sapresti dire, tu che certamente complottista non sei, perché (rimanendo all'Italia)

1°, al primo sospetto di epidemia, non si procedette, così come da sempre e da dovunque prevede il protocollo, ad effettuare delle autopsie? E' complottista chi si scervella su questa domanda, o è boccalone chi non se le fa?

2°, e perché, non solo non si fecero immediatamente le autopsie, ma furono di fatto proibite con intimidatorie circolari delle rispettive direzioni sanitarie, che sono di nomina politica?

3°e perché, anziché seguire protocollo e logica (come puoi pretendere di predisporre una terapia, se non conosci la causa delle morte???) il Governo si postrò innanzi alle direttive dell'OMS che:

a, è un'azienda privata, che persegue interessi privati,

2, è per oltre la metà delle risorse disponibili finanziata da un commerciante di vaccini e di computer?

Seguono in seguito altri punti considerati "complottisti" dai padroni del pulpito; ma prima di chiudere, una banale domanda: hai idea di quante migliaia di morti siano state direttamente causate dall'aver deliberatamente e caparbiamente disatteso i punti 1, 2 e 3, e quindi sbagliato diagnosi, e quindi somministrata una terapia errata? Qualcuno ha fatto i conti, e ha denunciato il Governo per strage.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Satori ha scritto:

1°, al primo sospetto di epidemia, non si procedette, così come da sempre e da dovunque prevede il protocollo, ad effettuare delle autopsie? E' complottista chi si scervella su questa domanda, o è boccalone chi non se le fa?

2°, e perché, non solo non si fecero immediatamente le autopsie, ma furono di fatto proibite con intimidatorie circolari delle rispettive direzioni sanitarie, che sono di nomina politica?

Bufale note fin da maggio:
http://www.wired.it/scienza/medicina/2020/05/11/coronavirus-autopsie-bufala/

Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Kalel ha scritto:

Ciao Kalel, ben arrivato nelle discussioni delle bestie! 🙂
Non si tratta affatto di "bufale" (termine abusato dai siti come wired), e la circolare cui fai riferimento fu letta sia dall'avv. Polacco (che naturalmente viene annoverato tra i complottisti), sia in un servizio di Byoblu, quindi non è un caso che  Satori abbia usato la locuzione  proibite "di fatto", perché è esattamente ciò che è accaduto.
Mi spiace dirtelo, ma sei un ingenuo se credi che quando il tuo datore di lavoro (dunque colui il quale ti paga lo stipendio) ti suggerisce caldamente una determinata linea d'azione, il dipendente poi possa essere libero di fare diversamente. Certo qualcuno  magari si azzarda ad andar contro corrente ma  poi deve avere le spalle larghe per iniziare un battaglia come è successo al professor Pasquale Bacco.
Quindi nessuna bufala: di fatto le autopsie son state proibite.
Gli unici bufalari si dimostrano al solito i compagni di merenda di attivissimo.

Link to post
Share on other sites

@KalEl,

per me è sempre un piacere sentirti; piacere per nulla sminuito dal fatto che, purtroppo, non metti la dovuta attenzione in quello che scrivo. Ti rispondo solo allo scopo di puntualizzare, giacché, nella sostanza ti ha già risposto J-J. Non ho commesso alcun errore, non mi sono espresso in modo improprio, non ho fatto affermazioni che non rispecchino la verità pura e nuda. La tua obiezione cade nella classicissima fallacia di cui ho spesso parlato, detta straw man argument (http://www.wittgenstein.it/2012/10/19/straw/), a cui rimando. La tesi di Wired (sito di cui parlerò appresso) si oppone ad in interlocutore che non esiste, costringendolo, come io sono costretto a fare adesso, a difendersi da affermazioni che questi non ha mai fatto. Dimmi, per favore, dove avrei scritto che il Governo ha emanato, direttamente, delle direttive con le quali costringeva gli anatomopatologi a non effettuare autopsie. Io, naturalmente, conoscevo la pseudo obiezione di Wired (sito di cui parlerò appresso), obiezione che è di una speciosità e di una inconsistenza logica abbagliate. Ci si tira fuori da un abisso, perché anziché usare l’indicativo, il ministro ha usato il congiuntivo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Kalel, per favore, ha usato “non si dovrebbe”, anziché “non si deve” e quindi il bianco diventa nero!!! Complimentissimi, se anziché dire “non si devono picchiare i bambini”, io dico “non si dovrebbero picchiare i bambini”, allora io torno fresco come una rosa! La questione, che tu sembri non vedere, per quanto sia enorme come un pianeta, è che il Governo non avrebbe dovuto usare né il congiuntivo, né l’indicativo, ma semplicemente attenersi ai protocolli standard per sospetta epidemia!!! Tirare in ballo l’autorizzazione della magistratura, poi, è veramente un numero da circo, o l’appiglio di chi è disperatamente a corto di argomenti. Tale autorizzazione, per chi non fa precedere la fede agli argomenti e accetta ciecamente ogni versione ufficiale, è la normale prassi nei casi di sospetta rilevanza penale o dolosa; ma è ovvia ed implicita, in tutti i Paesi del mondo, nei casi di minimo sospetto epidemia. (Ma che vi hanno fatto per non capire una cosa simile?) Nei casi di ebola, botulino, antrace, varianti del carbonchio, ecc… le autopsie sono sempre state effettuate in regime di massima urgenza. Ovunque, senza eccezione!!! Quanto alle circolari interne, stringenti, minacciose, dei direttori sanitari, che di fatto (così, precisamente, ho scritto nel precedente post) hanno impedito le autopsie, Wired non può dire nulla, e infatti semplicemente tace.

 

E’ storia che le autopsie, che avrebbero dovuto essere fatte, non furono fatte e migliaia di persone morirono perché “curate” con una pseudo cura che ne provocò la morte, e che, per una curiosissima combinazione (che vorrei tanto tu mi lumeggiassi), corrispondeva esattamente ai protocolli imposti da OMS.

 

Quanto a Wired, così come di altri siti di araldi della verità (contro gli psicolabili, come me, che non si bevono l’indottrinamento di regime), mi occuperò di sicuro in altra occasione. Qui, rilevo solo che uno dei fondatori, Nicholas Negroponte, è un tale che non vede l’ora di digitalizzare l’umano, di creare ibridi uomo macchina, di chippare pure i canarini di casa, e che vede la vecchia immagine dell’uomo come una superstizione da estirpare. Il nuovo ceo, del colosso multinazionale della comunicazione Condè Nast, invece, è Roger Lynch, che per un’altra di quelle incredibili combinazioni (di cui tu mi darai certamente conto) è fresco fresco stato “invesment banker” della Morgan Stanley. E che c’entra con Wired (che è un sito di Templari del vero)? Ecco Wired è un satellite di questa multinazionale, il cui fondatore ed il cui attuale ceo sono i due tipi di cui ho parlato. Necessitano commenti?

Kalel, o chiunque altro, per favore: se volete rispondermi, argomentate nel dettaglio, come io faccio sempre. Rimandare ad un link (oltretutto della qualità di Wired, e ne abbiamo avuto un saggio appena appena) non è carinissimo. Se non credete sia degno di risposta, semplicemente, non rispondete. Capirei, davvero, se solo sospettassi di rivolgermi ad un folle (giacché tali sono, lo convengo, i complottisti), parlo sul serio, non sprecherei una parola. Ma se mi si risponde, per favore, prima mi si legga con attenzione, e poi si discuta per argomenti, e partendo dal principio di infallibilità dei "debunker" (termine di distruzione dialettica di cui ho già parlato).

 

 

   

 

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites

Jack, quel che dice la circolare è chiaro.

Se poi "di fatto" i vari centri non sono attrezzati e non hanno i requisiti richiesti per gestire certi livelli di pericolosità, non è certo colpa di chi emette il documento.

Ricordiamo che all'inizio non si sapeva con cosa si avesse a che fare: per quanto ne sapevamo (visto anche cosa stava facendo la Cina) poteva essere qualcosa di "molto" pericoloso.

Invece di elucubrare teorie spericolate (che sistematicamente non portano prove ma illazioni e davanti alle prove inventano altre elucubrazioni) perché non provate a mettervi nei panni del Governo a inizio epidemia.

Ecco, diciamo che jackjoliet di punto in bianco diventa primo ministro o addirittura "dictator" (come si faceva ai tempi dei romani in tempo di guerra) con la responsabilità di 60 milioni di persone, poco tempo e informazioni quasi nulle.

Cosa avresti fatto tu?

Io ho provato a riflettere su questo e mi sembra non ci sia nulla da rimproverare a chi ci sta governando.

Anche per la questione autopsie: e se uno o più centri non attrezzati, avessero peggiorato la situazione diffondendo ulteriormente il virus? Ti saresti preso questa responsabilità o avresti "caldamente consigliato" di astenersi?

E comunque delle autopsie (evidentemente con la giusta sicurezza) sono state effettuate:
http://www.huffingtonpost.it/entry/la-storia-di-38-cervelli-87-polmoni-e-42-cuori-cosa-rivelano-le-autopsie-sui-pazienti-covid_it_5efee780c5b6acab284e38f6

 

Edited by Kalel
Link to post
Share on other sites

Satori, da come rispondi sembra che l'articolo che ho linkato non l'hai letto.

Se lo avessi fatto, avresti visto che riporta anche il punto 3 della circolare che a mia volta riporto:

“3. In caso di esecuzione di esame autoptico o riscontro diagnostico, oltre ad una attenta valutazione preventiva dei rischi e dei vantaggi connessi a tale procedura, devono essere adottate tutte le precauzioni seguite durante l’assistenza del malato. Le autopsie e i riscontri possono essere effettuate solo in quelle sale settorie che garantiscano condizioni di massima sicurezza e protezione infettivologica per operatori ed ambienti di lavoro: sale BSL3, ovvero con adeguato sistema di aerazione, cioè un sistema con minimo di 6 e un massimo di 12 ricambi aria per ora, pressione negativa rispetto alle aree adiacenti, e fuoriuscita di aria direttamente all’esterno della struttura stessa o attraverso filtri Hepa, se l’aria ricircola. Oltre agli indumenti protettivi e all’impiego dei Dpi, l’anatomo patologo e tutto il personale presente in sala autoptica indosseranno un doppio paio di guanti in lattice, con interposto un paio di guanti antitaglio”

Quindi, il ministro ha scritto "non dovrebbe" proprio nel senso di "lo puoi fare se sei attrezzato".

Mi sto sbagliando?

Edited by Kalel
Link to post
Share on other sites

Kalel non credo che tu abbia letto il mio uiltimo post, ci siamo quasi sovrapposti. Ti dico solo questo:

i virus non sono batteri! La diffusione dei due segue modalità del tutto diverse. Il batterio sopravvive e si riproduce senza problemi al di fuori di un organismo infetto, un virus no! Prima di tutto, il virus non è un'entità viva, è stato classificato alla stregua di un parassita, è attivo o disattivo; e perde la carica virale, una volta che la cellula infettata sia morta, a seconda dei casi e dei virus, con tempi decadimento che rendono i rischi di contagio praticamente nulli, o contenutissimi. In ogni caso, non siamo nelle caverne, le autopsie vengono fatte in condizioni di assoluta sicurezza. Ne sarebbe bastata una.

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Kalel ha scritto:

Mi sto sbagliando?

Modificato: 3 minuti fa d

Ho letto tutto, e purtroppo stai sbagliando. Come già scritto, non siamo nelle caverne, nè in guerra, le autopsie vanno sempre fatte in regime di sicurezza massima. Davvero non comprendo come si possa insistere. Moltissime persone sono morte in modo orrendo per questo. D'altro canto, mi tocca ribadire l'ovvio: se fossero state fatte, si avrebbe da subito avuta la diagnosi corretta e quindi la terapia corretta. Quando, contravvenendo alle direttive interne, due medici le effettuarono, compresero che era stata fatta una strage. La tesi contraria, per quanto si cerchino appigli su siti filo governativi o filo sistema, è razionalmente indifendibile

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Kalel ha scritto:

Ecco, diciamo che jackjoliet di punto in bianco diventa primo ministro o addirittura "dictator" (come si faceva ai tempi dei romani in tempo di guerra) con la responsabilità di 60 milioni di persone, poco tempo e informazioni quasi nulle.

Cosa avresti fatto tu?

Io ho provato a riflettere su questo e mi sembra non ci sia nulla da rimproverare a chi ci sta governando.

Forse ti stupirà, ma nelle prime settimane di emergenza, non invidiando per niente la situazione complicatissima in cui si son trovati Conte e il governo, non ho avuto nulla da obiettare. Anzi non capivo la scelta scriteriata di Francia e Germania che temporeggiavano quando noi avevamo già chiuso tutto.. ancora ricordo le parole di Conte "la Germania viaggia con un mese di ritardo rispetto all'Italia, quando noi riapriremo loro saranno ancora nel pieno dell'emergenza". 
Poi caro Kalel, i dati e le informazioni hanno cominciato a descrivere una realtà diversa, ed è successo quel che sempre dovrebbe succedere, semplicemente ho cambiato idea.

Link to post
Share on other sites

Una cosa analoga a quella occorsa a J-J è capitata a me; ma con tempi minori. Nelle prime due settimane, circa, (fino al primo DPCM) di rincorrersi dei media nell'abilità nella creazione del terrore, non disponendo di informazioni, o disponendone di frammentarie e poco organiche, ho fatto quello che mi ha insegnato la filosofia greca: ho sospeso il giudizio. Il che non vuol dire che, col passare dei primi giorni, la tentazione di farmi un'opinione non si facesse forte. Molto, troppo, sospetta era l'intenzione evidentissima da parte dei media di battere il ferro sull'incudine della paura. Eppure, ancora, tenevo a freno la tentazione di una valutazione. E' stata la promulgazione del primo DPCM che mi ha dato la certezza che qualcosa di sbagliato e di malsano stava accadendo. Nessuno se la prenda, ma è fatto notissimo che l'ignoranza esiste; io medesimo ne sono un esempio, ignorantissimo in tantissime cose. Ma non ignorante al punto tale da non sapere cos'è un DPCM,

che è poco più di una circolare interna ad uso parlamentare,

che l'atto di un solo uomo, senza riscontro nel dibattito parlamentare non può ribaltare la gerarchia delle fonti di diritto,

che persino una Legge approvata fulmineamente non avrebbe potuto scavalvare la Costituzione,

che soltanto la sentenza di un giudice può limitare la libertà di movimento di un cittadino italiano, e imporgli il contenimento coatto.

Tralascio, qui, le implicazioni politiche di questo abuso gravissimo, e ne parlo solo per dire di ciò che portò la mia attenzione a livelli di allarme altissimi. Nessuno Stato al mondo ha rinchuiso i propri cittadini e quasi ogni attività economica, nessuno. Molti paesi, tra cui la "civilissima" Svezia e Taiwan non hanno chiuso nulla, limitandosi a raccomandare (non imporre) il buon senso ed evitare le calche in luoghi chiusi. La Svezia ha avuto, percentualmente, la stessa quantità di morti nostra, Taiwan (magari poi ne parleremo) una quantità (percentuale) molto minore, la più bassa al mondo.

Poi, le informazioni sono arrivate, e ne ho dovuto tratte le obbligatorie conclusioni. Che non ho ancora finito di esporre, e che inchiodano il Governo a responsabilità tali che saranno ricordate nel millenni (se mai questa umanità terminale tornerà alla normalità).

P.s.

Fino ad un istante prima dell'"emergenza", era refrein che le auto della Polizia erano quasi ferme per mancanza di benzina, ed i paraurti erano attaccati con lo scotch (si diceva). Di colpo, benzina per tutti, elicotteri compresi, presi a stanare nonnetti che correvano nei boschi. E poi, miracolo!!!!! Un intero parco auto nuovo, di colpo, dal nulla. Del comportamento delle "Forze dell'Ordine", chiunque non abbia chili di prosciutto davanti agli occhi se ne è fatta un'idea...

Edited by Satori
Link to post
Share on other sites
9 ore fa, jackjoliet ha scritto:

Forse ti stupirà, ma nelle prime settimane di emergenza, non invidiando per niente la situazione complicatissima in cui si son trovati Conte e il governo, non ho avuto nulla da obiettare. Anzi non capivo la scelta scriteriata di Francia e Germania che temporeggiavano quando noi avevamo già chiuso tutto.. ancora ricordo le parole di Conte "la Germania viaggia con un mese di ritardo rispetto all'Italia, quando noi riapriremo loro saranno ancora nel pieno dell'emergenza". 
Poi caro Kalel, i dati e le informazioni hanno cominciato a descrivere una realtà diversa, ed è successo quel che sempre dovrebbe succedere, semplicemente ho cambiato idea.

Va bene, ma qui si sta parlando delle decisioni (circolare autopsie, restrizioni, ecc.) prese all'inizio di una epidemia "sconosciuta".

Ora, con il "senno di poi" è facile recriminare: e se non avessero fatto quello che hanno fatto, e ci fossimo trovati noi, Germania, ecc. con milioni di morti? Cosa avresti detto "ora" delle decisioni prese? Giustamente che furono criminali a non mettere restrizioni, ecc..

Rimango dell'opinione che è stato fatto il possibile con i mezzi e le informazioni che avevamo.

Edited by Kalel
Link to post
Share on other sites

Dimenticavo di segnalare una costante che da sempre accompagna (e non solo sul Forum, ma ovunque, anche nelle discussione dal vivo) il dibattito tra me e i rappresentanti del pensiero ortodosso (ossia, quello mainstream e dell'apparato consolidito di Potere). 

Basta verificare lo svolgersi del dibattito su qualsiasi tema. Quasi senza eccezione, e quindi diciamo di regola, io costruisco le mie tesi per capitoletti numerati ed alfabetizzati; questo serve  dare ordine e chiarezza al discorso. Ci si aspetterebbe che chi contesta le tue tesi faccia altrettanto; ossia, capitolo per capitolo,e  punto per punto opponga, con dati e ragionamenti, una antitesi. Ecco, avete fatto caso che questo non accade mai? Eccezionalmente, l'interlocutore ribatte a più di un punto (su cinque, talvolta dieci del sottoscritto), e quando lo fa, l'antitesi o è puramemte apodittica (per l'interlocutore) e quindi scarsissimamente oppure del tutto non argomentata. Oppure, ad una tesi analiticamente esposta, si controbbatte con un link punto e basta.

Oppure ancora, basta dequalicare la tesi proposta, appiccicandoci addosso una parola feticcio come "complotto", "negazionismo", "razzismo", se non il supremo tra i supremi scongiuri magici della nuova religione; "nazista".  

Se non ripeti, anche nei toni, le rime della liturgia consolidata, allora sei un paria, un fuori casta.

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Kalel ha scritto:

Va bene, ma qui si sta parlando delle decisioni (circolare autopsie, restrizioni, ecc.) prese all'inizio di una epidemia "sconosciuta".

Ora, con il "senno di poi" è facile recriminare: e se non avessero fatto quello che hanno fatto, e ci fossimo trovati noi, Germania, ecc. con milioni di morti? Cosa avresti detto "ora" delle decisioni prese? Giustamente che furono criminali a non mettere restrizioni, ecc..

Rimango dell'opinione che è stato fatto il possibile con i mezzi e le informazioni che avevamo.

Ma come si può insistere, quando, dall'inizo della storia della medicina, le autopsie si sono sempre  fatte; e per molto meno di un sospetto di epidemia?

Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, Satori ha scritto:

Ma come si può insistere, quando, dall'inizo della storia della medicina, le autopsie si sono sempre  fatte; e per molto meno di un sospetto di epidemia?

Satori, normalmente è difficle confrontarsi su quello che scrivi perché (diversamente da questo unico caso) ne dici talmente tante che per rispondere ci vorrebbe una discussione a parte per ognuna.

Dici "le autopsie si sono sempre fatte".
Certo ma per i casi comuni non certo per nuovi virus sconosciuti.

Dici "per molto meno di un sospetto di epidemia".
Certo perché per sospetto di epidemia la procedura è "molto" diversa e delicata.

Quante volte in Italia, da quando esiste, abbiamo avuto a che fare con virus sconosciuti potenzialmente letali (penso a cose tipo Ebola) già dilagati nel territorio?
Direi zero.

Né io né tu siamo medici o (che sarebbe meglio) virologi. E a quanto ho capito nemmeno la gran parte dei medici a cui ti riferisci (prima ho letto di un "nutrizionista").

Quindi possiamo usare solo la logica: se per fare una autopsia in sicurezza riguardo a un virus sconosciuto e potenzialmente letale il Governo ci dice (ovviamente indicato da esperti, quelli si virologi) che occorre (cito):

Quote

[...] condizioni di massima sicurezza e protezione infettivologica per operatori ed ambienti di lavoro: sale BSL3, ovvero con adeguato sistema di aerazione, cioè un sistema con minimo di 6 e un massimo di 12 ricambi aria per ora, pressione negativa rispetto alle aree adiacenti, e fuoriuscita di aria direttamente all’esterno della struttura stessa o attraverso filtri Hepa, se l’aria ricircola. Oltre agli indumenti protettivi e all’impiego dei Dpi, l’anatomo patologo e tutto il personale presente in sala autoptica indosseranno un doppio paio di guanti in lattice, con interposto un paio di guanti antitaglio.

vorrà dire che senza queste condizioni le autopsie non le fai perché rischi di sterminare una città se non peggio.

Le autopsie sono state fatte nei centri attrezzati (vedi link che ho riportato) quando si sono potute fare.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...